Bella Farnia al cardiopalma. Atletico fuori a testa alta (le foto)

Con un finale di gara assolutamente vietato ai deboli di cuore, il mercoledì di Coppa Lazio all’«Adolfo Nalli» ha emesso il proprio verdetto. A proseguire l’avventura nella competizione regionale e ad accedere alle semifinali è il Bella Farnia che, grazie al pareggio al 90’ di Elio Mancini, manda a casa l’Atletico Cisterna che esce a 

Leggi tutto

Con un finale di gara assolutamente vietato ai deboli di cuore, il mercoledì di Coppa Lazio all’«Adolfo Nalli» ha emesso il proprio verdetto. A proseguire l’avventura nella competizione regionale e ad accedere alle semifinali è il Bella Farnia che, grazie al pareggio al 90’ di Elio Mancini, manda a casa l’Atletico Cisterna che esce a testa altissima dalla Coppa, dopo aver accarezzato per qualche minuto il sogno qualificazione.
Sugli uomini di mister Orbisaglia pesano come un macigno i minuti finali. All’andata il 2-2 di Passini arrivò praticamente all’ultimo secondo di recupero. Stessa storia ieri, quando la zampata di Mancini ha spento i sogni di gloria biancoazzurri accesi poco prima dal rigore di D’Amore.

Nel mezzo c’è da parlare di una partita intensissima, bella e caratterizzata dal grande agonismo, nonostante le tante assenze da una parte e dall’altra. L’AtleticoCisterna parte guardingo. Squadra che pressa alta e chiusa sui centrali difensivi, con marcature a uomo di Randi e Saba francobollati sugli esterni del Bella Farnia, Passini e Tabanelli. Si parte su ritmi vertigionosi. Pronti via e Randi ci prova subito, imbeccato nello spazio da Orbisaglia. Ma il suo tiro viene respinto dalla difesa. Sul capovolgimento si vede il Bella Farnia. Calcio di punizione, palla respinta dalla difesa ospite e pregevole tiro al volo di Conti: troppo centrale per impensierire Orbisaglia. Andirivieni di emozioni che si alimenta all’8’: punizione di Campagnoli tesa e rasoterra, facile preda di Zanutto. Al 10’ episodio che fa discutere: cross di Orbisaglia, testa di Guerra che solo in mezzo all’area insacca, ma l’arbitro aveva già fischiato il fuorigioco.

Il Bella Farnia prova a sfondare per vie centrali con l’ariete centrale Di Raimo che apre le fasce per Passini, Tabanelli e Cerrocchi. L’Atletico, però, tiene bene il campo. Al 17’, lancio lungo, Di Raimo scatta sul filo del fuorigioco, anticipa di petto Orbisagli in uscita ma poi viene tradito da una pozzanghera che non gli permette di imprimere potenza al tiro a porta spalancata. A cavallo delle mezzora il match si riaccende. Al 28’ punizione di Bruno Orbisaglia, la palla spiove in area e arriva a Guerra che spara a botta sicura: sulla linea c’è Emiliano Conti che salva tutto. Sulla ripartenza Di Raimo innesca Tabanelli. Due dribbling su Saba e cross al centro per Passini che stoppa, si alza la palla e in mezza rovesciata sfiora l’eurogol, con lapalla che sfila di poco a lato. Prima del riposo Di Raimo fa le prove del gol: tiro dal vertice corto dell’area di controbalzo e palla che esce di un soffio.

Nel secondo tempo i padroni di casa provano a fare qualcosa in più, anche se il Cisterna è subito pericoloso al 3’, quando Capogna raccoglie una palla sbrogliata dalla difesa e lascia partire un bolide da trenta metri su cui Zanutto è costretto a superarsi deviando in angolo. Al 9’ la supremazia territoriale dei biancoverdi si concretizza: palla lunga, spizzata di Di Raimo e inserimento di Tabanelli che, solo, entra in area ma al momento del tiro viene steso. E’ rigore. Dal dischetto si presenta Cerrocchi, tiro alto che va a sbattere sulla traversa. Ma i padroni di casa non si scompongono e ci riprovano un giro di lancette più tardi con una bella punizione di Tabanelli su cui Orbisaglia interviene con i pugni. Le due squadre, con il passare dei minuti, cominciano a fare i conti con la stanchezza.

Le occasioni latitano (al 27’ bella punizione di Paolo Rossi subentrato a Cerrocchi parata da Orbisaglia). Poco dopo ancora Rossi ci prova, inserendosi su un fallo laterale di Cracium, ma il suo tiro a botta sicura finisce di poco alto sopra la traversa. Il Bella Farnia sembra in grado di chiudere, ma nel suo momento migliore succede l’incredibile. Punizione di Campagnoli, dalla barriere esce Cracium che incoccia con il piede con la palla che poi finisce sul braccio. Per l’arbitro nessun dubbio: altro calcio di rigore. Tra le proteste si presenta sul dischetto D’Amore. Traversa e palla dentro e Cisterna in orbita. Ma non è finita. All’ultimo minuto il Bella Farnia getta il cuore oltre l’ostacolo. Punizione morbida di Toselli in mezzo all’area, testa di Paolo Rossi che colpisce la traversa. La sfera torna in area dove c’è Elio Mancini che in mischia la spinge in fondo al sacco. E’ l’1-1 chequalifica il Bella Farnia.

POLI – CORI 4-0
Il Cori rimaneggiatissimo e arrivato sul campo del Poli in 10 regge un tempo. Finisce 4-0 per i padroni di casa che passano il turno.

BELLA FARNIA-ATLETICO CISTERNA 1-1
Bella Farnia: Zanutto, Sciuto, U.Toselli, Conti, Valentino, Caccavale, Tabanelli, Mancini, Di Raimo, Cerrocchi (20’st P.Rossi), Passini (31’st Cracium). A disp. Cifra, L.Toselli, M.Rossi, Cracium. All.: Iannarilli
Atletico Cisterna: Orbisaglia Miki, Capogna, Saba, Rosati, Mezzoprete, Di Bianco, Randi, Orbisaglia B., Guerra (28’st D’Amore), Campagnoli, Orbisaglia Mirko. A disp.: Battistella, Corona. All.: Orbisaglia
Arbitro: Di Paola di Cassino
Marcatori: 42’st (rig.) D’Amore (AC), 44’st Mancini (BF)
Note – Ammoniti: Campagnoli, Mezzoprete, Orbisaglia B., Randi, Toselli U., Valentino, Rossi P.

Lascia un commento