Promutico resta ottimista

Non si è chiuso proprio nel migliore dei modi il 2010 della Vigor Cisterna. Due sconfitte e nove gol subiti nelle ultime due partite disputate in campionato che hanno fatto scivolare ulteriormente i biancoazzurri in classifica, lontani dalla coppia di testa Lupa Frascati e Sora. IL BICCHIERE MEZZO PIENO DI PROMUTICO – «Dobbiamo sempre ricordare 

Leggi tutto

Non si è chiuso proprio nel migliore dei modi il 2010 della Vigor Cisterna. Due sconfitte e nove gol subiti nelle ultime due partite disputate in campionato che hanno fatto scivolare ulteriormente i biancoazzurri in classifica, lontani dalla coppia di testa Lupa Frascati e Sora.

IL BICCHIERE MEZZO PIENO DI PROMUTICO – «Dobbiamo sempre ricordare i presupposti con cui questa stagione è cominciata. Ovvero disputare un buon campionato e  dare sempre il massimo in ogni gara. Penso che questo, finora, il Cisterna l’abbia sempre fatto. Non posso rimproverare davvero nulla a questi ragazzi che hanno onorato in ogni partita la maglia, uscendo dal campo sempre con la consapevolezza di aver dato tutto. Se questa è la nostra posizione in classifica, e se perdiamo qualche partita, evidentemente sono rispecchiate  le nostre reali potenzialità».
Il bilancio del 2010, dunque, non deve scontentare i tifosi che da qualche domenica a questa parte sono potuti tornare ad affollare gli spalti del Domenico Bartolani. «Penso che il bilancio sia positivo – continua Promutico – Il dispiacere di aver chiuso  con due sconfitte mi ha lasciato un po’ di rammarico, visto anche il modo con cui  sono maturate. Due ko figli di eventi negativi. Contro la Lupa Frascati abbiamo dato in campo tutto e messo in difficoltà la capolista, riacciuffando per due volte il risultato. Poi il black out nel secondo tempo, talmente inspiegabile che con i giocatori abbiamo pensato anche che fosse tutto dipeso dall’aver assunto nell’intervallo acqua invece che thè. Non proprio la cosa migliore da fare quando giochi ad una temperatura di -3 gradi. Contro la Vis Artena, poi, è arrivata la beffa dovuta ad un arbitraggio a dir poco negativo. C’erano almeno due rigori per noi, senza contare l’espulsione di Arena davvero inventata. Il risultato è davvero troppo pesante per quel che si è visto, ma accettiamo come al solito e di buon grado il verdetto del campo».

IL CALO DIFENSIVO – Che l’improvviso calo difensivo possa essere dipeso dalla cessione di Borrino non sembra essere una variabile da prendere in considerazione secondo il pensiero del mister di Tecchiena: «Certo che Borrino era un giocatore fondamentale per noi. Uno della sua esperienza non lo trovi certamente per strada. E’ anche vero, però, che se prendi nove gol il motivo deve essere fatto risalire ai movimenti dell’intera squadra».
Un motivo potrebbe essere anche la mancanza di ricambi adeguati in certe parti del campo, con tanti giovani, sì di belle speranze, ma che non possono sopperire ad eventuali assenze di compagni più esperti e titolati: «Ripeto quello che dico ormai da tempo, ovvero dall’inizio della mia avventura qui a Cisterna. Questa squadra nell’undici titolare è in grado di battere qualsiasi tipo di avversario senza alcun timore. E’ vero che ci sono davvero tanti ragazzi interessanti che è giusto far aggregare alla rosa in modo da poter fare più esperienza possibile. Penso che questa rosa di giocatori, già l’anno prossimo, potrebbe sfoggiare dei giovani da far invidia a categorie superiori».

SI RIPARTE – Ieri sono ripresi gli allenamenti dopo la pausa natalizia. Prima della fine dell’anno, comunque, la squadra si era ritrovata per il classico richiamo alla preparazione e qualche amichevole giocate contro squadre giovanili: «Ho trovato i ragazzi in splendida forma. Ci siamo allenati molto bene e con abnegazione, consapevoli di quanto fosse importante curare nei minimi particolari il richiamo in vista della seconda parte della setagione. In amichevole, poi, ho provato tanti ragazzi della Juniores, visto che al rientro in campionato dovremo fare a meno per squalifica di ben quattro pedine importanti come Chiaraviglio, Frasca, Arena e Iommazzo».
Davvero una brutta gatta da pelare per mister Promutico in vista del prossimo impegno ufficiale. Si ricomincia il 9 gennaio con la Vigor Cisterna che torna davanti al pubblico amico del Bartolani. L’avversario è il Ceccano, e l’obiettivo primario sono i tre punti.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento