Fondi, nessuna luce in fondo al tunnel

Quella di domenica contro l’Isola Liri è stata la terza sconfitta consecutiva in campionato per il Fondi, dopo quelle contro Trapani e Campobasso. I rossoblu, che sembravano essersi ripreso dopo un avvio di stagione abbastanza complicato, è poi sprofondato di nuovo nella crisi. C’è stato un momento in questa stagione travagliata in cui addirittura un 

Leggi tutto

Quella di domenica contro l’Isola Liri è stata la terza sconfitta consecutiva in campionato per il Fondi, dopo quelle contro Trapani e Campobasso. I rossoblu, che sembravano essersi ripreso dopo un avvio di stagione abbastanza complicato, è poi sprofondato di nuovo nella crisi. C’è stato un momento in questa stagione travagliata in cui addirittura un piazzamento in zona playoff sembrava ampiamente alla portata del Fondi. Invece gli ultimi risultati hanno trascinato questa squadra in un ben poco gratificante dodicesimo posto. L’ultima vittoria rimane quella del 31 ottobre in casa del Neapolis Mugnano, vittoria che lasciava presagire un campionato di tutt’altro livello per la formazione allora allenata da Stefano Liquidato.

CRISI SOCIETARIA – Poco meno di una settimana fa, il Consiglio d’Amministrazione del Fondi presieduto da Paolo Maio aveva deciso di esonerare Stefano Liquidato, tecnico protagonista della promozione in Lega Pro. Al suo posto è stato chiamato Sauro Trillini, tecnico con una certa esperienza in Lega Pro e ritenuto in grado di dare quel qualcosa in più che per tutta questa prima parte di stagione era mancato. Ieri invece sono arrivate anche le dimissioni del Presidente Maio, alla guida del Fondi dall’estate del 2007. A questo punto, Trillini si troverà a gestire una situazione per nulla facile, con una squadra in crisi e una società che deve riorganizzarsi totalmente. Maio non è stato infatti l’unico ad andarsene: prima di lui si erano allontanati l’altro co-presidente Antonio Franchi e il direttore sportivo Angelo Alessandro.

Alessandra Stefanelli

Lascia un commento