L’Aprilia va spedito come un treno

Che Aprilia! Vittoria, la terza consecutiva, la quarta se si contano solo gli incontri casalinghi, e tre gol rifilati al Cynthia del «baffo» Giancarlo Sibilia. Le rondinelle fanno festa e, con diciassette gol nelle ultime cinque partite continuano la scalata da brivido verso la vetta della classifica raggiungendo la terza posizione, ai danni del Bacoli 

Leggi tutto

Che Aprilia! Vittoria, la terza consecutiva, la quarta se si contano solo gli incontri casalinghi, e tre gol rifilati al Cynthia del «baffo» Giancarlo Sibilia. Le rondinelle fanno festa e, con diciassette gol nelle ultime cinque partite continuano la scalata da brivido verso la vetta della classifica raggiungendo la terza posizione, ai danni del Bacoli Sibilia fermato sullo 0-0 dal Porto Torres, altra diretta concorrente dei biancoazzurri per la rincorsa ai play off. Insomma, nell’ultima domenica del 2010 giocata al «Quinto Ricci» non si poteva chiedere davvero di meglio ai ragazzi di mister Ezio Castellucci che, come spesso accaduto, riescono a mettere dalla propria l’inerzia dell’incontro sin dai primi minuti di gioco. Ne bastano due, per l’esattezza, per sbloccare il risultato.

MICCICHE’ SCATENATO – Nasce tutto dalla destra, dove Miccichè semina un paio di avversari, si avvicina al limite esterno dell’area di rigore e poi mette al centro un cross potente e teso su cui si avventano Branicki ed il difensore Seppani. Quest’ultimo, nel tentativo di anticipare il bomber polacco, finisce per insaccare in spaccata alle spalle del proprio portiere Apruzzese. Buona, però, la reazione dei ragazzi di mister Sibilia che alzano a poco a poco il baricentro, senza però mai riuscire a scalfire la retroguardia di casa. Per farlo, quindi, i castellani si affidano all’estro di Marini, che al 18’ fa tremare la traversa direttamente su calcio di punizione con Pergamena battuto. La paura per il pareggio sfiorato fa svegliare l’Aprilia che al 22’ riesce a raddoppiare e mettere al sicuro il discorso tre punti grazie ad un’azione tambureggiante. Foderaro parte dalla fascia, si accentra e poi serve Branicki che spara senza pensarci trovando la risposta dell’ottimo Apruzzese. Sulla respinta, a rimorchio, arriva come un falco Miccichè che prova il tap-in a botta sicura, ma ancora una volta in numero uno riesce a respingere con un bel colpo di reni. Ma, alla fine, non può nulla sull’ultimo tiro, decisivo, di Gentile. Poco dopo è il Cynthia a farsi vivo sotto la porta dell’Aprilia con Brizzi: bravo Pergamena a respingere. L’Aprilia formato casalingo, però, è una macchina da gol. Tante le azioni da rete a cavallo tra primo e secondo tempo che portano al tiro Siclari, Branicki e ancora Foderaro. Per il gol, però, bisogna attendere il 67’, quando Foderaro corona un velocissimo contropiede dei suoi chiudendo, praticamente, il conto. Solo nel finale arriva il gol della bandiera del Cynthia con Cristin. Troppo tardi, però, per sperare in una rimonta che non arriverà mai.

VITTORIA STRIMINZITA PER IL GAETA – Al «Riciniello» il Gaeta supera 1-0 il Francavilla conquistando altri tre punti fondamentali per la parte alta della classifica. Con questo successo i tirrenici si assestano al secondo posto in classifica a quota 30 punti in compagnia dell’Ischia ma a sei lunghezze di distacco dalla capolista Arzanese vittoriosa con un secco 3-0 sul Casarano. Un match da vincere a tutti i costi quello contro il Francavilla per preparare nella maniera migliore la sfida clou importantissima di domenica prossima proprio in casa dell’Ischia. Davanti al caloroso pubblico gaetano, l’undici di Melchionna parte già con il piede sull’acceleratore e dopo poco meno di 120’’ passa in vantaggio. La Cava controlla al limite dell’area di rigore serve a Niscemi una palla d’oro che l’ultimo arrivato in casa biancorossa infila sul secondo palo dal limite dell’area di rigore. Si tratta del primo gol con la maglia del Gaeta per il giocatore fortemente voluto da mister Melchionna e che proprio venerdì ha preso il posto di Antonio D’Avanzo. Inizio choc, quindi, per il Francavilla che nel primo tempo rischia di capitolare al 5’ e al 26’ ma in entrambe le occasioni La Cava non inquadra lo specchio della porta graziando così la formazione ospite. Al 32’ ci prova anche Amendola, semi rovesciata su cross di Iozzi, palla troppo centrale e Cito blocca senza problemi. Prima della fine del primo tempo si fa vedere anche Di Pietro con un colpo di testa ravvicinato ma Cito con un guizzo mette in angolo.

RIPRESA NOIOSA – Nella ripresa cala il ritmo della partita; il Gaeta controlla partita e risultato senza mai rendersi pericoloso fino al 44’ quando sul calcio di punizione dal limite di Vitale, La Cava stacca più in alto di tutti ma Cito con un miracolo sulla sua sinistra devia la sfera in corner. Nel finale, poi, De Filippis si guadagna la palma di miglior giocatore del match quando al 49’, su tiro dal limite di Clasadonte, compie una vera e propria prodezza volando all’incrocio dei pali per smanacciare sul fondo l’unico tentativo di marca biancoazzurra. Una parata straordinaria da copertina del campionato di serie D che vale tre punti molto importanti per la corsa alla Lega Pro.

Gianpiero Terenzi e Marco Iannotta

I TABELLINI

APRILIA – CYNTHIA 3-1
Aprilia: Pergamena, Esposito V., Bianchi, Pietrucci, Galluzzo, Gentile, Miccichè (84’ Esposito M.), Salese (47’st Fratangeli), Foderaro (32’st Sias), Branicki, Siclari. A disp.: Di Mario, Oliva, Avagliano, Giacalone. All.: Castellucci
Cynthia: Apruzzese, Paloni, Morelli, Seppani, Luciani, Battistelli, Di Ventura (14’st Tittozzi), Caputi, Orlandi, Morini, Brizzi (19’st Cristin). A disp.: Proietti, Bosi, Vartolo, Pedalino, Marchetti. All.: Sibilia
Arbitro: Fabbri di San Giovanni Valdarno (AR).
Marcatori: 2’pt (aut.) Seppani (A), 22’pt Gentile (A), 12’st Foderaro, 25’st Cristin (C)
Note: ammoniti: Seppani, Battistelli, Pergamena, Sias

GAETA – FRANCAVILLA 1-0
Gaeta: De Filippis, Vitale D. (11’st Leccese), D’Agostino, Vitale G., Ciminari, Speranza, Iozzi, Di Pietro, La Cava, Niscemi (34’st Zaza), Amendola (28’st Emma). A disp.: Pergolizzi, Romeo, De Simone, Cvetkovic. All.: Melchionna.
Francavilla: Cito I., Ricci, Schirinzi, Misuraca, Fazi, De Pasquale, Delzotti (16’st Francioso), Clasadonte, Delia, Miceli (34’st Errico), Leggero (40’st Cito M.). A disp.: Pozzesere, Bruni, Trisolino, Spegolizi. All.: Saponaro.
Arbitro: Lazzeri di Arezzo. Assistenti: Papapietro di Foligno e Brunetti di Gubbio.
Marcatore: 2’ Niscemi.
Note: Ammoniti Vitale D., Iozzi, Di Pietro (G), Clasadonte (F).

Lascia un commento