Morbidelli tuona ancora

Non si placa l’indignazione del presidente Alessandro Morbidelli riguardo arbitraggi non sempre soddisfacenti che sta subendo il suo Bella Farnia. Il patron dei biancoverdi, già domenica al termine dell’incontro vinto dai suoi in casa del Montenero, aveva esternato tutto il proprio rammarico: «Intanto, ci tengo a precisare una cosa importante – esordisce Morbidelli – La 

Leggi tutto

Non si placa l’indignazione del presidente Alessandro Morbidelli riguardo arbitraggi non sempre soddisfacenti che sta subendo il suo Bella Farnia. Il patron dei biancoverdi, già domenica al termine dell’incontro vinto dai suoi in casa del Montenero, aveva esternato tutto il proprio rammarico: «Intanto, ci tengo a precisare una cosa importante – esordisce Morbidelli – La mia rabbia non era affatto riferita al Montenero, squadra sportiva e leale a cui ribadisco la mia grande simpatia. E’ stata una partita maschia e agonistica come se ne vedono tante, ma il fatto che non ho mandato giù è stato l’arbitraggio che, come sempre, è stato evidentemente a nostro discapito. Come succede da molte settimane a questa parte, infatti, oltre ad essere inadeguati, gli arbitri hanno sempre fatto ostruzionismo nei nostri confronti fischiandoci rigori inesistenti contro e non accordandocene alcuni davvero troppo evidenti. Senza contare falli e cartellini non dati agli avversari che, giustamente, cavalcano di volta in volta la situazione favorevole. Insomma, se qualcuno ha deciso, là in alto, di farci arrivare al secondo posto, lo dicesse subito. Ho costruito una squada di ragazzi fantastici che stanno dando il massimo. Sono soddisfatto, ma ho come una brutta sensazione che mi fa dire che qualcosa alla fine non andrà per il verso giusto, ma non certo per nostri demeriti. La cosa più brutta sarebbe perdere il campionato per eventi che esulano dalla nostra volontà. Spero che queste mie parole arrivino a chi di dovere, e che qualcosa possa cambiare al più presto».

Lascia un commento