Morbidelli: “Stiamo sognando il filotto”

Quella appena archiviata è stata una settimana assolutamente da incorniciare in casa dell’MC Bella Farnia. Dopo la qualificazione per le semifinali di Coppa Lazio (gara di andata da giocare il 2 marzo), ottenuta davanti al pubblico amico grazie ad un gol all’ultimo minuto che ha consentito di impattare 1-1 contro l’Atletico Cisterna, il team biancoverde 

Leggi tutto

Quella appena archiviata è stata una settimana assolutamente da incorniciare in casa dell’MC Bella Farnia. Dopo la qualificazione per le semifinali di Coppa Lazio (gara di andata da giocare il 2 marzo), ottenuta davanti al pubblico amico grazie ad un gol all’ultimo minuto che ha consentito di impattare 1-1 contro l’Atletico Cisterna, il team biancoverde del presidente Alessandro Morbidelli ha festeggiato, domenica, il ritorno in vetta solitaria nel girone N di Seconda categoria, a +3 dal Vallemarina, la grande antagonista di questa stagione.

La squadra di Monte San Biagio è stata infatti fermata in casa dal sempre più sorprendente Borgo Grappa, mentre per l’undici di Iannarilli, il successo in casa dell’ostico Amatoriale Bassiano ha fatto dimenticare nel migliore dei modi la sconfitta subita in casa del Calcio Sezze nel turno precedente, consentendo ai sabaudiani di preparare nel migliore dei modi il derby da giocare al Nalli contro il Montenero domenica prossima.

NON POTEVAMO CHIEDERE DI PIU’ – “Non potevamo chiedere di più in soli sette giorni – ha spiegato il presidente del Bella Farnia, Alessandro Morbidelli – Nonostante non stiamo poi brillando a livello di gioco, come è successo con l’Atletico Cisterna in Coppa, i risultati arrivano lo stesso grazie ad una voglia di vincere che questo gruppo pare avere nel sangue. Merito soprattutto di mister Iannarilli che ha saputo trasmettere ai ragazzi un grande carattere. L’importante, ora come ora, è ottenere i risultati ed il fatto che siamo ancora in gioco su due fronti rispecchia a pieno gli obiettivi di inizio stagione. Certo, il +3 dal Vallemarina non vuol dire ancora nulla. Sarebbe bello arrivare allo scontro diretto, comunque, con questo tipo di vantaggio, ma sappiamo che proprio in quella occasione si giocherà gran parte della stagione. Senza, però, sottovalutare le altre squadre. Guai a pensare che ogni partita sia scontata e abbordabile. Lo dimostrano i punti che Vallemarina e Bella Farnia hanno perso per strada contro le squadre che sono immediatamente nelle retrovie”.

OBIETTIVO CAMPIONATO – E su quale sia l’obiettivo principale nella testa e nel cuore del patron biancoverde, non sembrano esserci dubbi: “Certo, la Coppa Lazio ha il suo fascino. Oltre a darti un buon risalto a livello Regionale, questa competizione è davvero da troppo tempo che manca nelle bacheche di una squadra del comprensorio pontino. In quanto unici rappresentanti rimasti in corsa, per me, sarebbe un onore poter alzare questo trofeo, ma non nego che il campionato, per come sta andando, è la priorità. Questa fantastica corsa a due mi sta davvero emozionando. Con il Vallemarina si è creato un sano senso di competizione che sta rendendo il campionato ancora più bello. Credo che, nonostante il secondo posto potrebbe permette il passaggio in Prima categoria al cento per cento, arrivare dietro rappresenterebbe comunque una sconfitta. Se, spalle al muro, dovessi scegliere, sceglierei quindi il campionato. Ma sono certo che con la rosa che abbiamo a disposizione, se non ci saranno altri infortuni, potremo arrivare fino in fondo in entrambe le competizioni”.

Lascia un commento