Scauri Minturno, il peggio sembra alle spalle

La quiete dopo la tempesta. Il titolo della famosa poesia di Giacomo Leopardi sembra calzare a pennello con la situazione dello Scauri Minturno. Dopo aver rischiato anche di scomparire dal panorama calcistico, la squadra tirrenica di mister Sessa è uscita indenne dalla tempesta di queste ultime settimane e ora, alla vigilia del derby contro il 

Leggi tutto

La quiete dopo la tempesta. Il titolo della famosa poesia di Giacomo Leopardi sembra calzare a pennello con la situazione dello Scauri Minturno.
Dopo aver rischiato anche di scomparire dal panorama calcistico, la squadra tirrenica di mister Sessa è uscita indenne dalla tempesta di queste ultime settimane e ora, alla vigilia del derby contro il Cassino della quattordicesima giornata di campionato, vede finalmente la luce.

SI VEDE UNA LUCE – Il crack finanziario societario al momento è scongiurato grazie all’entrata in campo dell’ex presidente ai tempi dell’Eccellenza, ex bandiera da giocatore, attuale assessore al demanio, sport e turismo del Comune di Minturno e attuale vice presidente Figc Lazio, Pino Russo. L’assessore, insieme con l’amministrazione comunale, affianca quindi la società minturnese garantendo un minimo di contributi necessari per portare avanti il progetto fino al termine di questa stagione sportiva.

A CASSINO CON PIU’ TRANQUILLITA’ – Una buona notizia per i ragazzi di mister Sessa che domani saranno di scena nel derby contro il Cassino senza lo stesso tecnico, squalificato, e gli infortunati Sica e De Mari. “Affrontiamo con grande entusiasmo le prossime partite fondamentali per questa nuova fase del campionato e per la storia del calcio minturnese – spiega il diesse Cogliandro – Speriamo di portare fino in fondo questo progetto ambizioso. Sarebbe stato un peccato rompere questo giocattolo e mi auguro che gli imprenditori o i cittadini qualunque si facciano avanti per il futuro. Noi siamo aperti a tutti e vogliamo che la città stia vicino a questi ragazzi.”

Marco Iannotta

Lascia un commento