Sanderra: “Alla fine è un buon risultato”

SANDERRA (Vibonese-Latina 2-2) – Abbiamo dato vita ad una prestazione importante e alla fine anche il pareggio è un buon risultato: su questo campo non è facile giocare. Dopo aver preso il gol per un infortunio del portiere, abbiamo attraversato 10 minuti di confusione, ci siamo innervositi e non siamo riusciti a giocare come sappiamo. 

Leggi tutto

SANDERRA (Vibonese-Latina 2-2) – Abbiamo dato vita ad una prestazione importante e alla fine anche il pareggio è un buon risultato: su questo campo non è facile giocare. Dopo aver preso il gol per un infortunio del portiere, abbiamo attraversato 10 minuti di confusione, ci siamo innervositi e non siamo riusciti a giocare come sappiamo. Poi nella ripresa, come già successo in passato, abbiamo iniziato a macinare gioco e trovato due grandissimi gol. Peccato per quell’episodio del calcio di rigore, avevamo la gara in pugno. Il rigore? Non mi piace commentare la direzione dell’arbitro, non parlo mai del direttore di gara, ma Farina mi ha assicurato che non c’era. Era la prima volta che andavamo sotto e posso dire che questa squadra sa anche reagire: a parte quei dieci minuti successivi allo svantaggio, per il resto siamo andati benissimo. Il pareggio, comunque, è il risultato più giusto. La squadra ha dimostrato di poter sopperire anche alle assenze: Gasperini è andato benissimo sulla corsia di destra ed anche Koné, nonostante questa non fosse proprio la sua gara, ha disputato una buona prestazione. Nel complesso il gruppo si è dimostrato all’altezza delle precedenti occasioni. Restiamo primi in classifica e per giunta, dopo la sconfitta del Trapani, siamo anche l’unica squadra ancora imbattuta.

MAIETTA (Vibonese-Latina 2-2) – Resta il rammarico per aver pareggiato una gara che avremmo meritato di vincere sia per le azioni create, sia perché il pareggio è giunto su un episodio molto dubbio: per quanto ho visto io il rigore concesso ai celabresi è stato molto generoso. Resta, comunque, la soddisfazione per la prestazione fornita dalla squadra, che ha dimostrato carattere e voglia di lottare. Alla fine va bene così visto che siamo ancora in testa alla classifica in solitudine.

SORGENTE (Ostuni-Gaeta 0-1) – La squadra ha dimostrato di avere carattere e attributi. C’è stato un atteggiamento che da un certo punto di vista ci rafforza per il futuro. Non era facile oggi vincere ad Ostuni, sapevamo di giocare in un clima molto ostile. Questo risultato ci rincuora perchè finora eravamo stati accusati di avere poco carattere e quindi credo che questa dimostrazione sia molto importante per il futuro.

PELUCCHINI (Borgo Flora-Atletico Sabotino 2-1) – Sono contento. Siamo stati cinici e, soprattutto, non abbiamo mollato mai. Conoscevo bene il Sabotino perchè ho visto le loro prime tre partite interne. Sapevo di trovare una squadra che corre tanto e macina gioco. Sono indubbiamente superiori a noi, perchè squadra più rodata e che già si conosce a memoria. Noi, però, siamo stati bravi ad attenderli e colpire nelle occasioni che abbiamo avuto. Sono soddisfatto soprattutto del nostro secondo tempo, in cui abbiamo messo cuore e grinta. Per ora mi accontento di questo, anche se dobbiamo lavorare ancora tanto, soprattutto sulla parte atletica, visto che ho trovato tanti giocatori non al meglio delle condizioni fisiche». E alla domanda se avesse o meno meritato il Sabotino, Pelucchini non ha dubbi: «Non mi sembra, visto che a parte il gol ed un’altra occasione, Cipriani non ha dovuto fare particolari parate.

SORRENTINO  (Borgo Flora-Atletico Sabotino 2-1) – Chiedo scusa a tutti per il mio intervento che è da condannare a prescindere, ma a maggior ragione perchè fatto su un amico come Lorenzo Proia. Così ho rovinato quella che secondo me è stata una buona prestazione.

GESMUNDO (Borgo Flora-Atletico Sabotino 2-1) – Che cosa posso dire? Voglio elogiare i miei per l’ennesima ottima prova. Abbiamo tenuto in mano il pallino del gioco, costruito tante azioni e dominato la partita. Quando però sbagli per due volte l’occasione per chiudere la partita e i tuoi avversari segnano agli unici due affondi della loro partita, c’è davvero poco da commentare. La squadra, lo ripeto, gira bene e risponde ai miei dettami tattici. Per fare il salto di qualità dobbiamo acquisire la dovuta cattiveria in area di rigore.


CAMPAGNA (Sermoneta-Hermada 2-2) –
E’ stata una gran bella partita siamo partiti bene, ma nella ripresa ovviamente abbiamo sofferto un pò. Però quando si è in vantaggio a cinque minuti dalla fine dobbiamo imparare a prendere meno gol: è fondamentale mantenere alta la concentrazione fino alla fine. In altre circostanze siamo stati noi a trovare il gol alla fine, invece oggi (ieri, ndr) lo abbiamo subito noi.

LAURETTI (Sermoneta-Hermada 2-2) – Abbiamo affrontato una grande squadra e considerando le condizioni in cui ci siamo arrivati va benissimo il punto preso. Per noi non era facile giocare dopo l’espulsione di Bruni, ma nel momento del bisogno abbiamo dato una bella risposta i campo

MORBIDELLI (Montenero-Bella Farnia 0-1) – Innanzitutto faccio i complimenti ai ragazzi per la splendida prova di carattere offerta Ma mi preme sottolineare una cosa che sembra ormai palese dopo sei giornate, ovvero il fatto che questa squadra non è affatto tutelata dagli arbitri. Da qualche settimana a questa parte siamo sistematicamente malmenati dagli avversari senza che il direttore di gara prenda provvedimenti. Insomma, se qualcuno dall’alto ha già deciso di farci arrivare al secondo posto, che lo dicesse subito, così magari punteremo alla promozione magari comprando un titolo invece di faticare, sudare ed investire tanti soldi per fare calcio e farlo a certi livelli come sto facendo io.

COLLALTI (San Raffaele Fondi-Marina Club 0-1) – Un sentito grazie a tutto lo staff del San Raffaele – esordisce Collalti – per la loro umanità – concludendo poi – grazie anche ad Angelo De Meo (mister del campodimele, ndr) che oggi era a vedere la partita e si è subito messo a disposizione per velocizzare il lavoro dei soccorsi.

DE LAURENTIIS (Don Bosco Gaeta-Ausonia 3-1) – Oggi era importante vincere per noi si incomincia a vedere la mano di mister Salipante sulla squadra. queste due settimane passate non sono certo un motivo di vanto per noi ma ci possono aiutare a fare crescere per far si che la squadra non incappi più in questi errori la prossima gara giocheremo di nuovo in casa contro il San Raffaele, giocheremo per centrare la seconda vittoria consecutiva.

Lascia un commento