Pari Itri, sconfitto lo Scauri

La Nuova Itri sfiora l’impresa. All’«Ottavio Pierangeli», nell’andata dei quarti di finale della Coppa Italia di Promozione contro il Monterotondo Scalo, seconda forza del girone «B», l’undici biancoazzurro va sotto dopo un quarto d’ora, rimonta nel giro di venti minuti, tra il 25’ e il 45’, ma a nove minuti dal triplice fischio, quando aveva 

Leggi tutto

La Nuova Itri sfiora l’impresa. All’«Ottavio Pierangeli», nell’andata dei quarti di finale della Coppa Italia di Promozione contro il Monterotondo Scalo, seconda forza del girone «B», l’undici biancoazzurro va sotto dopo un quarto d’ora, rimonta nel giro di venti minuti, tra il 25’ e il 45’, ma a nove minuti dal triplice fischio, quando aveva ormai la partita in pugno, subisce il pareggio della formazione di mister Sgerri. Non c’è dubbio che segnare due reti in casa di una corazzata come il Monterotondo Scalo non è impresa da poco, ma è altrettanto vero che, per come si era messa, in casa biancoazzurra c’è un pò di rammarico. Le quattro reti dell’incontro portano le firme di Gatta, autore di una doppietta, Cicala e Saccoccio. Il numero dieci dei padroni apre le danze al 15’ con un diagonale vincente. Dieci minuti più tardi Cicala firma l’1-1 con un bolide dalla distanza.

LA SPERANZA – Al 45’ Saccoccio firma il momentaneo 2-1 facendosi trovare pronto al tap-in sulla conclusione di Conte inizialmente respinta da Agostini. All’81’ lo stesso Gatta gela gli ospiti con un zuccata vincente sugli sviluppi di un calcio di punizione. Tra quindici giorni al «Comunale» è in programma la gara di ritorno: Mallozzi e soci avranno a disposizione due risultati su tre per accedere alla semifinale (in caso di parità con più di tre gol, però, passerebbe il Monterotondo), ma come ammonisce lo stesso presidente onorario della Nuova Itri, Vincenzo Ialongo, fare calcoli o speculare sull’ottimo risultato conseguito sarebbe un gravissimo errore. «Dobbiamo passare il turno senza fare calcoli o programmi – chiarisce il dirigente itrano – Siamo contenti della prova e del risultato, però, ovviamente, c’è il rammarico per aver visto svanire un successo fuori casa che sarebbe stato preziosissimo per un’ingenuità difensiva sugli sviluppi di una palla inattiva».

SCAURI SCONFITTO – Lo ScauriMinturno si arrende per 2-0 al La Sabina nell’andata dei quarti di finale della Coppa Italia di Promozione. Nella tana della capolista del girone «B» l’undici di Francesco Sessa si arrende alla maggior qualità dei ragazzi di mister Ruticoni e ad un arbitraggio non particolarmente omogeneo per tutto il corso della partita. Nonostante le assenze di Martino e Neri (entrambi squalificati) il tecnico rossoblu costruisce una vera e propria diga per arginare l’impeto dei locali, i quali però al 20’ sbloccano ugualmente il risultato grazie al calcio di rigore trasformato da Scaricamazza. Lo Scauri prova a reagire ma a lungo andare si dimostra priva di idee, soprattutto a centrocampo, e il La Sabina non può far altro che approfittarne. Ad una manciata di minuti dalla fine del primo tempo, viene allontanato per proteste Francesco Sessa e al 45’ termina anzitempo anche la partita di capitan Illiano, ingenerosamente cacciato dal direttore di gara per aver soltanto chiesto spiegazioni. Strada in discesa quindi per il La Sabina, che al 52’ chiude i giochi con Cremonini, che fissa il risultato sul 2-0 finale. «A nostro parere è stata una partita bellissima e giocata bene da entrambe le squadre – commenta il direttore sportivo Andrea Cogliandro – Solo che l’arbitro non è stato all’altezza della situazione. Poteva tranquillamente risparmiare il nostro capitano che ha chiesto solo spiegazioni in maniera civile. Ciò non toglie che i nostri avversari sono una squadra molto forte e le nostre assenze si sono fatte sentire. Per il ritorno ce la giocheremo a testa alta nella nostra tana, non ci tiriamo certo indietro».

Simone D’Arpino e Marco Iannotta

MONTEROTONDO SCALO – NUOVA ITRI 2-2
Monterotondo: Agostini, Ciocchetti, Marino, Benda, Bartoli, Testa, Fiorucci (35’st De Marco), Petrocchi, Serini (15’st Marchioni), Gatta, De Gasperis. A disp.: Cristofalo, Vitale, Di Ventura, Oliventuca, Cingolani. All.: Sgerri.
Nuova Itri: Paduano, Mastroianni, Vendittozzi, Costagliola (25’st Milo), Calenzo, Pelliccia, Cicala, Conte, Martucci (20’st De Tata), Mallozzi, Saccoccio (15’st Spirito). A disp.: Konkevic, Cardillo, Sepe, Marcucci. All.: Pecoraro.
Arbitro: D’Aquino di Roma 1.
Marcatori: 15’pt, 36’st Gatta, 25’pt Cicala, 45’pt Saccoccio.
Note – espulsi: Calenzo al 30’st per doppia ammonizione.

LA SABINA – SCAURIMINTURNO 2-0
La Sabina: Pezza, Giuliani (5’st De Vincenzo), Baironni, Tonanzi, Avenali, Pezzotti M., Cremonini, Scaricamazza, Venturini, Martini (35’st Mazzi), Michelini (20’st Mancini). A disp.: Pezzotti A., Ceccarelli, Mosciarelli, Angelfron. All.: Ruticoni.
ScauriMinturno: Cenerelli, Fedele, Campoli, Sica, De Mari, Illiano, Merola, Russo, Conte (30’st Zinicola), Pirolozzi, Canali D. A disp.: Treglia, Cenerelli S., Garofalo, Abate, Vezza. All.: Sessa.
Arbitro: Pinzoli di Ostia; collaboratori: Morracchetti e Castaldo di Roma 2.
Marcatori: 20’pt Scaricamazza (rig.), 7’st Cremonini.
Note – espulsi: mister Sessa al 42’pt per proteste e al 45’pt Illiano per proteste; ammoniti Campoli, Fedele (SM).

Lascia un commento