Scocca l’ora del Gaeta, 3-1 al Casarano

Sotto una pioggia battente e davanti al pubblico delle grandi occasioni, il Gaeta si riprende il secondo posto in classifica battendo al «Riciniello» la Virtus Casarano con un secco 3-1. La formazione di Felice Melchionna conquista tre punti d’oro che consentono di salire a quota 40 in campionato, in coabitazione col Nardò, a cinque lunghezze 

Leggi tutto

Sotto una pioggia battente e davanti al pubblico delle grandi occasioni, il Gaeta si riprende il secondo posto in classifica battendo al «Riciniello» la Virtus Casarano con un secco 3-1. La formazione di Felice Melchionna conquista tre punti d’oro che consentono di salire a quota 40 in campionato, in coabitazione col Nardò, a cinque lunghezze dalla capolista Arzanese. Una prestazione convincente, soprattutto nella ripresa, quando sotto di una rete capitan Vitale e compagni ribaltano il risultato con una reazione da grande squadra trascinati da un «Riciniello» letteralmente impazzito di gioia.

LA CRONACA – Le due squadre cominciano con il freno a mano tirato e per assistere al primo tiro, peraltro molto velleitario, della partita bisogna aspettare il 15’ quando Niscemi, nel tentativo di servire La Cava, per poco non infila D’Angelo sul secondo palo con uno strano tiro cross. Come un fulmine a ciel sereno poi al 20’ la follia di Caracciolo che in pochi minuti si fa ammonire due volte e lascia i suoi in 10 uomini. Sale la tensione in campo ma incredibilmente sono gli ospiti a fare la partita e a passare meritatamente in vantaggio al 35’ con uno stratosferico Chiricò che dai 30 metri, su calcio di punizione, piazza la palla all’incrocio dei pali dove De Filippis non può arrivare. Nel momento di totale confusione in casa Gaeta, ancora Chiricò al 36’ semina il panico nella difesa biancorossa saltando ben cinque uomini in una serpentina in stile Leo Messi, ma il suo sinistra per fortuna del Gaeta si stampa sul palo. Gaeta che reagisce però al 39’; Di Pietro mette dentro la corta respinta di D’Angelo ma il direttore di gara segnala il fuorigioco del centrocampista gaetano e così il primo tempo si chiude con il Casarano avanti 1-0.

RIPRESA EMOZIONANTE – Nella ripresa succede davvero di tutto, il Gaeta si riversa interamente nella metàcampo ospite e al 9’ gli sforzi biancorossi sono premiati. Niscemi crossa dalla destra, Kettlun ci mette la testa ma infila nella propria porta per il momentaneo 1-1. Passano solamente 120’’, Vitale ci prova dalla distanza, D’Angelo smanaccia e nel tentativo di recuperare la sfera mette giù in area di rigore La Cava e l’arbitro assegna il penalty in favore del Gaeta. Sul dischetto si presenta capitan Vitale che al 12’ non sbaglia firmando il sorpasso (2-1). Mister Silva prova ad inserire anche Aragao e Da Silva per riacciuffare il risultato ma il Casarano finisce col capitolare al 35’ quando La Cava approfitta di un’uscita errata di D’Angelo e con il sinistro mette dentro il gol del definitivo 3-1.

Marco Iannotta

GAETA – VIRTUS CASARANO 3-1
Gaeta: De Filippis, Bruno, D’Agostino (1’st Crialese), Vitale, Calabuig, Speranza, Amendola, Di Pietro, La Cava, Niscemi (39’st De Simone), Mortelliti (20’st Finocchiaro). A disp.: Pergolizzi, Romeo, Zaza, Schettino. All.: Melchionna.
Casarano: D’Angelo, De Toma (30’st Aragao), Pesicce, Caracciolo, Tafani, Calabro, Galdean (33’st Da Silva), Kettlun, Galetti, Chiricò, Cenciarelli (22’st Caputo). A disp.: Leopizzi, Paglialunga, Pucino, Mignogna. All.: Silva.
Arbitro: Pelagatti di Arezzo. Assistenti: Gori e Foligni di Arezzo.
Marcatori: 35’ Chiricò (C), 9’st aut. Kettlun, 12’st rig. Vitale (G), 35’st La Cava (G).
Note: Ammoniti Di Pietro, La Cava, Niscemi (G), D’Angelo, Calabro e Galetti (C). Al 20’ espulso Caracciolo per doppia ammonizione.

Lascia un commento