Scommesse anomale su Fondi-Melfi, Lanzillo si difende

La notizia è di quelle shock: sospetti di combine tra Fondi e Melfi. Riassumendo in breve la vicenda, riportata anche da La Gazzetta dello Sport, ci sarebbe stato un flusso di scommesse eccessivo sul risultato di parità per la sfida dello scorso 16 gennaio tra il club rossoblù e il Melfi. L’x era quotato inizialmente 

Leggi tutto

La notizia è di quelle shock: sospetti di combine tra Fondi e Melfi. Riassumendo in breve la vicenda, riportata anche da La Gazzetta dello Sport, ci sarebbe stato un flusso di scommesse eccessivo sul risultato di parità per la sfida dello scorso 16 gennaio tra il club rossoblù e il Melfi. L’x era quotato inizialmente 2,80 ed era stato poi abbassato a 2,00 finché i bookmaker s non hanno deciso di eliminare del tutto la quota. Il volume delle giocate è stato superiore di 8/10 al resto delle altre gare di Lega Pro della stessa giornata tanto da arrivare  a 49.000 euro di puntata complessiva anche nella giornata di venerdì, quando ormai la quota era crollata.

IL RISULTATO CHE SMENTISCE – La mole delle puntate è assolutamente anomala ma a smentire ogni sospetto c’è il risultato finale, 3-2 per i pontini, e l’andamento della gara: il Fondi era passato in svantaggio, aveva agguantato il pareggio e nella ripresa eradilagato fino a portarsi sul 3-1, senza dare mai l’idea di voler mollare nemmeno dopo l’espulsione di Schiavon e il rigore concesso agli avversari a cinque minuti dalla fine. A farsi portavoce della società è l’amministratore delegato Pasquale Lanzillo, che replica seccamente ad ogni illazione: «Sono tutte fesserie. Abbiamo vinto la partita con merito, pertanto non vedo come si possano dire cose del genere. Combiniamo il pareggio e poi vinciamo? A che pro?  Anzi, meno male che abbiamo vinto la partita – prosegue l’ad rossoblù – Altrimenti ce ne avrebbero dette di tutti i colori. Quello che è stato scritto è assolutamente ridicolo, non vedo il motivo per cui si debbano inventare certe cose. Credo che tutti i presenti possano confermare che si è trattato di una gara assolutamente onesta da parte del Fondi». Pertanto la società rossoblù non accetta certe accuse, ritenendole ridicole a tal punto da non voler nemmeno rispondere con un comunicato ufficiale. Ma secondo Lanzillo troppo  spesso viene gettato fango sul Fondi Calcio:  «Leggo troppe cattiverie sul Fondi e non ne capisco il motivo. Il Fondi è un miracolo calcistico compiuto da una società che ha dimostrato di saper fare calcio. Negli anni passati abbiamo vinto senza mai essere i favoriti, senza mai fare pazzie sul mercato e mettendoci alle spalle squadre più attrezzate. Abbiamo scalato tre categorie in tre anni e adesso siamo salvi e in una posizione di metà classifica in un campionato  professionistico. Cosa si può chiedere di più al Fondi? Bisogna solo fare un plauso a tutta la società». Lanzillo è stato spesso preso di mira dai tifosi poiché ritenuto il “colpevole ” della cacciata di Liquidato.Tuttavia i risultati, per ora, sono tutti dalla parte del nuovo tecnico: «Nelle ultime tre gare abbiamo segnato sette gol, abbiamo vinto due partite e perso quella con l’Isola Liri che  forse era quella che meritavamo di più di vincere. Noi non siamo pazzi. Se prendiamo delle decisioni, le prendiamo per il bene del Fondi. C’erano delle situazioni
calcistiche per cui con Liquidato non si poteva andare avanti. Io voglio bene al Fondi – aggiunge Lanzillo – lo considero una mia creatura e non agirei mai in mala fede». L’ad rossoblù chiude parlando degli obiettivi del Fondi: «Il nostro primo obiettivo l’abbiamo raggiunto: siamo salvi. Se dovessimo raggiungere altri
obiettivi, cosa ancora possibile, festeggeremo anche quelli». Intanto, piccola notizia dal fronte mercato: Galasso passa all’Arezzo in Serie D.

Alessandra Stefanelli

Lascia un commento