Sperlonga-Marina Club, la sfida infinita

NEL girone «O» c’è un caso che ha chiuso il 2010 e ha aperto il nuovo anno con lo stesso interrogativo: come finirà la gara tra Sperlonga e Marina Club 2005? La gara giocata per ben due volte non ha avuto ancora un vincitore ed un vinto. Infatti nel primo incontro (quello del nono turno 

Leggi tutto

NEL girone «O» c’è un caso che ha chiuso il 2010 e ha aperto il nuovo anno con lo stesso interrogativo: come finirà la gara tra Sperlonga e Marina Club 2005? La gara giocata per ben due volte non ha avuto ancora un vincitore ed un vinto. Infatti nel primo incontro (quello del nono turno giocato il 28 Novembre 2010) la partita è stata sospesa a metà ripresa sul punteggio di 1 – 0 per i padroni di casa grazie alla rete di Parisella poi terminata in anticipo per impraticabilità del campo. Il comunicato del giudice sportivo del giovedì seguente ha rimandato ogni decisione alla settimana successiva, decretando, sette giorni dopo, il nuovo svolgimento dell’incontro annullando così il vantaggio iniziale dello Sperlonga. Quindi il nuovo incontro, previsto mercoledì 23 dicembre è stato rigiocato e questa volta, ha visto la squadra ospite, il Marina Club 2005, vincere per 2 – 1 sulla squadra di Guglietta. Le reti che hanno deciso il replay del match portano la firma di Conte e Mastantuono per gli ospiti e Ilario per i padroni di casa.

FINE DELLA STORIA? – Gara di recupero rigiocata e tre punti alla squadra di Minturno, fine della storia? Si, fino all’uscita del nuovo comunicato del giudice sportivo del 28 Dicembre 2010 nel quale, si legge che la società Sperlonga preannuncia reclamo in merito alla gara di recupero. Quindi risultato congelato e di nuovo in attesa dell’ennesimo comunicato che possa sancire un risultato definitivo alla gara giocata. Questo è solamente l’ultimo caso nel girone «O», già ricco di una lista lunga che può già vantare reclami e ricorsi (prima accolti e poi respinti) come quelli della Don Bosco Gaeta, Pro Formia, San Lorenzo e Real Sant’Andrea. Ma qual’è questa volta il motivo di tale decisione? La dirigenza dello Sperlonga ha sporto reclamo per la partecipazione alla gara di un tesserato del Marina Club 2005 che era stato fermato dal giudice sportivo.

PAROLA AL MARINA CLUB – La squadra di Minturno da colpa, di tale atteggiamento, alla tardiva uscita del comunicato del giudice sportivo, arrivato in tarda serata e quindi non letto dalla dirigenza del Marina Club 2005. «Spiace aver vinto sul campo e poi dover aspettare, per l’ennesima volta la decisione del giudice di gara – esordisce l’allenatore del Marina Club 2005, Vincenzo Collalti – purtroppo per colpa di un comunicato ballerino arrivato in tarda serata di Martedì (22 dicembre ndr) abbiamo schierato Lorenzo Conte che era stato squalificato per l’ammonizione comminata nella tredicesima giornata contro l’Ausonia. Il nostro, è stato un errore privo di malizia visto che io, Artale e Romano siamo andati in tribuna contro lo Sperlonga perchè già sapevamo di essere squalificati. Ma quello che mi rammarica – conclude Collalti – è la mancanza di sportività dello Sperlonga che, a differenza nostra, avevano il comunicato e ce lo hanno mostrato solamente a fine gara».

LA RISPOSTA DI GUGLIETTA – Enzo Guglietta dirigente dello Sperlonga analizza così la storia della “partita infinita”: «Secondo me la gara si doveva chiudere il 28 novembre – esordisce Guglietta – perchè a otto minuti dalla fine novantesimo non si può rinviare una gara dopo averla giocata per tre quarti in condizioni climatiche si difficili ma non oltre i limiti della regolarità. Abbiamo dovuto aspettare per rigiocare una gara dove stavamo vincendo e meritando i tre punti. Nella gara di recupero il dirigente del nostro settore giovanile mi ha portato il comunicato uscito il giorno prima e tra gli squalificati c’era Lorenzo Conte proprio l’autore della prima rete. La dirigenza con il presidente in primis non se la sono sentita di far finta di nulla e per rispetto dei giocatori, tifosi e della dirigenza stessa abbiamo deciso di inoltrare reclamo. Dispiace – conclude Guglietta – che questi episodi sono capitati con una società amica e spero vivamente che tutto ciò non alteri l’amicizia decennale che ci lega al Marina Club». Umori comprensibilmente diversi con entrambi la stessa ansia per conoscere l’esito di questa gara: mercoledì 5 Gennaio può essere la giornata decisiva per conoscere chi otterrà i fantomatici tre punti, ma sarà da giurarci che non finirà qui. Intanto per quel che riguarda il mercato il Marina Club 2005 si è assicurata le prestazioni del giovane attaccante scuola Bologna Mario Montano , classe 1987, ed è in dirittura di arrivo la trattativa con un esterno sinistro classe 1985.

Gabriele Mancini

Lascia un commento