Il Latina sfiora il pari, Pirrone la punisce nel finale

Il big match della 20esima giornata si gioca in uno stadio “Provinciale” vestito a festa con circa 4500 spettatori (100 tifosi nerazzurri). Sanderra ripropone lo stesso undici di partenza di Avellino, e i rientranti Polani e Mariniello si accomodano in panchina. La gara parte con un ritmo elevato e al primo vero tentativo (5’) il 

Leggi tutto

Il big match della 20esima giornata si gioca in uno stadio “Provinciale” vestito a festa con circa 4500 spettatori (100 tifosi nerazzurri). Sanderra ripropone lo stesso undici di partenza di Avellino, e i rientranti Polani e Mariniello si accomodano in panchina. La gara parte con un ritmo elevato e al primo vero tentativo (5’) il Trapani passa in vantaggio: Perrone serve Madonia in area nerazzurra, l’attaccante batte a rete di prima intenzione con Martinuzzi che respinge corto, la difesa nerazzurra non è reattiva e ancora Madonia è libero di ribattere a rete in modo vincente.

SUBITO TRAPANI IN VANTAGGIO – Il gol subìto in avvio mette la gara in salita per i nerazzurri che rischiano di subire la seconda rete al 13’, quando Madonia serve Perrone, ma stavolta Martinuzzi compie il miracolo sulla botta ravvicinata della punta granata. Scampato il pericolo, il Latina cresce e cerca di guadagnare metri in mezzo al campo. I nerazzurri tengono palla con Berardi e Giannusa che prendono in mano il centrocampo. Al 20’ da un’incursione di Mancosu il Latina si rende pericolosissimo, ma prima Castelli poi Filippi salvano il Trapani. I granata ripiegano nella propria metà campo e lasciano l’iniziativa ai nerazzurri: ma scardinare la difesa di casa non è impresa facile. Al 34’, poi, arriva il raddoppio granata: Barraco serve un pallone d’oro a Perrone, l’attaccante incorna in modo perfetto e infila imparabilmente Martinuzzi. Nel finale del primo tempo, al 43’, il Latina accorcia le distanze: Tortolano se ne va, salta tre avversari come birilli e si guadagna un calcio di punizione sul versante sinistro dell’attacco nerazzurro, alla battuta va Giannusa che pesca in area Mancosu: l’attaccante sardo anticipa tutti e con un preciso colpo di testa batte Castelli. Si va al riposo con il Trapani avanti 2-1.

RISVEGLIO LATINA – La ripresa parte sotto la pioggia, agli stessi ritmi elevati con i quali era iniziato il primo tempo. Al 6’ Latina pericoloso: Merito scatta sul filo del fuorigioco, entra in area granata e spara su Castelli in uscita. Al 12’ primo cambio del match: Sanderra richiama Merito e manda in campo Ricciardi. Al 20’ secondo cambio per i nerazzurri: fuori Martinez, dentro Polani. Un minuto dopo cambia anche Boscaglia: a riposo Madonia, in campo Gambino. Al 23’ Trapani pericoloso con il neo entrato Gambino: potente destro che termina di un soffio a lato. Due minuti dopo (25’) arriva il pareggio nerazzurro: palla in profondità per Mancosu, l’attaccante sardo è più rapido dei difensori di casa e infila Castelli. Al 33’ Trapani pericoloso su calcio di punizione: Martinuzzi blocca senza troppi problemi il destro a giro di Barraco. L’ultima parte del match è di sofferenza, il Trapani gioca il tutto per tutto e costringe il Latina nella propria metà campo. Al 37’ Sanderra rinforza il centrocampo e getta nella mischia Koné, a lasciargli il posto è Tortolano. Cambia anche Boscaglia: fuori Ficarrotta, dentro Coco. Al 39’ il tecnico granata si gioca anche la carta Mastrolilli: l’attaccante rileva il centrale di difesa Colletto. Al 42’ il Trapani si riporta avanti con un gol di Pirrone: il centrocampista granata raccoglie una respinta della difesa nerazzurra e da fuori area batte Martinuzzi. Il Latina si getta tutto in avanti alla ricerca del nuovo pareggio. Al 50’ Polani se ne va verso Castelli e viene steso da Daì: l’ultima occasione è da calcio piazzato, ma Giannusa non inquadra la porta. Dopo 6 minuti di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro che sancisce la prima sconfitta in campionato del Latina.

TRAPANI-LATINA 3-2

Trapani: Castelli, Lo Bue, Daì, Colletto (39’ st Mastrolilli), Filippi, Pirrone, Barraco, Calabrese, Perrone, Madonia (21’ st Gambino), Ficarrotta (37’ st Coco). A disp.: Dolenti, Priola, Donicolo, Cupaia. All.: Boscaglia
Latina: Martinuzzi, Gasperini, Toscano, Tortolano (37’ st Koné), Cafiero, Farina, Merito (12’ st Ricciardi), Berardi, Mancosu, Giannusa, Martinez (20’ st Polani). A disp.: Gaudino, Erba, Mariniello, Zarineh. All.: Sanderra
Arbitro: Barbiero di Vicenza. Assistenti: Donini di Bergamo e Lunardon di Busto Arsizio
Marcatori: 4’ Madonia, 34’ Perrone, 43’ e 25’ st Mancosu, 42’ st Pirrone
Note – Ammoniti: Cafiero, Filippi, Tortolano, Giannusa, Daì. Espulso: al 43’ Boscaglia. Spettatori: 4500

Lascia un commento