L’Aprilia ancora più vicino alla vetta, Gaeta vincente

L’Aprilia espugna il Bruschini di Anzio e inizia a lampeggiare negli specchietti del Monterotondo. Il successo all’inglese sul campo dell’Anziolavinio, infatti, permette alle rondinelle di limare ancora il gap dagli eretini, fermati 1-1 in casa dallo Zagarolo e ora distanti solamente due lunghezze. Tre punti che, inoltre, permettono ai biancoazzurri di rimanere soli al secondo 

Leggi tutto

L’Aprilia espugna il Bruschini di Anzio e inizia a lampeggiare negli specchietti del Monterotondo. Il successo all’inglese sul campo dell’Anziolavinio, infatti, permette alle rondinelle di limare ancora il gap dagli eretini, fermati 1-1 in casa dallo Zagarolo e ora distanti solamente due lunghezze. Tre punti che, inoltre, permettono ai biancoazzurri di rimanere soli al secondo posto, visto che il Bacoli è uscito sconfitto dal campo dell’Arzachena.

CASTELLUCCI FA TREDICI – Insomma, la tredicesima vittoria dell’era Castellucci assume i contorni di un trionfo. Come al solito l’Aprilia parte subito fortissimo. Nonostante l’importante assenza di Foderaro, il tridente offensivo dei pontini non ne risente, grazie anche all’ottima prova di Rossini. Al 17’ il gol che apre le danze. Lancio di Galluzzo dalle retrovie, Branicki elude il fuorigioco, si presenta davanti a Rizzaro e mette in rete l’1-0 con un diagonale chirurgico. I biancoazzurri vogliono subito il gol della sicurezza. Prove generali di raddoppio con Siclari e Branicki, le cui conlcusioni vengono salvate sulla linea dai difensori portodanzesi. Fino al gol che mette al sicuro il risultato. A metterlo a segno, come già accaduto nove volte in questo campionato, è Gentile (il migliore in campo), che al 43’ gela il Bruschini battendo Rizzaro con un prezioso tocco di destro da dentro l’area di rigore. Nel secondo tempo l’Anziolavinio attacca, ma senza trovare la via del gol. L’Aprilia gestisce bene il risultato e nel finale sfiora il tris con Bianchi (punizione respinta da Rizzaro) e Siclari (tiro al volo che finisce di poco a lato). Le rondinelle tornano a vincere dopo il pareggio contro il Budoni e si preparano al meglio alla settimana di approccio al prossimo match del Quinto Ricci contro il Sanluri.

GAETA, CI PENSA LA CAVA – Il Gaeta ha espugnato con il risultato di 2-0 il difficile campo del Grottaglie grazie ad una doppietta di Mario La Cava. Un successo molto importante per i biancorossi che tornano alla vittoria riguadagnando il secondo posto in classifica sempre con 9 lunghezze di svantaggio dalla capolista Arzanese. Una prova finalmente concreta per i tirrenici che ora avranno ben due settimane di tempo per preparare la super sfida della venticinquesima giornata contro l’Arzanese (dopo il turno di riposo della prossima settimana).
In casa del Grottaglie capitan Vitale e compagni non giocano una gran partita ma si dimostrano finalmente squadra solida e concreta sotto porta. Dopo un primo tempo equilibrato dove il Gaeta rischia solo sul tiro da distanza ravvicinata di Nulicek che trova prontissimo De Filippis, nella ripresa mister Melchionna indovina il cambio della vittoria inserendo La Cava al posto di De Simone e all’11’, su cross di Mortelliti, La Cava controlla di sinistro e poi scarica in porta un destro potente che porta in vantaggio il Gaeta. I biancorossi al 24’ ancora con Mario La Cava che insacca la sponda di Emma dopo una splendida azione corale tra Vitale e Amendola. La partita prosegue e il Gaeta inserisce Di Pietro e Romeo sulla mediana per congelare il risultato fino alla fine. Una mossa che consente ai tirrenici di portare a casa un risultato decisivo per la stagione del Gaeta

Gianpiero Terenzi e Marco Iannotta

I TABELLINI

GROTTAGLIE – GAETA 0-2
Grottaglie: Laghezza, Solidoro, Pinto, Luzzi, Mastronardi, Colangione (10’st Quaranta), Meuli, Salvestroni (30’st Cristofaro), De Angelis, Fraschini, Nulicek (40’st Pellicoro). A disp.: Piccinni, D’Angelo, Quaranta, Arcadio, Pellicoro, Bisognano. All.: Pizzonia.
Gaeta: De Filippis, Ciminari, D’Agostino, Vitale (39’st Romeo), Calabuig, Speranza, De Simone (8’st La Cava), Zaza (29’st Di Pietro), Emma, Mortelliti, Amendola. A disp.: Sigillo, Bruno, Errico, Schettino. All.: Melchionna.
Arbitro: Melidoni di Fratta Maggiore. Assistenti: Annunziata di Torre Annunziata e Guida di Torre del Greco.
Marcatori: 11’st e 24’st La Cava (G).
Note: Ammoniti Colangione, Arcadio e De Angelis (GR), Zaza, Vitale e Ciminari (G)

ANZIOLAVINIO – APRILIA 0-2
Anziolavinio: Rizzaro, Giordani, Rubino, Giannone, Rao, Fioravanti, Zanni (26’st Bosi), Guida (1’st Gamboni), Antonelli, Cardoni (1’st Lupi), Riccardi. A disp. Cardinale, Dell’Aguzzo, Viviano, Trippa. All. Caputo.
Aprilia: Pergamena, Esposito (26’st Oliva), Bianchi, Pietrucci, Galluzzo, Gentile, Franzese (31’st Miccichè), Salese (38’st Di Maio), Branicki, Rossini, Siclari. A disp. Di Mario, Avagliano, Vona, Cirelli. All.: Castellucci.
Arbitro: Casaluci di Lecce
Marcatori: 17’pt Branicki, 43’pt Gentile
Note – ammoniti Guida, Bianchi, Galluzzo GRANDE prova del Gaeta di Felice Melchionna nella ventiquattresima giornata del campionato di serie D, girone H.

Lascia un commento