Sabotino sciupone, alla fine il Casalotti trova il pari

Incredibile ma vero. Il pareggio per 2-2 visto ieri all’Andriollo di borgo Sabotino ha dell’inverosimile. Per quel che si è visto nel corso dei 90’ che ha visto i borghigiani impegnati contro il Casalotti, infatti, il risultato è più che bugiardo. Troppe le occasioni mancate dai biancoverdi che non riescono a dare continuità ai risultati, 

Leggi tutto

Incredibile ma vero. Il pareggio per 2-2 visto ieri all’Andriollo di borgo Sabotino ha dell’inverosimile. Per quel che si è visto nel corso dei 90’ che ha visto i borghigiani impegnati contro il Casalotti, infatti, il risultato è più che bugiardo. Troppe le occasioni mancate dai biancoverdi che non riescono a dare continuità ai risultati, dopo la bella vittoria ottenuta domenica scorsa in casa dell’Acilia.

DOCCIA FREDDA IN APERTURA – Il Sabotino fa gioco sin dai primi minuti, ma fatica a guadagnare campo, mentre dall’altra parte l’estroso Abbondanza mette in difficoltà la difesa di casa, svariando su tutto il fronte d’attacco e partendo fra le linee della trequarti campo. Ed è proprio il fantasista ospite all’8’ a sparare da trenta metri, ma il suo tiro finisce ampiamente alto. Solo una prova, visto che solo un minuto dopo lo stesso Abbondanza si inserisce, arriva al limite dell’area di rigore e di destro mette sul secondo palo una rasoiata bassa ed effettata che non lascia scampo a Raucci. Una staffilata che stordisce il Sabotino che per reagire ci mette circa venti minuti. Prima, esattamente al 26’, il Casalotti rischia di raddoppiare ancora con Abbondanza, bravo a girarsi e a cercare subito la porta dal limite sfiorando il gol del 2-0. Il pericolo scuote il Sabotino che si sveglia improvvisamente.

BIANCOVERDI SCATENATI – E’ il minuto 31’ quello cruciale in cui inizia lo show degli uomini di Gesmundo. Gioco fluido e passaggi a memoria nello spazio: queste le trame offensive dei borghigiani che sembrano trovarsi a meraviglia. Spogliatoio, in mezzo a 4, inventa un assist al bacio che smarca Delle Donne davanti a Ferrone. L’attaccante, ex San Michele viene però anticipato. La palla finisce a sinistra, dove Tomei mette subito al centro con un cross forte e teso su cui Delle Donne si avventa di testa trovando la traversa. Poco dopo Tomei direttamente da calcio d’angolo trova il palo esterno, ma è solo l’inizio della scorpacciata di occasioni. Al 43’ Spogliatoio triangola con Tomei e dal limite non trova la porta per questione di millmetri. Poco dopo, sugli sviluppi di un angolo, Pennacchia spizza per Mangili che da dentro l’area spara a rete trovando un super Ferrone, bravo a distendersi deviando in angolo. Non c’è pausa e prima del riposo il Sabotino va ancora vicinissimo al gol. Cappelletti lancia per Tomei sulla destra. Il laterale guadagna il fondo, mette al centro per Mangili che al volo di destro alza di pochissimo.

AGGANCIO E SORPASSO – L’inerzia è pienamente nelle mani del Sabotino che, nella ripresa, comincia da dove aveva lasciato. Dentro Micheletti per De Luca a centrocampo e Sangermano per Cappelletti sul lato difensivo. Nemmeno il tempo di entrare in campo che arriva il meritato pareggio. Punizione di Tomei, Sangermano devia in mezzo all’area ma la palla rimane lì. Spunta Mangili che da pochi passi scaglia prepotentemente un rabbioso destro alle spalle di Ferrone. Il gol non basta ad un Sabotino affamato che preme sull’acceleratore. Mangili si accende all’improvviso e si scatena sulla sinistra. Al 2’, cross al centro, testa di Micheletti e palla fuori di un centimetro. E’ il preludio al gol che arriva puntuale all’8’: palla a sinistra per Mangili che si invola, entra in area, di tacco mette a sedere Izvilcyva, dà un’occhiata al centro e pesca Delle Donne che ad un metro dalla linea non può sbagliare. Il Casalotti non esiste più e, come un pugile stordito, porge il fianco per il colpo del ko. Il match ball ce l’ha per due volte Spogliatoio. Il primo è praticamente un rigore in corsa che il talento di Velletri si fa parare da Ferron; il secondo è invece un tentativo di pallonetto dal centro dell’area su bella spizzata aerea di Delle Donne che ancora Ferrone neutralizza.

L’AMARO NEL FINALE – Troppe, però, le ripartenze sbagliate dai locali, mentre dall’altra parte il Casalotti non molla. E Al 42’, come il calcio insegna, le troppe incertezze vengono pagate. Luison e Sangermano cincischiano in mezzo all’area. Ne approfitta Orcivolo che ruba palla e viene steso dal terzino di casa, guadagnando un dubbio calcio di rigore che Abbondanza non sbaglia.

Gianpiero Terenzi

IL TABELLINO

ATLETICO SABOTINO – CASALOTTI 2-2
Atletico Sabotino:
Raucci, Cappelletti (1’st Sangermano), Ponso, Veglia, Gazzi, De Luca (1’st Micheletti), Tomei, Pennacchia F., Delle Donne (39’st Luison), Spogliatoio, Mangili. A disp.: Ferron, Rigon, Pennacchia S., De Masi. All.: Gesmundo
Casalotti: Ferrone, Izvilcyva (19’st Domizi), Tarantini, Orcivolo, Quadrari, Gianferro, Busatto (30’st Montorsetti), Bianco, Pennazzi, Abbondanza, Saracini (12’st Ponziani). A disp.: Toti, Picchierini, Virgili, Giannetti. All.: Falasconi
Arbitro: Di Matteo di Roma 2
Marcatori: 9’pt e 42’st (rig.) Abbondanza, 1’st Mangili, 8’st Delle Donne
Note: ammoniti: Cappelletti, Tomei, Quadrari

Lascia un commento