Viste da noi. Calcio Sezze la serenità di fare centro

Se la montagna non va a Maometto, Maometto va alla montagna. E’ proprio il caso di dire che il noto proverbio si sposa perfettamente con la gara del “Fontanelle” tra Polisportiva Calcio Sezze e Montenero. Un match ampiamente dominato dalla squadra setina, che però, a dispetto del risultato finale, ha raccolto molto meno di quanto 

Leggi tutto

Se la montagna non va a Maometto, Maometto va alla montagna. E’ proprio il caso di dire che il noto proverbio si sposa perfettamente con la gara del “Fontanelle” tra Polisportiva Calcio Sezze e Montenero. Un match ampiamente dominato dalla squadra setina, che però, a dispetto del risultato finale, ha raccolto molto meno di quanto abbia seminato nel corso dell’incontro. Sono comunque tre punti fondamentali per il prosieguo della stagione, punti che muovono la classifica verso l’alto. Piena la soddisfazione di tutto lo staff @Sezze, in virtù di un ruolino di marcia casalingo da far invidia alle “grandi” del girone.

IMMANCABILE GENEROSITA’ – Coach Fulvio Ciarlo opta per un camaleontico 4-2-3-1 con Petrianni a fare da spalla offensiva all’ariete Micheli: Salnitro & Molinari (all’esordio assoluto tra le mura di casa) pronti a sfruttare, sulle fasce, gli eventuali errori difensivi avversari. Montenero, con coach Amadio assente, in campo con un prudente 4-4-1-1 che prevede Florian in appoggio all’unica punta Mancini. Pioggia leggera nei primi dieci minuti, con aumento di intensità nel corso delle stessa prima frazione. La Polisportiva non teme le avverse condizioni, cercando immediatamente di sbloccare a suo favore la situazione, ma trova sulla sua strada un grandissimo D’Onofrio, in giornata di grazia. Salnitro prima, Petrianni poi permettono al portiere monteneriano di esibirsi in ammirevoli interventi plastici. Montenero che non passa quasi mai la propria metà campo, facendo particolare attenzione alla sola fase difensiva. Tuttavia, proprio al 37’, Mancini sfrutta una disattenzione della retroguardia rossoblu, depositando in rete mediante una spaccata (sospetta la posizione di partenza, fuorigioco dubbio non ravvisato dal direttore di gara). Polisportiva sotto & risultato da rincorrere. Ci pensa Tonino Centra (in grande spolvero), tre minuti più tardi, a far tornare i conti in assoluto equilibrio con una encomiabile bordata mancina dai trenta metri che sorprende l’incolpevole D’Onofrio: palla nel sette & 1:1. Si va così all’intervallo con lo score in perfetta parità.

TENACE POLISPORTIVA – Le compagini si ripresentano in campo ripetendo l’identico canovaccio messo in pratica nella prima frazione. Solamente che, in questo frangente, la Polisportiva cura con maggior diligenza la fase di interdizione, prestando molta più attenzione alla seppur timide ripartenze degli ospiti. Si decide di chiudere i giochi immediatamente: Montenero schiacciato nella propria trequarti & azione corale dei rossoblu di casa che porta D’Onofrio a perdere il pallone in piena area per il tap-in vincente di Salnitro dopo appena due minuti trascorsi dal ritorno sul terreno di gioco. Per nulla doma, la squadra del patròn Roberto Rossi insiste nella sue percussioni offensive regalando ai propri tifosi (accorsi in massa nonostante le cattive condizioni climatiche) momenti di puro spettacolo: la punizione di capitan Di Emma, il colpo di testa di Micheli, la botta dalla distanza di Salnitro e ancora lo stesso Carlo Micheli nell’area piccola finiscono per decretare il portiere avversario D’Onofrio migliore in campo. Al triplice fischio del signor Miele scoppia la gioia dei ragazzi di coach Ciarlo, al secondo successo casalingo consecutivo su tre gare disputate. Una vittoria che rinvigorisce il morale di un club che continua a mietere successi, dal settore giovanile alla prima squadra.

POLISPORTIVA CALCIO SEZZE – MONTENERO 2-1

POL.SEZZE (4-2-3-1) : Botticelli; L.Caiola, Panico, Di Emma, Taoder (46’ Baroni); Centra, Iafrate; Molinari (85’ Tasciotti), Petriani (37’ Vitelli), Salnitro; Micheli. A disp. Rossi, E.Caiola, Conti, Di Toppa. coach: Fulvio Ciarlo.
MONTENERO (4-4-1-1) : D’Onofrio; Cariani (82’ Tibaldo), Grillo, R.Capponi, De Cupis; A.Capponi (71’ Aufiero), Angri, Martufi, De Bellis (61’ Novelli); Florian; Mancini. A disp. Malandrin, Mereu, Calisi, Benetti. coach: Alessandro Dosio (coach in 2a di Roberto Amadio).
Marcatori: 37’ Mancini, 40’ Centra, 47’ Salnitro
Arbitro: Mario Miele (sez. Formia)
Note – ammoniti: Centra, Baroni, De Cupis, Angri

di Agostino Madonna

Lascia un commento