La rabbia di Stefano Liquidato

SANDERRA (Campobasso-Latina 0-1) – Abbiamo vinto una gara molto difficile, su un campo ostico e contro una squadra in salute. La squadra ha saputo anche soffrire ed è stata brava a capitalizzare al massimo il gran gol di Polani. Nella ripresa il Campobasso pur tenendo palla non ci ha mai impensierito, siamo stati praticamente perfetti. 

Leggi tutto

SANDERRA (Campobasso-Latina 0-1) – Abbiamo vinto una gara molto difficile, su un campo ostico e contro una squadra in salute. La squadra ha saputo anche soffrire ed è stata brava a capitalizzare al massimo il gran gol di Polani. Nella ripresa il Campobasso pur tenendo palla non ci ha mai impensierito, siamo stati praticamente perfetti. Alla vigilia avevo delle sensazioni molto positive: eravamo concentratissimi e decisi a fare risultato pieno. Ancora una volta la fase difensiva è stata eseguita in modo impeccabile, grazie al lavoro di tutti. Chi ha giocato ha dimostrato come questo gruppo sia formato da tutti possibili titolari: si tratta di una caratteristica che fa del Latina una squadra vera. Faccio i complimenti al Campobasso che ha lottato fino alla fine: penso che da qui alla fine in pochi riusciranno a portare via punti da questo campo. Peccato per l’infortunio a Polani e per l’espulsione a Cafiero. Ora con la sosta potremo lavorare per ricaricare le batterie e farci trovare pronti alla ripresa quando al Francioni arriverà la Neapolis. Siamo riusciti ad incrementare il vantaggio in classifica proprio in una giornata che sulla carta doveva essere favorevole alle inseguitrici: abbiamo dato un bel segnale di forza e solidità.

LIQUIDATO (Pomezia-Fondi 1-1) – Sono molto arrabbiato per la vittoria sfumata nel secondo tempo. Ho L’impressione che stiano facendo di tutto per rovinare un giocattolo che funziona alla perfezione come il Fondi. Non è possibile che ci venga fischiato contro un rigore a partita. Anche stavolta c’è stato un rigore molto generoso per gli avversari ma soprattutto una grande disparità di giudizio nel valutare alcuni episodi simili. Ad esempio loro hanno avuto delle punizioni a favore che a noi sono state negate. L’espulsione di Agostinelli? Molto severa. Il secondo giallo lo prende per un fallo di mano da distanza molto ravvicinata. Di solito in questi casi non lo si giudica volontario, invece a lui è costato l’espulsione. Ciò non toglie che sia stato protagonista di una grandissima partita. Ha giocato da centravanti, ha segnato un eurogol e ne ha salvato un altro sulla linea. Peccato davvero per l’espulsione che gli farà saltare la prossima partita. Sicuramente prima della partita sia io che l’intero ambiente avremmo firmato volentieri per un pareggio. Il Pomezia stava attraversando un ottimo momento di forma, veniva da tre vittorie consecutive e voleva rimanere attaccato alle prime della classe. Però per com’è andata la gara, non posso negare che questo risultato non mi soddisfi a pieno. Un punto ci aiuta a muovere la classifica ma credo che avremmo meritato qualcosa in più. Purtroppo quest’anno non sempre siamo stati fortunati sugli episodi. Durante la sosta avremo modo di recuperare le energie fisiche e mentali e magari anche qualche infortunato, dopodiché cominceremo a pensare al Trapani che è una squadra molto forte, un’avversaria di tutto rispetto. Dovremo dare il massimo per regalare ai nostri tifosi, che anche oggi ci hanno seguiti in massa e ci hanno sostenuti dal primo all’ultimo minuto, la prima vittoria casalinga. Se la meritano. Spero di poter rimanere a lungo in questa società e in questa città che ormai mi ha adottato. Tra me e la società c’è unità di intenti e di obiettivi, ci sono tutti i presupposti per restare qui molto a lungo.

MELCHIONNA (Pomigliano-Gaeta 1-2) – Vittoria meritata. I ragazzi hanno giocato un’ottima partita su un campo molto difficile ed era un anno che non perdeva in casa il Pomigliano. Ho visto tanta fame di punti, siamo riusciti a vincere mostrando anche un buon calcio e credo che la squadra abbia regalato una grande soddisfazione alla società e tifosi. Questo è lo spirito giusto di una città che vuole e che può raggiungere traguardi importanti.

PROMUTICO (Vigor Cisterna-Formia 3-2) – Complimenti davvero al Formia, non mi aspettavo proprio una squadra così forte e ben messa in campo, abbiamo sofferto più del dovuto, soprattutto dopo aver fatto il gol dell’apparente sicurezza. Dovevamo addormentare la partita ma non ci siamo riusciti, resta comunque un’ottima prova del collettivo. Abbiamo sofferto un po’ a centrocampo, complice anche il loro metodo di gioco che prevedeva prevalentemente il lancio lungo a cercare le punte. Senza Frasca, poi, e con un Favano ancora non al meglio, ci mancava un interditore sulla mediana che recuperasse palla e mettesse ordine. Dove vogliamo arrivare? Per ora da nessuna parte. Abbiamo fissato una data precisa, più precisamente a fine dicembre. Solo allora ci fermeremo e tireremo le somme di quanto fatto fino a quel punto. Se staremo in ballo continueremo a ballare, ma per ora pensiamo solamente a noi stessi senza fare troppi calcoli rispetto a quelli che sono i risultati delle pretendenti al titolo.

TERSIGNI (Vigor Cisterna-Formia 3-2) – La Federazione deve capire che anche in queste categorie c’è gente che investe nel calcio e lo fa come mestiere. Non si può rovinare una bella gara come quella di oggi solo perchè è stata inviata una terna non all’altezza della situazione. Mi riferisco a tanti piccoli episodi chiave. Il rigore che non ci è stato dato per un fallo di mani in area evidente, oppure l’espulsione non accordata a Borrino che ha rifilato una gomitata ad un nostro giocatore; insomma, credo davvero che questa nostra bella prestazione sia stata viziata da una direzione arbitrale che ha influito sul risultato. Un vero peccato, visto che avevamo giocato davvero un’ottima partita. Sono contento per la prestazione offerta dai ragazzi e fiducioso per il proseguo della stagione. Oggi abbiamo dimostrato di poter infastidire qualsiasi tipo di squadra e quindi di poter uscire da una situazione di classifica difficile quale quella attuale.

CAMPAGNA (Sermoneta-Samagor 2-1) – Adesso ci godiamo questa settimana in testa da soli. Abbiamo interpretato molto bene la gara e ho visto un grande spirito di sacrificio da parte di tutti quanti

CIARAMELLA (Sermoneta-Samagor 2-1) – La partita è stata condizionata dall’episodio iniziale dopo il quale il Sermoneta ha preso coraggio e impostato la partita su veloci ripartenze. Abbiamo affrontato un avversario compatto, forte e quadrato: in settimana cercheremo di capire cosa non ha funzionato.

GIULIANI (Bella Farnia-Norma 3-1) – Non è stato un arbitraggio all’altezza. Il Bella Farnia è una squadra fortissima e non ha certo bisogno di aiuti arbitrali come ce ne sono stati oggi. Ci è stato fischiato tutto contro e non possiamo più sopportare un simile trattamento che, tra l’altro, continua da parecchie giornate a questa parte

IANNARILLI (Bella Farnia-Norma 3-1) – Senza cinque titolari devo dire che ci siamo comportati molto bene. Squadra solida e pronta alla battaglia. Mi è piaciuto il carattere, anche se dobbiamo cercare di gestire meglio i momenti decisivi e senza cali di tensione. Per quanto riguarda l’arbitraggio, credo che ci manchino due calci di rigore grossi come una casa. Credo sia inesatto parlare di un fischietto di parte. Siamo contenti di questo primato e ci godiamo questa settimana a +3, ma non è stato fatto nulla. Ho visto il Vallemarina e devo dire che è davvero una grande squadra, nonostante la sconfitta. Sarà una lotta lunga: l’importante sarà comunque arrivare in Prima categoria.

CONTESTABILE (Sporting Terracina-Real Vallemarina 2-1) – Il primo tempo abbiamo giocato bene e pagato caro un errore di attenzione nella ripresa potevano e dovevamo far meglio. Prima o poi una battuta d’arresto ci poteva stare, questa gara ci deve servire da lezione

CARINGI (Sporting Terracina-Real Vallermarina 2-1) – Nonostante oggi abbiamo ottenuto un grande risultato che ci gratifica, oltre a darci una consapevolezza maggiore nei nostri mezzi, sono amareggiato dal comportamento del dirigente comunale dell’ufficio dello sport di Terracina, il quale ha autorizzato un altra società, che è titolare assegnatario di campo comunale diverso da questo, a giocare una partita giovanile lasciando tra l’altro gli spogliatoi alle 13.15 in modo poco igenico. Noi come società siamo rammaricati per questa mancanza delle autorità competenti in una partita importante come quella di oggi.

Lascia un commento