Castellucci: “Un pari che ci può stare”

Nessun allarme. La legge dei grandi numeri ha bloccato, insieme al Budoni, la cavalcata dell’Aprilia. Dopo cinque vittorie consecutive (e che vittorie) le rondinelle si sono fermate sullo 0-0 in casa contro i sardi. Difficile da credere per una squadra che nelle ultime tre partite aveva segnato la bellezza di tredici gol e che possiede 

Leggi tutto

Nessun allarme. La legge dei grandi numeri ha bloccato, insieme al Budoni, la cavalcata dell’Aprilia. Dopo cinque vittorie consecutive (e che vittorie) le rondinelle si sono fermate sullo 0-0 in casa contro i sardi. Difficile da credere per una squadra che nelle ultime tre partite aveva segnato la bellezza di tredici gol e che possiede il miglior attacco del girone con tutte e tre le punte (Siclari, Branicki e Foderaro) che hanno raggiunto la doppia cifra in termini di realizzazioni. Ma non sempre si può fare affidamento sulle cifre e sui numeri: stavolta l’Aprilia non è riuscita a scalfire la barricata eretta dai nuragici.

CASTELLUCCI, IL BICCHIERE E’ PIENO – “Sarebbe troppo bello e impensabile vincerle tutte – commenta mister Ezio Castellucci – Stavolta ci dobbiamo accontentare di un punto, anche se a dire il vero il gol l’avevamo fatto e inspiegabilmente ce l’hanno annullato”. Il tecnico si riferisce naturalmente alla rete annullata a Siclari al 43′ della ripresa, quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, l’attaccante campano ha messo in fondo al sacco quello che poteva essere il gol partita, ma non a giudizioe dell’arbitro che ha annullato tra lo stupore generale per un fallo sul portiere di Gentile.

IL GOL L’AVEVAMO FATTO – “Un episodio che mi lascia perplesso. Nel corso del match sulle palle inattive ce le siamo date di santa ragione. Secondo il metro di giudizio adottato dall’arbitro ci sarebbero dovuti essere almeno dodici rigori. Invece, nell’azione più nitida dell’intera partita, ha fischiato. Prendiamo comunque per buona anche questa decisione: l’arbitro fa parte del gioco e può sbagliare. Il punto preso domenica, poi, ci ha permesso addirittura di limare un altro punto al Monterotondo, quindi direi che il fantomatico bicchiere è tutto pieno per questo Aprilia”.

IL RITORNO DEL TIFO E IL DERBY – In una domenica tutto sommato positiva, altra nota di rilievo il ritorno sugli spalti del tifo organizzato: “Cosa dire? Quello che è accaduto domenica ci riempie di soddisfazione. Con quello che stiamo facendo anche la platea apriliana si è accorta di noi. Speriamo di ripagarla con il dovuto regalo e che loro continuino a sostenerci fino alla fine: potrà essere davvero un fattore importante a nostro favore”. E domenica il derby contro l’Anziolavinio… “So che questa partita è molto sentita. In quanto derby ogni risultato può maturare, anche se noi la prepareremo con grande attenzione ome facciamo sempre. Ho tutti a disposizione, incrociando le dita visto che manca ancora una settimana di duro lavoro”.

Lascia un commento