R2, vietato sbagliare

Da qualche settimana ha preso il via anche il campionato di TERZA CATEGORIA e mai, come nelle ultime stagioni, il livello di competitività e attenzione è evoluto e cresciuto allo stesso tempo. Capostipite di questa nuova importante realtà è l’R2 PICCARELLO, sodalizio che ha sede nel cuore della Latina calcistica. Il club biancoazzurro è al 

Leggi tutto

Da qualche settimana ha preso il via anche il campionato di TERZA CATEGORIA e mai, come nelle ultime stagioni, il livello di competitività e attenzione è evoluto e cresciuto allo stesso tempo. Capostipite di questa nuova importante realtà è l’R2 PICCARELLO, sodalizio che ha sede nel cuore della Latina calcistica. Il club biancoazzurro è al suo secondo anno di attività con ragguardevoli soddisfazioni e nuovi obiettivi da centrare. Abbiamo incontrato ALBERTO NOVELLI, vero protagonista della società rinvigorita dal presidente Di Matteo: « Sarà una stagione che dovrà portare convincenti conferme. Abbiamo una società ben strutturata in cui ogni membro occupa un posto ben preciso e si dedica in maniera diligente e puntuale all’obiettivo assegnatogli. La nostra avventura è cominciata la scorsa stagione, con il primo anno in Terza Categoria, con il chiaro intento di far tornare all’attenzione di un tempo un club come lo storico “R2”. Ognuno di noi ce la sta mettendo tutta per portare a compimento questo bellissimo progetto.

ORA LA CONSACRAZIONE – Non posso che ringraziare il presidente Di Matteo, che già a partire dallo scorso anno ci ha messo a disposizione tutto l’occorrente di carattere sportivo e organizzativo per poter lavorare speditamente e senza difficoltà di alcun tipo. Se la scorsa stagione è stata di assestamento (con notevoli risultati a supporto), questa deve essere l’annata della consacrazione: abbiamo i mezzi per poter lottare fino alla fine per il salto verso categorie più ambite e preziose. Il parco calciatori – continua il dirigente R2 – ci permette di poter pensare davvero in grande: hanno accettato con entusiasmo diversi elementi che, per la loro caratura tecnica e umana, non avrebbero alcuna difficoltà a disputare campionati superiori a livelli più che buoni. Si stanno creando i presupposti per un ambiente sereno e, perché no, ambizioso al punto giusto. La gara con il Città di Maenza? Match senz’altro duro, a cui ci siamo preparati attentamente e in maniera intensa, sia dal punto di vista psicologico sia da quello atletico e fisico. Coach Smorgon ha lavorato bene in settimana e puntiamo a toglierci delle belle soddisfazioni già a partire da sabato sera. ». Sfida dagli spunti notevoli quella a cui prenderanno parte le due squadre a via Londra a Latina, piena di caratteristiche utili e interessanti per un match tutto da gustare.

di Agostino Madonna

Lascia un commento