Capitani: “Fuori gli attributi”

E’ una Vigor Cisterna spuntata e incerottata quella che si presenta alla trasferta in casa dell’Anitrella. Senza Garat e Venerelli, infatti, la squadra di mister Promutico arriverà in terra ciociara con un attacco tutto da inventare con i soli Tornatore ed il giovane Sagramola a disposizione. Senza contare le difficoltà in difesa, dove Arena, Magni 

Leggi tutto

E’ una Vigor Cisterna spuntata e incerottata quella che si presenta alla trasferta in casa dell’Anitrella. Senza Garat e Venerelli, infatti, la squadra di mister Promutico arriverà in terra ciociara con un attacco tutto da inventare con i soli Tornatore ed il giovane Sagramola a disposizione. Senza contare le difficoltà in difesa, dove Arena, Magni e Chiarucci non sono ancora in perfette condizioni fisiche. Ma a prendersi i riflettori della vigilia del match è il presidente Capitani, che carica la squadra.

NIENTE SCUSE – “Non voglio scuse, non voglio sentir parlare di assenze o di squadra senza ricambi importanti. Serve la vittoria, assolutamente. Voglio i tre punti, altrimenti sarò davvero in difficoltà sulle eventuali scelte da fare in settimana. Non posso ammettere che si parli sui giornali di una squadra che è stata sfortunata e che non è completa per poter ambire ad una posizione importante di classifica”.

UNA SQUADRA COMPETITIVA – “Ho sentito parlare di partenze, di una squadra stravolta nel mercato di dicembre con ben cinque partenze. Ebbene, a parte Borrino, che abbiamo rimpiazzato con una contropartita adeguata e oltretutto segnalata proprio dallo stesso mister Promutico, vorrei sapere quali sono queste partenze. Abbiamo preso un giocatore come Tornatore che è uno dei più forti attaccanti della categoria. Insieme a Garat e Venerelli credo che il Cisterna abbia un reparto avanzato degno di poter vincere il campionato. E, anche quando mancano loro, la squadra è formata da dei giovani di ottime credenziali che hanno dimostrato contro il San Cesareo di poter tener testa anche alla terza della classifica”.

NON VEDO IL CARATTERE – Insomma, tra il presidente Capitani e Promutico non sembra scorrere buon sangue. Sembra quasi di essere tornati ai tempi dell’Fc Latina quando i due, certamente personaggi dotati di grande carattere, si punzecchiavano da lontano con il risultato comunque di aver portato una squadra ai vertici della classifica. Sarà rottura definitiva? Per ora sembra di no: “Le mie parole vogliono essere semplicemente una carica per questa squadra e per il tecnico – continua Capitani – Non vedo carattere, non vedo voglia, non vedo una squadra che lotta e questo non è certo per colpa mia. Al mister era stato chiesto di lottare per le prime posizioni e non per un campionato dignitoso e di metà classifica. Voglio lottare per la terza posizione e se qualcuno non ha il carattere per farlo o non ci crede fino in fondo è libero di andare. Certamente troveremo delle contropartite tecniche degne. Voglio una scossa immediata, insomma, a partire da oggi nella partita contro l’Anitrella”.

Lascia un commento