Super Gaeta, Amassokà punisce l’Aprilia

Torna il super Gaeta formato trasferta che nel big match della diciassettesima giornata di campionato, espugna il campo dell’Ischia 1-0 grazie al primo gol in maglia biancorossa di La Cava. Una vittoria fondamentale per i tirrenici che vanno in vacanza non solo con un successo pesantissimo ottenuto in casa della squadra che condivideva la seconda 

Leggi tutto

Torna il super Gaeta formato trasferta che nel big match della diciassettesima giornata di campionato, espugna il campo dell’Ischia 1-0 grazie al primo gol in maglia biancorossa di La Cava. Una vittoria fondamentale per i tirrenici che vanno in vacanza non solo con un successo pesantissimo ottenuto in casa della squadra che condivideva la seconda piazza insieme ai tirrenici, ma perchè il Gaeta accorcia a 4 i punti di distacco dalla capolista Arzanese fermata sul 2-2 nel derby dalla Battipagliese. Una domenica positiva, quindi, per capitan Vitale e compagni. All’Enzo Mazzella di Ischia, il Gaeta parte subito forte e al 18′ crea il primo pericolo con un’azione tutta di prima; Iozzi crossa per Amendola ma il tiro del giovane attaccante termina sull’esterno della rete. Al 20′ tiro dal limite anche di Di Pietro che sfiora però il palo della porta difesa da Begotti.

FURIA BIANCOROSSA – I biancorossi cominciano a guadagnare campo al cospetto di un Ischia impacciato e sorpreso dal frizzante gioco degli ospiti. Gli isolani provano ad impensierire De Filippis solo con qualche giocata del singolo e al 35’ si fanno per la prima volta pericolosi con Saurino che però trova pronto e sicuro De Filippis tra i pali. Sulla ripartenza, il Gaeta sfiora il vantaggio con Speranza che su angolo calciato da Vitale, prova a devia la sfera in reta ma la palla centra in pieno il palo nella disperazione dei tanti supporters gaetani presenti in quel di Ischia. Il primo tempo si chiude così in perfetta parità ma al rientro dagli spogliatoi entra in campo un Gaeta più convinto dei propri mezzi che al 51′ va vicino al vantaggio con il tiro al volo di Iozzi che sfiora la traversa. Si fa vedere poi l’Ischia con due pericolose azioni di Sagliuzzo e Saurino che sembrano poter cambiare la gara ma al 36′ il neo entrato La Cava raccoglie al limite e con un bolide batte Bigotti siglando il primo gol con la casacca del Gaeta che vale tre punti davvero d’oro. Nel finale sale la tensione a farne le spese è Calabuig mandato anzitempo negli spogliatoi dal direttore di gara per un fallo di reazione.

AMASSOKA’ FERMA CASTELLUCCI – L’Aprilia si ferma proprio sul più bello e, dopo tre vittorie consecutive e l’aggancio al terzo posto, torna a fare i conti con l’amaro della sconfitta. In casa dello Zagarolo, formazione del momento, finisce 1-0. Lo scontro diretto condanna le rondinelle che abdicano dal terzo gradino del podio e, in un colpo solo, scivolano al limite della zona play off al quinto posto con 25 punti insieme alla Viterbese. A decidere lo scontro diretto per la terza posizione è un lampo di Alessio Carlini che, a 10’ dal termine, spezza l’equilibrio e regola probabilmente l’Aprilia più brutto dell’era Castellucci. Match molto equilibrato e giocato prevalentemente a centrocampo. Meglio, comunque, i padroni di casa che passano in vantaggio con Carboni, ma la rete viene annullata per fuorigioco. A cavallo della mezzora si vede qualcosina in più. Amassoka, l’uomo più temuto del micidiale attacco dei romani, impegna per la prima volta Pergamena, bravo ad addomesticare un fendente dalla distanza del colored in maglia amaranto. Dall’altra parte si fa vivo anche l’Aprilia, con Miccichè che non inquadra il bersaglio da buona posizione. Ai punti il primo tempo rispecchia il risultato di parità, visto che nel finale, ancora una volta, le due formazioni si «pizzicano» sfiorando una volta a testa il gol. Prima ci prova il solito Amassoka (bravissimo Pergamena a deviare in angolo); la risposta biancoazzurra con Gentile, che da fuori mette alla prova Schiavella. Nel secodo tempo il match non decolla. Sulla falsariga della prima parte, infatti, le due formazioni si studiano pensando più a non scoprirsi. Nulla da segnalare almeno fino al 25’, quando ancora Miccichè riesce a liberarsi dal limite e librare un bel fendente su cui Schiavella si oppone deviando in corner. E’ un buon momento per il team di Castellucci che cerca di capitalizzare le occasioni avute. Manca, però, un po’ di fortuna che non assiste Siclari, quando l’attaccante prova la via del gol non trovando la porta per questione di centimetri. Lo Zagarolo ringrazia la «dea bendata» e va a segno nell’unica azione dei padroni di casa, con Carletti che dal limite disegna un gran pallonetto che non lascia scampo a Pergamena.
Gianpiero Terenzi e Marco Iannotta

ZAGAROLO-APRILIA 1-0
Zagarolo: Schiavella, Paglia G., Bartoli, Nardi, Ancona, Carboni (2’st Campana), Gennari, Paglia S. (20’ st De Paolis), Carlini E., Amassoka, Carlini. A disp.: De Vellis, Riccardi, Russo, Casavecchia, Cilia. All.: Scarfini
Aprilia: Pergamena , Esposito (40’st Avagnaro), Pietrucci, Galluzzo, Bianchi (17’ st Franzese), Miccichè (35’st Della Santa), Gentile, Salese, Foderaro, Bramicki, Siclari. A disp.: Di Mario, Oliva, Voma, Cirelli. All.: Castellucci
Arbitro: Rugini di Siena,
Marcatori: 36’st Carlini A
Note: Ammoniti Carlini A., Carlini E., Gennari

ISCHIA – GAETA 0-1
Ischia: Begotti, Di Meglio, Accurso, Trofa, Simone, Monti, Sogliuzzo, Santosuosso (4’st Mastrelli), Pirro, Savio, Saurino. A disp.: Aiace, Buono, Fermo, De Santis, D’ambra, Fondicelli. All.: Monti.
Gaeta: De Filippis, Bruno, D’Agostrino, Vitale (23’st Calabuig), Ciminari, Speranza, Iozzi, Di Pietro, Niscemi (45’st Emma), Mortelliti (21’st La Cava) Amendola. A disp: Pergolizzi, Leccese, Zaza, Romeo. All.: Melchionna.
Arbitro: Pillitteri di Palermo.
Marcatori: 36’st La Cava (G).
Note: Ammoniti Di Meglio (I), Iozzi (G). Al 49’st espulso Calabuig per fallo di reazione.

Lascia un commento