Gaeta, ora si fa dura

Polveri bagnate in casa Gaeta. La mancanza di gol e della cattiveria necessaria sotto porta da parte delle punte, sono di fatto i fattori portanti di questa leggera  flessione che ha quasi chiuso i giochi per questa stagione. Nove punti di distacco dalla capolista Arzanese , in questo momento della stagione,  sembrano davvero tanti ma secondo mister Melchionna la corsa al primo posto non è ancora chiusa . “Nove punti 

Leggi tutto

Polveri bagnate in casa Gaeta. La mancanza di gol e della cattiveria necessaria sotto porta da parte delle punte, sono di fatto i fattori portanti di questa leggera  flessione che ha quasi chiuso i giochi per questa stagione. Nove punti di distacco dalla capolista Arzanese , in questo momento della stagione,  sembrano davvero tanti ma secondo mister Melchionna la corsa al primo posto non è ancora chiusa . “Nove punti è normale che sembrano tanti ma ho detto ai ragazzi che la situazione si può ancora recuperare, abbiamo ancora uno s cont ro diretto in casa da sfruttare a patto di r iprendere a girare sui ritmi di inizio stagione – ha affermato il tecnico nel post partita contro il Francavilla, match pareggiato per 0-0 – Quello che posso dire ai tifosi e che ho detto anche ai ragazzi nello spogliatoio, è che bisogna continuare a lottare fino alla fine e fin quando la matematica non ci condannerà. L’Arzanese non perde un colpo ma abbiamo il dovere di provarci fino alla fine a cominciare dal Grottaglie».

OBIETTIVO GROTTAGLIE – Grottaglie che sarà il prossimo avversario del Gaeta del patron Damiano Magliozzi. Un’altra trasferta ad alto rischio proprio come le
ultime gare contro Capriati e Sant’Antonio Abate dove il Gaeta ha raccolto un solo punto. Questa volta, per continuare a mantenere accesa la fiammella della speranza, servirà l’intera posta in palio con una prestazione finalmente convincente da parte di tutti i giocatori. La scena che forse ha fatto capire a mister Melchionna, società e giocatori che tutto è ancora in ballo, è l’uscita tra gli applausi al termine della sfida contro il Francavilla. I giocatori, delusi dal pareggio, sono stati confortati dalla curva e da gran parte della tribuna centrale. Un iniezioni di morale importante per il gruppo che proverà a ricambiare questa fiducia proprio domenica in casa del Grottaglie.

L’ESPOSTO – E intanto continua a tenere banco la vicenda che ha visto come protagonista, nella partita di domenica contro il Francavilla, il direttore di gara Doronzo di Barletta. L’arbitro, secondo i tesserati del Gaeta, ha esternato più volte nel corso della gara “inutile che protestate, tanto il campionato lo vincerà il Nardò”. Una frase che ha mandato su tutte le furie la dirigenza biancorossa che nelle ultime ore ha ufficialmente presentato esposto alla Procura Federale per vederci chiaroin questa situazione e soprattutto per tutelare l’immagine del club chiedendo, in particolare, di evitare di designare ancora giudici di gara provenienti dalla Puglia, regione che annovera, oltre la campana Arzanese, le maggiori pretendenti al successo del campioanto di serie D, girone H.

Marco Iannotta

Lascia un commento