Vallemarina: la cura Bracciale funziona

La cura Giovanni Bracciale ha prodotto fin’ora i risultati sperati. La soluzione interna ha prodotto un rullino di marcia che va al di là delle più rosee aspettative. Il nuovo mister si è presentato nella settimana più calda che il Real Vallemarina ha conosciuto in questa stagione. L’esonero e il conseguente sfogo di mister Ubaldo 

Leggi tutto

La cura Giovanni Bracciale ha prodotto fin’ora i risultati sperati. La soluzione interna ha prodotto un rullino di marcia che va al di là delle più rosee aspettative. Il nuovo mister si è presentato nella settimana più calda che il Real Vallemarina ha conosciuto in questa stagione. L’esonero e il conseguente sfogo di mister Ubaldo Stefanini hanno messo Giovanni Bracciale nella condizione di gestire uno spogliatoio che si già conosceva, ma allo stesso tempo da rigenerare in vista dello scontro contro il Bellafarnia. La vittoria contro la formazione di mister Iannarilli al 92’ ha permesso a Bracciale di iniziare nel migliore dei modi e lanciare i suoi verso le vittorie di Montenero (1-0), Norma (5-2) e Atletico Littoria (3-2).

MOMENTO MAGICO – Un ruolino questo che non è frutto di una fortunata casualità ma dal fatto che il nuovo trainer conosce a fondo lo spogliatoio dopo essere stato per molto tempo il preparatore atletico insieme all’ex mister del Real Vallemarina, Fabrizio Volpe. Anche nella scorsa stagione la tenuta dei rossoblu è stata eccellente arrivando fino in fondo al campionato con una condizione ampiamente sufficiente. Ora il doppio compito di preparare i ragazzi al meglio fisicamente e indottrinarli sui movimenti e sulla tattica da seguire. «Alla richiesta del presidente ho subito accettato con entusiasmo per via dei legami che ho con questa società. Forse ho ricevuto quest’incarico in una delle settimane più delicate visto che la prima partita che dovevo affrontare era il Bellafarnia. Ho iniziato con una vittoria all’extra time, non c’è male. Queste sono le classiche gare che galvanizzano sia te , la squadra e tutto l’ambiente e ti danno quello slancio per continuare su questa falsa riga. Le altre tre vittorie sono arrivate semplicemente perchè la squadra non ha sottovalutato chi si è trovata di fronte lottando e giocando da Real Vallemarina. E’ importante che tutti i ragazzi della rosa si sentano parte integrante del progetto perchè tutti e dico tutti siamo importanti per il risultato finale di questa stagione. Si sa, noi insieme al Bellafarnia, abbiamo una squadra che a livello tecnico è superiore alle altre e sappiamo che contro di noi tutti ci mettono qualcosa di più. Bene vorrà dire che i ragazzi già sanno cosa li aspetterà nel girone di ritorno». E quando gli si chiede da cosa dipenderà l’esito del campionato il trainer rossoblu risponde : «Certo il match di andata già pesa ai fini della classifica e bisognerà vedere come si arriverà allo scontro diretto nel girone di ritorno; quindi è implicito capire che saranno gli scontri con le piccole a decidere la promozione: chi sarà più regolare nei risultati con loro avrà le chances giuste per arrivare al campionato di Prima Categoria». La ripresa del campionato prevista per sabato 9 gennaio vedrà i ragazzi di Bracciale affrontare in casa il non facile Faiti 2004 di Mardegan. I borghigiani sono al quinto posto insieme all’Amatoriale Bassiano e stanno disputando veramente una stagione da outsider, bisognerà fare davvero attenzione: «Sarà una gara da prendere con le molle – illustra mister Bracciale – visto che loro giocano molto bene fuori casa; stiamo recuperando Pecchia, Di Vito e Centola dai loro acciacchi per poterli avere a disposizione in vista di questa sfida».

Gabriele Mancini

Lascia un commento