Il Podgora si arresta ancora, il Flora recrimina

L’ALMAS Roma passa di misura in casa del Borgo Flora grazie all’implacabile bomber Romagnoli, che stende l’undici di Pelucchini al 38’ della prima frazione di gioco e porta in vetta i suoi (anche grazie allo stop del Borgo Podgora e al pareggio del Cava dei Selci). Ma al di là del risultato i padroni di 

Leggi tutto

L’ALMAS Roma passa di misura in casa del Borgo Flora grazie all’implacabile bomber Romagnoli, che stende l’undici di Pelucchini al 38’ della prima frazione di gioco e porta in vetta i suoi (anche grazie allo stop del Borgo Podgora e al pareggio del Cava dei Selci). Ma al di là del risultato i padroni di casa sono a dir poco dispiaciuti per la condotta tenuta dal direttore di gara, D’Aquino di Roma 1

PODGORA SCIVOLA TERZO – IL Borgo Podgora si arrende sul durissimo terreno di gioco del Gavini, dove il Rocca di Papa supera di misura la compagine pontina al termine di una gara combattuta e aperta a qualsiasi risultato fino al fischio finale. Con questo successo, i Canarini si portano a meno quattro dall’Almas e a meno uno dallo stesso Borgo Podgora. Il match inizia con i primi dieci minuti di grande agonismo da parte di entrambe le squadre. La prima occasione da gol è per i padroni di casa a cavallo del quarto d’ora: Panichelli mette in mezzo, Vinci si inserisce bene, ma il suo tocco dà solo l’illusione del gol. Al 20’ si vede il Podgora: Cannariato scambia nello stretto con Ciasca poi conclude a rete trovando, però, la bella risposta di De Remigi. Poi l’intensità di gioco cala progressivamente, con i canarini che si limitano ad attendere nella propria metà campo la manovra ospite. Al 29’ il Podgora va vicino al gol, ancora con Cannariato la cui bella conclusione dalla distanza sibila alla destra del palo.

LA RIPRESA – Nel secondo tempo Paloni vuole cambiare l’inerzia della partita mischiando le pedine del proprio scacchiere. Dentro Lubirati, fuori Forzan con un centrocampo a più ampio respiro in cui Armeni è libero di svariare su tutto il fronte d’attacco. E le scelte del tecnico sembrano portare subito i frutti sperati.
Il primo tentativo della ripresa per i pontini è proprio del nuovo entrato Lubirati, ma la sua conclusione termina fuori. Il Podgora insiste e poco dopo costruisce una grandissima occasione da gol con Ciasca che si presenta al cospetto di De Remigi e, invece di tirare, passa ad Averaimo che, però, è in off side. Al 36’, però, arriva il gol partita tra capo e collo. Stellati ruba palla a centrocampo trovando la retroguardia degli ospiti completamente scoperta. Palla larga a Panichelli e comodo tap-in a due passi dalla porta che vale i tre punti.

REAZIONE TARDIVA – I pontini reagiscono prontamente cercando il pareggio con tutte le forze, ma dopo aver speso tante energie non riescono a concretizzare, rischiando anche di aumentare il passivo quando al 41’ Rufini calcia al volo dalla destra con il pallone che esce di poco. Finisce così, con un successo importantissimo per la squadra di Ruffini che si conferma tra le big assolute del girone. Per il Podgora, invece, seconda sconfitta nelle ultime quattro partite ed un solo punto nelle ultime due trasferte. Per la prima volta in questa stagione la formazione borghigiana non si trova tra le prime due del girone.

SCIALBO 0-0 per il Sabotino. In casa dell’Olimpia partita quasi del tutto priva di spunti ma un punto comunque buono per i biancoverdi in chiave salvezza. Notepositive della partita di ieri, il recupero di Delle Donne e Tomei, che si sono ben districati nei secondi 45’ di gioco, ovvero quando mister Gesmundo li ha chiamati in causa dopo un lungo infortunio. Per il prossimo incontro all’Andriollo contro il Canarini Rocca di Papa. In quell’occasione, però, mancherà Di Matteo per squalifica, mentre dovrebbe essere certo il rientro anche di Mangili. In terra romana, come detto, emozioni al lumicino. Ad un primo tempo dove non è successo praticamente nulla, ha fatto da contraltare una ripresa in cui il Sabotino ha cercato di costruire di più, grazie anche alle sostituzioni effettuate. Al 20’ lampo di Spogliatoio che si accentra e da 25 metri lascia partire un siluro che esce di un soffio a lato. Poco dopo l’Olimpia si fa vedere con un calcio di punizione di Pascoli che va fuori di poco con Raucci che controlla. Al 32’ Di Matteo ci prova da fuori, Dolci respinge ma Delle Donne per questione di centimetri non riesce a ribadire in rete. Proprio Angelo Delle Donne protagonista nel finale. Suo il pallonetto che sorvola di pochissimo la traversa sopra la testa di Dolci.
BORGO FLORA – ALMAS ROMA 0-1
Borgo Flora: Cipriani, Pacchiarotti, Trapani, De Chiara (23’st Portioli), Ambrosi, Maggi (40’st Di Chiara), Zacchino, Basile, Campagna, Farina, Lizzio (1’st Durastanti). A disp.: Castrichini, Mango, Virgini, Portioli, Ruzza. All.: Pelucchini.
Almas Roma: Federici, Lizzianelli, Giorgi, Flamini, Di Gioacchino, Toppolo, Giancotta (40’st Francesconi), D’Elia, Romagnoli (46’st Minucci), Cortani, Giusto (43’st Maraga) A disp.: Del Gobbo, Peterlini, Romani, Leone. All.: Santecella.
Arbitro: D’Aquino di Roma 1.
Marcatori: 38’pt Romagnoli.
Note – Ambrosi, Maggi (BF), Giorgi, Flamini (AR).

CANARINI ROCCA DI PAPA – BORGO PODGORA 1950 1-0
Canarini Rocca di Papa: De Remigi, Davato, Forte, Rosi (10’st Vitiello), Lucatelli, Zitelli, Panichelli (36′ st Viscusi), Brunetti, Vinci (19′ st Sellati), Rufini, Aiuti. A disp.: Barbante, Lesi, Cignitti, Trinca. All.: Rufini.
Borgo Podgora 1950: Marinelli, Casaburi, Tenaglia, Cannariato, Reccolani, Aquilini, Varrera (30’st Porcelli), Piras (15’st Averaimo), Armeni, Ciasca, Forzan (1’st Lubirati) A disp.: Ristic, Ciarla, Cocco, Biondo. All.: Paloni
Arbitro: Marchetti di Ostia; collaboratori: De Luca e Colangeli di Aprilia
Marcatori: 35’st Panichelli.
Note – ammoniti: Panichelli (RP)
OLIMPIA – ATL. SABOTINO 0-1
Olimpia: Dolci, Latini, Sacchi, Martellotta And. (10’st Maresca), Stazzi, Lembo (14’st Marchiaiolo), Cavaniglia, Guadagnoli, Cecati, Pascoli, Mazzeo (30’st Rossi). A disp.: Stancati, Tafani, Tiberi, Martellotta Ant. All.: Merafino
Atletico Sabotino: Raucci, Sangermano (1’st Tomei), Pennacchia S., Veglia, Gazzi, Micheletti, Ponso, Pennacchia F., Luison (1’st Delle Donne), Spogliatoio, Di Matteo (40’st Aloscia). A disp.: Ferron, Rigon, De Luca, Mangili. All.: Gesmundo
Arbitro: Carlini di Frosinone
Note: Ammoniti: Di Matteo, Pennacchia S., Sacchi, Pascoli

Lascia un commento