Il Sabaudia fa suo il recupero

Il recupero della dodicesima giornata va al Sabaudia che fa suo il match contro il Roccagorga espugnando il «Cesarino Tornesi» di Sezze Scalo per 2-0. Una vittoria che rilancia i ragazzi di Polidoro in piena zona Coppa Lazio. Il Roccagorga non è più quello delle prime giornate, chi vuole portare a casa i tre punti 

Leggi tutto

Il recupero della dodicesima giornata va al Sabaudia che fa suo il match contro il Roccagorga espugnando il «Cesarino Tornesi» di Sezze Scalo per 2-0. Una vittoria che rilancia i ragazzi di Polidoro in piena zona Coppa Lazio. Il Roccagorga non è più quello delle prime giornate, chi vuole portare a casa i tre punti dovrà lottare contro i lepini fino al triplice fischio. Un errore difensivo ha messo la gara in salita per capitan Costantini e compagni, con il match che si sblocca al 24’ con Cerqua che intercetta il retropassaggio di testa di Gabriele Costantini per il portiere Rossi, la punta ospite si inserisce sulla traiettoria della sfera mettendo così il pallone nelle porta praticamente vuota. La reazione dei rossoneri c’è, ma Rocci si fa trovare sempre presente sulle conclusioni dei rocchiggiani.

A vantaggio acquisito il Sabaudia gioca di rimessa rischiando più volte chiudere la partita ma davanti ha trovato un Nino Rossi in splendida forma. L’estremo difensore con 46 primavere alle spalle gioca come un giovanotto ed è per i giovani un esempio da prendere. Ad inizio ripresa sale il nervosismo con l’arbitro Angeletti che sventola quattro cartellini rossi anche per semplice proteste. Al 20’ il Sabaudia chiude la partita con un perfetto diagonale di Liberti, battendo per la seconda volta l’incolpevole Rossi. Anche sotto di due gol non molla la formazione del «profeta» che ci prova con tutte le sue forze per riaprire la gara, ma la difesa del Sabaudia, ben disposta, controlla. I migliori in campo per il Roccagorga sono stati Rossi e Ceccano, mentre per il Sabaudia Ciarelli e Perillo. A fine gara l’analisi del mister di casa: «Abbiamo fatto la nostra partita – afferma il tecnico Francesco Consoli – abbiamo pagato ancora una volta una leggerezza difensiva, recuperare contro una buona formazione come il Sabaudia non era semplice. Il nostro impegno è onorare il campionato fino alla fine, nessuno molla». Dall’altra parte il tecnico Polidoro. «L’avevo detto alla vigilia che non sarebbe stata una gita. Il Roccagorga è un’altra squadra rispetto ai primi mesi di campionato. I tre punti erano importanti, perchè ci permettono di entrare in pianta stabile nei quartieri nobili della classifica. Visto che Vallemarina e Bella farnia stanno facendo un campionato a parte, l’obiettivo è quello di arrivare in Coppa Lazio».

Paolo Annunziata

ROCCAGORGA – CALCIO SABAUDIA 0-2
Roccagorga: Rossi, Caiola, Condei, Consoli (24’pt Marchionni), Costantini D. Costantini G. Bassani, Ceccano, Rossi G., (1’st Chekabab), Orlandi, Di Santo (8’st Di Prospero). A disp.: Violanti, Truini, Attivani. All.: Consoli
Sabaudia: Rocci, Bono, Di Costanzo, Ciarelli, Racciatti, Miccinilli, Sinigaglia, Perillo, Di Magro (39’pt Corni), Cerqua (29’st Caschera), Liberti. A disp.: Pucci, De Blasis, Pompili, Cestra, Raffaello. All.: Polidoro
Arbitro: Angeletti di Albano Laziale
Marcatori: 24’pt Cerqua, 21’st Liberti
Note – Espulsi Ceccano per doppia ammonizione, Racciatti e Bassani per reciproche scorrettezze, Di Costanzo per proteste

Lascia un commento