Lucio Bruno: “Abbiamo preso il meglio”

Due arrivi di qualità. Al Podgora servivano rinforzi per il reparto arretrato e Lucio Bruno non si è fatto pregare, portando in gialloblu Mirko Reccolani e Gianni Aquilini, quest’ultimo con un passato anche in Serie B con la Cremonese (due presenze): “Crediamo di aver preso il meglio che c’era in questo mercato di dicembre – 

Leggi tutto

Due arrivi di qualità. Al Podgora servivano rinforzi per il reparto arretrato e Lucio Bruno non si è fatto pregare, portando in gialloblu Mirko Reccolani e Gianni Aquilini, quest’ultimo con un passato anche in Serie B con la Cremonese (due presenze): “Crediamo di aver preso il meglio che c’era in questo mercato di dicembre – afferma Lucio Bruno – Su tredici gare per ben nove volte siamo andati sotto di un gol, quindi è chiaro che eravamo in difficoltà in quella zona del campo. A questo punto del campionato con la classifica che ci vede al comando mi sembra obbligatorio crederci, anche se il torneo è ancora lungo. Ho saputo che Ciampino, Almas Roma, Casalotti e Canarini Rocca di Papa hanno rinforzato i loro organici, quindi da domenica prossima parte il vero campionato. Vogliamo esserci anche noi, se possiamo anticipare di un anno il salto in Eccellenza abbiamo il dovere di provarci. Ringrazio quei giocatori che ci hanno lasciato, in primis Walter Pelle, il suo arrivederci era già stato programmato a settembre. Il giocatore merita ancora di giocare in categorie superiori con l’opportunità di avere rimborsi adeguati alla categoria; da noi si è comportato da vero professionista. Stesso discorso per Policriti, Barbierato (accasatisi entrambi al Montello, ndr) e Carboni, grazie davvero”.

UN GIRONE DURO – Il Podgora è al comando della classifica con due punti di vantaggio dal Rocca Di Papa che mercoledì nel recupero ha battutto l’Olimpia per 3-1. “E’ un’altra concorrente alla vittoria finale, anche loro hanno comprato tre giocatori di categoria superiore – continua Lucio Bruno – continuo a essere più convinto a maggior ragione dopo il mercato di riparazione anche se, questo è il girone più difficile. Adesso noi dobbiamo solo pensare a lavorare come sempre con la massima professionalità; la nostra società non farà mai mancare nulla ai ragazzi; le componenti per fare bene fino alla fine ci sono tutte”.

Paolo Annunziata

Lascia un commento