Ciampini ferma la capolista

Torna in corsa il San Michele che batte di misura il Sermoneta nel match piu’ atteso della giornata e si avvicina a due lunghezze dalla vetta, ora occupata dagli stessi gialloblu in coabitazione con la Sa.Ma.Gor., vincente per 3-1 sulla Virtus Lenola. I borghigiani fanno loro un match equilibrato e con poche occasioni da rete, 

Leggi tutto

Torna in corsa il San Michele che batte di misura il Sermoneta nel match piu’ atteso della giornata e si avvicina a due lunghezze dalla vetta, ora occupata dagli stessi gialloblu in coabitazione con la Sa.Ma.Gor., vincente per 3-1 sulla Virtus Lenola. I borghigiani fanno loro un match equilibrato e con poche occasioni da rete, sfruttando l’unica incertezza della retroguardia (in questo caso del portiere Perna) ospite. All’undici di Campagna è mancato per tutto il match, ed ancor di piu’ nell’assalto finale, un centravanti di peso che potesse dar fastidio alla rognosa coppia centrale del San Michele, formata da De Bonis e Ciampini (il match-winner della gara).

BRIVIDI IN AVVIO – Il Sermoneta parte meglio ma è il San Michele ad avere le migliori occasioni in avvio: al quarto d’ora la punizione di Palmacci viene impattata perfettamente da Bulboaca. Il colpo di testa ad incrociare del romeno però si stampa sulla traversa a Perna ampiamente battuto. Un minuto dopo è Coletta a concludere a lato dal limite. I gialloblu si scuotono e si fanno vivi col solito De Simone: la zuccata del capitano su punizione di Pinti però si perde sopra la traversa. Nel finale di tempo è lo stesso Pinti a mettere i brividi alla difesa borghigiana con uno splendido assolo concluso però da un inspiegabile passaggio al centro piuttosto che da una conclusione a rete da posizione favorevolissima.

CIAMPINI GOL – La ripresa si apre con lo stesso copione della prima frazione. Tanta battaglia a centrocampo ma poche emozioni. Ci vuole un episodio per sbloccare il match e puntuale arriva al minuto nove: Palmacci batte una punizione apparentemente innocua dalla trequarti. La traiettoria, molto lunga, costringe però Perna ad arretrare durante la presa e poi a lasciare il pallone per paura di finire in porta con la sfera; Ciampini, appostato a pochi passi, non si lascia sfuggire l’occasione e insacca. I gialloblu provano a svegliarsi. Campagna avanza De Simone a centrocampo (nel finale giocherà anche da punta), ma le occasioni scarseggiano.

ASSALTO SERMONETA – L’unico che crea un pò di scompiglio è Pinti, prima con una punizione respinta da Pepe e poi con un angolo teso che rimpalla su Martellacci, costringendo il portiere del San Michele alla grande deviazione in controtempo.

BRUTTO FINALE – I padroni di casa pungono in contropiede con un Palmacci imprendibile negli spazi, ma non chiudono il match e proprio al 90′ gli ospiti hanno la grande chance con Aquilani che però spara su un fantastico Pepe in uscita disperata. Il tutto prima della brutta rissa finale, innescata da una lite tra Birk e Pozzobon, ma che poi ha coinvolto praticamente tutti, panchine comprese. Il conseguente rosso allo stesso Birk e a De Bonis chiude un match che segna la fine dell’imbattibilità stagionale del Sermoneta.

CHI SALE… E CHI SCENDE…

SAN MICHELE 

CHI SALE – Paolo Palmacci: Note di merito per il match-winner Ciampini e per tutta la difesa borghigiana ma alla fine il migliore è Palmacci. E’ lui a dare il cambio di marcia ad ogni azione del San Michele, oltre che a provocare il gol-vittoria con la velenosa parabola non trattenuta da Perna. Sopra di un gol, poi, si dimostra letteralmente imprendibile negli spazi.

SERMONETA

CHI SALE – Franco Pinti: In un match in cui è tutto il Sermoneta a sembrare sottotono da lodare la voglia di Franco Pinti. L’ex di turno si sbatte e dimostra di essere l’unico in grado di regalare il cambio di passo alla formazione di Campagna. Alla fine non combina tantissimo, ma almeno ci prova.

CHI SCENDE – Christian Perna: Quando a decidere il match è un errore di un singolo, tutti gli occhi sono puntati su di lui. A scendere quindi non può essere altri che Christian Perna. Dispiace perchè l’estremo difensore del Sermoneta è sicuramente uno dei migliori del campionato. Un errore può capitare a tutti, ma in questo caso è stato decisivo.

IL TABELLINO

SAN MICHELE – SERMONETA 1-0
San Michele:
Pepe, Bulboaca, Gigli, De Bonis, Ciampini, Coletta, Sarra, Rango, Santoni (31’st Critelli), Palmacci, Bologna (36’st Pozzobon). A disp.: Vergara, Mancini A., Riello, Bonanni, Mancini L. All.: Giovannelli.
Sermoneta: Perna, Bozza, Notari, Cappelletti, De Simone, Martellacci (41’st Tittoni), Sampaolo (20’st Birk), Paniccia, Cocco (20’st Aquilani), Pinti, Pantuso. A disp.: Salate, Cargnelutti, Vitiello, Lucci. All.: Campagna.
Arbitro: Roccon di Cassino.
Marcatori: 9’st Ciampini.
Note: espulsi: Birk e De Bonis al 50’st per reciproche scorrettezze; ammoniti: Gigli, Rango, Bologna (SM), De Simone, Pinti, Aquilani (S).

Lascia un commento