Latina fermato sul pari, il Trapani si avvicina

Conquistato in settimana il nuovo +5 il Latina torna a +3 dal Trapani dopo il pari interno ottenuto contro un buon Pomezia. La capolista infatti resta in 10 nel finale di primo tempo ed è costretta ad affidarsi solamente a lanci lunghi e calci piazzati. L’INIZIO – La gara inizia con ritmi alti: Latina disposto 

Leggi tutto

Conquistato in settimana il nuovo +5 il Latina torna a +3 dal Trapani dopo il pari interno ottenuto contro un buon Pomezia. La capolista infatti resta in 10 nel finale di primo tempo ed è costretta ad affidarsi solamente a lanci lunghi e calci piazzati.

L’INIZIO – La gara inizia con ritmi alti: Latina disposto con il collaudato 4-4-2, Farris propone un Pomezia con il 4-3-3. La prima occasione vera del match la crea la squadra di Sanderra: Ricciardi lancia in profondità Mancosu che, scattato sul filo del fuorigioco, entra in area e lascia partire un sinistro ad incrociare che si perde sul fondo. La risposta del Pomezia arriva al 15’: Fatati, partito in sospetta posizione di fuorigioco, si presenta davanti a Martinuzzi e il portiere nerazzurro è miracoloso in uscita. Poi la gara perde d’intensità e si gioca prevalentemente a centrocampo, per vedere un tiro nello specchio della porta bisogna attendere il 35’, quando Polani fa il solletico a Scarzanella con un sinistro debole e centrale. Al 40’ il Latina resta in inferiorità numerica: Mariniello prima si fa rubar palla da Morbidelli e poi lo stende, l’arbitro vede il fallo da ultimo uomo e espelle il difensore nerazzurro, ma in modo troppo affrettato dato che Farina era pronto a chiudere sul numero 10 rossoblu. La gara si incattivisce e al 42’ il direttore di gara allontana, per proteste, Stefano Sanderra: al tecnico nerazzurro, non è andata giù l’espulsione di Mariniello. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

LA RIPRESA – La ripresa parte con un cambio per i nerazzurri: al posto di Merito entra Gasperini che si sistema esterno basso a destra, con Cafiero dirottato al centro della difesa al fianco di Farina. Nerazzurri pericolosi al 2’: angolo di Tortolano battuto sul primo palo, Polani anticipa tutti, incorna bene, ma non inquadra la porta. Al 7’ azione personale di Tortolano che crossa in area rossoblu, Lolli ci mette il braccio, ma per l’arbitro si può proseguire. Nonostante l’inferiorità numerica, è il Latina a fare la gara. Al 16’ Polani, pescato da Tortolano, si avvita e spizza di testa sfiorando il palo. Al 25’ Massimiliano Farris va a far compagnia a Sanderra: il tecnico esagera con le proteste e l’arbitro lo manda fuori. Al 26’ secondo cambio per i nerazzurri: a riposo Polani, in campo Ruiz. Al 29’ primo tiro nello specchio dei rossoblu: punizione di Morbidelli respinta con i pugni da Martinuzzi. Un minuto dopo ancora Martinuzzi è attento sulla punizione calciata da Virdis. Al 36’ Tortolano si invola verso Scarzanella, ma il sinistro termina altissimo. Al 42’ si ristabilisce la parità numerica: Lolli interviene fallosamente su Tortolano e si becca il secondo giallo della sua gara. Dopo 5’ di recupero al Francioni finisce 0-0.
LATINA-POMEZIA 0-0
Latina: Martinuzzi, Cafiero, Toscano, Tortolano, Mariniello, Farina, Merito (1’ st Gasperini), Berardi, Polani (26’ st Ruiz), Ricciardi, Mancosu (42’ st Zarineh). A disp.: Radio, Koné, Martinez, Mattioli. All.: Sanderra
Pomezia: Scarzanella, Lolli, Colantoni, Costantini, Martorelli, Conson, Coppola, Mastromattei (8’ st Piroli), Marano, Morbidelli (38’ st Ruscio), Fatati (42’ st Trobiani). A disp.: Fiumanò, Proietti, Polito, Virdis. All.: Farris
Arbitro: Barbeno di Brescia. Assistenti: Volpe di Venosa e Du Vuolo di Castellammare di Stabia
Note – Ammoniti: Costantini, Berardi, Mastromattei, Gasperini, Coppola, Tortolano, Ruiz, Lolli Espulsi: 40’ Mariniello per fallo da ultimo uomo, 42’ Sanderra per proteste, 25’ st Farris per proteste, 41’ st Lolli per doppia ammonizione

Lascia un commento