Giovannelli: “Non siamo una sorpresa”

Dopo l’addio di Ziroli in estate e una minirivoluzione in rosa non tutti erano convinti della forza di questo San Michele ma, con Giovannelli in panchina, la formazione borghigiana si sta confermando ad alti livelli. La vetta è decisamente alla portata e lo scontro diretto con il Sermoneta di domenica potrà dare sicuramente ulteriori risposte 

Leggi tutto

Dopo l’addio di Ziroli in estate e una minirivoluzione in rosa non tutti erano convinti della forza di questo San Michele ma, con Giovannelli in panchina, la formazione borghigiana si sta confermando ad alti livelli. La vetta è decisamente alla portata e lo scontro diretto con il Sermoneta di domenica potrà dare sicuramente ulteriori risposte a questo campionato.

LE PAROLE DEL MISTER – Roberto Giovannelli, tornando sui pronostici estivi, allontana l’etichetta di squadra sorpresa: «Sto facendo il mio lavoro – afferma l’ex tecnico dell’R11 Latina – ho una grande squadra con grosse potenzialità. Facciamo il nostro campionato senza sentirci sorpresa». Dopo la sconfitta con l’Hermada contro il Sermoneta non ci si giocherà la vetta ma si tenterà solo di accorciare sulla capolista: “Il ko di domenica brucia molto – prosegue Giovannelli – avevamo fatto una grande rimonta e poi abbiamo vanificato tutto allo scadere. Certo le sconfitte bruciano sempre, l’Hermada poi è una buona squadra che gioca molto bene. Penso che può rientrare nella lotta per il vertice perché non è vero che le favorite sono solo tre. Insieme all’Hermada aggiungerei anche il Lido dei Pini, una grande squadra. Dal canto mio posso ritenermi lusingato dall’occasione di poter lavorare per questa società, ti lasciano lavorare con molta tranquillità. Vediamo poi come andrà a finire perché è il campo che decide tutto. Sono abituato a non guardare mai in casa degli altri, posso dire di avere una squadra che può arrivare fino in fondo. Lavoriamo quotidianamente con la voglia di arrivare in vetta, tentiamo il massimo». Per raggiungerla potrebbe esserci anche l’aiutino del mercato, aperto proprio ieri. In uscita intanto c’è stato già Angelo Delle Donne: «A livello di rendimento di squadra ci stava dando una grossa mano – conclude Roberto Giovannelli – i numeri parlavano chiaro. Non conta solo quello però, contano anche altri aspetti. In entrata se capita qualcosa al caso nostro ci faremo trovare pronti per il momento non c’è niente di nuovo. Sarà un mercato difficile, i giocatori buoni stanno tutti bene nelle loro società».

Stefano Scala

Lascia un commento