Colpo del San Michele, si ferma l’R11

Alla fine i tre punti sono andati alla squadra che ha messo in campo la giusta voglia di vincere, di combattere su ogni pallone e su un campo pesante e insidioso come era il «Parisotto» ieri, ma soprattutto di sacrificarsi nel momento del bisogno. Il Sermoneta, dunque, ha imposto la propria legge superando per 4-2 

Leggi tutto

Alla fine i tre punti sono andati alla squadra che ha messo in campo la giusta voglia di vincere, di combattere su ogni pallone e su un campo pesante e insidioso come era il «Parisotto» ieri, ma soprattutto di sacrificarsi nel momento del bisogno. Il Sermoneta, dunque, ha imposto la propria legge superando per 4-2 l’Atletico Bainsizza, inesorabilmente punito ad ogni leggerezza difensiva commessa. Contro una formazione del calibro dei lepini, da ieri nuovamente al comando della classifica del girone «G» in coabitazione con la Sa.Ma.Gor., nessuno può concedersi il lusso di prendere tre gol sugli sviluppi di altrettante rimesse laterali, tantomeno una squadra come quella di John Anthony Colucci che milita nella zona calda della classifica ed è ancora alla ricerca della prima affermazione stagionale. Pronti via e l’Atletico Bainsizza passa in vantaggio con Giarola: il numero dieci borghigiano arriva nei pressi del vertice sinistro dell’area avversaria e lascia partire una conclusione che una sfortunata deviazione di Cargnelutti manda alle spalle di Perna. Il Sermoneta non si scompone e cerca immediatamente di agguantare il pari, puntualmente raggiunto al 13’, quando Tomassi sgambetta Bego in area e causa il penalty con cui Pantuso sigla il momentaneo 1-1. Al 23’ la corazzata di Marco Campagna sfiora il vantaggio: Paniccia recupera palla a centrocampo, serve Pinti, che allarga subito per Sampaolo, il quale arriva ai sedici metri, ma strozza troppo il tiro, che viene comunque deviato in angolo da un avversario. Sul successivo corner, Paniccia, perfettamente appostato sul secondo palo, fa sponda per lo stesso Sampaolo, che rovescia sicuro di trovare il gol, ma invece trova l’opposizione di un avversario. Al 43’ Pinti calcia una punizione forte e tesa in area, ma nessuno trova il tempo giusto per la deviazione. La ripresa si apre con l’occasione di Marocchetti, il quale a pochi passi da Perna calcia a botta sicura, ma l’opposizione di un difensore gli nega la gioia del gol. Un minuto più tardi è Fabrizio a mancare l’appuntamento col gol da buona posizione. Tra il 55’ e il 59’ il Sermoneta piazza un micidiale uno-due con la doppietta di Bego, in entrambe le circostanze lanciato da Pinti direttamente da fallo laterale. Al 65’, però, l’Atletico Bainsizza accorcia le distanze con la prodezza di Cappelli che trova l’incrocio alla destra di Perna con un perfetto collo destro dal vertice destro dell’area. Negli ultimi venti minuti i padroni di casa non riescono a produrre il forcing finale e al 92’ Coia, appena entrato, sigla il definitivo 4-2.

SI RIALZA IL LATINA SCALO – IL Latina Scalo supera 4-2 il Monte San Biagio sul neutro del «Colavolpe B» di Terracina e torna al successo. I ragazzi di Alderisio Bartolomeo, invece, incappano nella terza sconfitta della stagione e scivolano al terzultimo posto, a più uno sul fanalino di coda Tor San Lorenzo. Le sei reti dell’incontro portano le firme di Di Giorgio, Tammaro e Paolella, tutti e tre autori di una doppietta. Al 7’ Di Giorgio sblocca il risultato con un diagonale dal vertice destro dell’area di rigore. Un quarto d’ora più tardi Tammaro corregge in rete un altro diagonale di Di Giorgio dalla sinistra, scatenando però la protesta dei padroni di casa che recriminano per la posizione di partenza dello stesso Tammaro. All’80’ Paolella accorcia le distanze con una staffilata sotto misura. Ma centoventi secondi più tardi Tammaro sigla il momentaneo 3-1 al termine di un sgroppata di trenta metri. Al novantesimo Paolella ridà vita alle speranze del Monte San Biagio con un’incornata vincente sugli sviluppi di un calcio di punizione di Raimondi. In pieno recupero Di Giorgio fissa il punteggio sul 4-2 dal dischetto.

COLPO GROSSO DEL SAN MICHELE – La truppa di Roberto Giovannelli, infatti, ha piegato per 1-0 la resistenza del Sonnino e agganciato l’Hermada al secondo posto della classifica, a meno due dalla coppia Sermoneta-Sa.Ma.Gor. Il gol-partita è arrivato al 40’ della prima frazione: Palmacci si è involato sulla sinistra, ha saltato due uomini e crossato per Delle Donne, che tutto solo a centro area ha insaccato di testa alle spalle di Corso. Gli ospiti si erano già resi pericolosi al 10’ e al 25’ con Bulboaca, il quale, in entrambe le circostanze, non ha trovato lo specchio da buona posizione. I padroni di casa, invece, hanno impegnato Pepe prima al 20’, con un colpo di testa di Bernardino, e poi al 40’ con un tiro-cross di Di Girolamo. La ripresa si è aperta con l’insidioso calcio di punizione di Reggio sventato dallo stesso Pepe. Col passare dei minuti il San Michele si è limitato ad agire di rimessa controllando l’offensiva del Sonnino. Finisce senza gol l’atteso scontro diretto tra la seconda forza del campionato, l’Hermada, e la capolista Sa.Ma.Gor. Le formazioni di Dario Lauretti e Gennaro Ciaramella, infatti, si dividono la posta al termine di una gara, che, contrariamente a quanto possa lasciar pensare il risultato, è stata tutt’altro che noiosa. Nella prima frazione è la Sa.Ma.Gor. a fare la partita. Al quarto d’ora De Chiara non trova lo specchio di testa su traversone di Riggi. Cinque minuti più tardi è proprio Riggi a non trovare l’impatto con la sfera sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Alla mezzora Prosseda arriva davanti a Gava, ma calcia in maniera troppo debole. Al 40’ l’Hermada si rende pericoloso con Beltramini: il numero sette rossoblu si invola verso l’area avversaria, ma calcia addosso a Lampacrescia in uscita. Nella ripresa, dopo l’espulsione di Pescuma, i padroni di casa alzano il baricentro della propria manovra, ma la retroguardia gialloblu tiene botta. Al 70’ Lecce manca l’appuntamento col gol, concludendo alto da pochi passi. Ma l’ultima occasione è per l’Hermada: all’85’ Del Monte si presenta a tu per tu con Lamprescia, che salva letterlamente il risultato rifugiandosi in angolo.

LENOLA SHOW, PRIMI PUNTI IN CAMPIONATO – E’ una Virtus Lenola nel segno del numero cinque. Dopo aver incassato cinque reti prima contro il Latina Scalo e poi contro il San Michele, la compagine di Francesco Pecchia si riscatta strapazzando il Montello con un 5-1 che non ammette repliche. I rossoverdi, dunque, colgono la prima vittoria della stagione e scavalcano in un colpo solo Atletico Bainsizza e Monte San Biagio, salendo a quota quattro. Pronti via e la Virtus Lenola passa in vantaggio con Vattucci che batte Fecchi con un preciso diagonale su assist di Strozza. Ma la gioia del gol dura soltanto centottanta secondi, visto che già al 6’ il Montello pareggia con Palmarini, che di testa risolve una mischia in area di rigore. Al 20’ i padroni di casa tornano avanti grazie al bolide scagliato dai venticinque metri da De Biase. Passano altri sette minuti e la Virtus Lenola si porta sul 3-1 con Di Giacomo, il quale batte per la terza volta Fecchi con una zuccata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 55’ i padroni di casa calano il poker ancora con Di Giacomo, che scarta addirittura il numero uno borghigiano e deposita il pallone in fondo al sacco. Ad un quarto d’ora dal novantesimo, Vattucci mette a segno il definitivo 5-1 al termine di un’insistita azione personale.UN Atletico Nettuno estremamente rimaneggiato perchè orfano di ben otto titolari tra squalificati e infortunati, impone il pari al Cedial Lido dei Pini, ancora alla ricerca della prima affermazione casalinga.I primi a passare in vantaggio sono proprio gli ospiti: al 60’, sugli sviluppi di un corner di Riitano, la sfera arriva a Jeva che calcia di prima intenzione battendo Zecchinelli con un bolide che si insacca dopo aver scheggiato la traversa. Dieci minuti più tardi i ragazzi di mister Panicci agguantano il pari con capitan Valerio Franco, a segno con un preciso tiro dai sedici metri.

R11, IMBATTIBILITA’ TERMINATA – Finisce l’imbattibilità dell’R11 Latina. La squadra di Maurizio Pinti esce sconfitta per 4-2 dal campo della Virtus Pomezia dopo essere addirittura andata in vantaggio al 20’ con Sannino, che deposita il pallone in fondo al sacco approfittando di un errore di Parente. Alla mezzora Ciaurelli colpisce il palo con un calcio di punizione dai sedici metri, mentre due minuti dopo il Pomezia trova il pari con Pasquali. I capitolini poi dilagano nella ripresa con Truini, autore di una doppietta, e Chianese. In chiusura Sannino firma la sua doppietta personale deviando in rete un cross dalla destra di Morelli. L’Atletico Castelforte rialza la testa. L’undici di Falso vince 2-1 e condanna alla terza sconfitta stagionale il Ceprano. Dopo soli sei minuti di gioco i ragazzi di mister Falso passano in vantaggio con Marsella, che pesca letteralmente il jolly della domenica dal limite dell’area di rigore al termine di una caparbia azione personale. Al 28’ Cattaneo viene atterrato in area e l’arbitro concede il calcio di rigore: lo stesso Cattaneo si incarica della battuta e non sbaglia. Ma duecentoquaranta secondi dopo, gli ospiti trovano il gol del 2-1 che resisterà fino al novantesimo con Carmine Capraro. Primo squillo dell’Airone Ardea. I ragazzi di Fabrizio Del Grosso si impongono per 3-1 nella tana del Tor San Lorenzo, salgono a quota cinque in classifica e lasciano gli avversari da soli in ultima posizione. Ad aprire le marcature è Ciccolini al 32’ con una stoccata vincente sotto misura. Cinque minuti più tardi Valenza raddoppia su calcio piazzato. Al 62’ Scardellato accorcia le distanze risolvendo una mischia in area di rigore, ma dopo centottanta secondi lo stesso Valenza chiude i giochi siglando il definitivo 3-1.

I TABELLINI

TOR SAN LORENZO – AIRONE ARDEA 1-3
Tor San Lorenzo: Bergami, Fabrizio (15’st Noro), Del Vecchio, Sorani, Ciani, D’Alessandro, Bernardini (20’st Palumbo), Tomei, Maldone (25’st Greco), Scardellato, Mancadimores. A disp.: Fortes, Mangili, Cinquatti, Menegat. All.: Panarelli.
Airone Ardea: Scagnoli, Draisci, Raponi, Di Leta, Colonnelli, Cacciott (13’st Averaimo), Ciccolini, Martini, Sebastianelli (22’st Nobili), Valenza, Mancini (20’st Tonelli). A disp.: Brachetti, Colardo, Mugnaioli, Braguglio. All.: Del Grosso.
Arbitro: Panoni di Ostia Lido.
Marcatori: 32’pt Ciccolini, 37’pt Valenza, 17’st Scardellato, 20’st Valenza.
Note: espulsi: Mancadimores al 25’st per doppia ammonizione; ammoniti: Tomei, Scardellato (TSL), Mancini, Martini, Cacciotti (AA).

CEPRANO – ATLETICO SANTACROCE 1-2
Ceprano: Giacomobono, Rea, Cinelli C., Cinelli R., De Santis, Vollero, Severiano, Loffreda, Cattaneo, Maceroni, De Angelis. A disp.: Vizzaccaro, Picano, Marzilli, Rotondi, Di Vito, Valeri, Sanna. All.: Fiore.
Atletico Castelforte: La Racca, Doglioso, Nortini, Coviello, Cianciaruso, Pacifico, Nugnez, Capraro Car., Setteposte, Marsella, Fusco. A disp.: Camillo, Di Resta, Lentini, Passeretti, Fragnoli, Capraro An. All.: Falso.
Arbitro: Aquili di Ciampino
Marcatori: 6’pt Marsella, 28’pt Cattaneo (Rig.), 32’pt Capraro Car.
Note: espulsi: al 42’pt Cattaneo e al 35’st Pacifico.

VIRTUS POMEZIA – R11 LATINA 4-2
Virtus Pomezia: Parente, Colaceci (40’st Lupi), Caprioli, Marucci, De Angelis, Gugliotta, Giovannelli, Chianese, Pasquali (21’st Daddona), Viglietti (12’st Truini), Francioni. A disp.: Cioè, Mosca, Geremia, Di Bernardo. All.: Bianchini
R11 Latina: Vita, Morelli, Eramo, Miccinatti, Guadagno, Marcotulli, Sannino, Ciuarelli, Lucarini (20’st Asciolla), Roma (10’st Pacifici), Montalto (30’st De Martino). A disp.: Zomparelli, De Lucia, De Martino, Mazzanti. All.: Pinti.
Arbitro: Nota di Frosinone.
Marcatori: 22’pt Sannino, 39’pt Pasquali, 23’st Truini, 27’st Chianese, 39’st Truini, 44’st Sannino

VIRTUS LENOLA – MONTELLO 5-1
Virtus Lenola: Annarumi, Strozza, Magone, De Biase, Quinto, De Longis, Davia (10’st Fiormonte), Di Biasio, Vattucci (40’st Carnevale), Di Giacomo, Tribuzio (15’st Panno A.). A disp.: Caporini, Panno G., Mattei, Zizzo. All.: Pecchia.
Montello: Fecchi, Vitali, Sabella (25’st Alibardi O.), Lorenzin, Perica, Fioravanti, Pacchiarotti, Colato, Bovolenta, Palmarini (20’st Borgia), Aquilani. A disp.: Franchini, Sabino, Panico, D’Aietti (28’st Vitali). All.: Campo.
Arbitro: Taccone di Frosinone.
Marcatori: 3’pt Vattucci, 6’pt Palmarini, 20’pt Di Biasio, 27’pt Di Giacomo, 10’st Di Giacomo, 30’st Vattucci.

CEDIAL LIDO DEI PINI – ATLETICO NETTUNO 1-1
Cedial Lido dei Pini: Zecchinelli, Mercuri (12’st Magistri), Felicini, Scagnetti, Sandi, Floris, Franco V., Leoni (37’st Mazzi), Ascente, Carbone (37’st Scarzella), Loreti. A disp.: Forzelin, Franco G., Aluigi, Zenga. All.: Panicci.
Atletico Nettuno: Zanchi, Zattoni Y., Fare, Marocchetti, Jeva, Di Maggio, Salvia, Galuppi (20’st Picone), Guerra (32’st Luciani), Riitano, Gianchetti (48’st Tanzilli). A disp.: Pasquino, Battagliero, Zattoni G. All.: Vaccaro.
Arbitro: Catallo di Frosinone.
Marcatori: 15’st Jeva, 25’st Franco V.
Note: Gianchetti, Zattoni Y., Riitano, Guerra, Jeva (CLDL), Scagnetti, Leoni, Franco V. (AN).

HERMADA-SA.MA.GOR. 0-0
Hermada: Gava, Silvaggi, Senesi, Sellaroli (43’pt Tarquinio), Forzelin, Cannarella, Beltramini, Bruni, Colafrancesco (15’st Montini), Del Monte, Di Rocco (20’st Lauretti). A disp.: Isolani, Abd El Hamid, Rossi, Coccia. All.: Lauretti.
Sa.Ma.Gor.: Lampacrescia, Pescuma, Prosseda, Luceri, Cinque (20’st Del Prete), Sances, Riggi, Di Marco, Vespa, Lecce, De Chiara (15’st Piva) (25’st Ulgiati). A disp.: Baratta, La Penna, Valente, Salis. All.: Ciaramella.
Arbitro: Donato di Roma 1.
Note: espulsi: Pescuma al 3’st per doppia ammonizione.

SONNINO – SAN MICHELE 0-1
Sonnino: Corso, Verdone A., Incitti, Milo, Gallo, Maione, Di Girolamo, Grossi L. (25’st De Gregoris), Belli, Reggio (25’st De Angelis P.), Bernardini (33’st Verdone M.). A disp.: Alla, Germani, Iacovacci, Grossi S. All.: Baroni.
San Michele: Pepe, D’Amico, Bulboaca, De Bonis, Ciampini, Coletta, Sarra, Rango, Delle Donne (23’st Critelli), Palmacci (41’st Bologna), Mancini L (6’st Montin). A disp.: Vergara, Pozzobon, Mancini A., Palluzzi. All.: Giovannelli.
Arbitro: Ferrari di Aprilia.
Marcatori: 40’pt Delle Donne.

MONTE SAN BIAGIO – LATINA SCALO 2-4
Monte San Biagio: Belviso, Conti, Arquati, Prili, Raimondi, Bartolomeo F., Ledhili (15’st Leggi), Triolo (28’st La Rocca), Paolella, Gisfredo, Del Prete. A disp.: Persichino, Guglielmelli, Di Crescenzo, Cataldi, Teseo. All.: Bartolomeo A.
Latina Scalo: Petrucci, Brusca (1’st De Felice), Marcelli E., Fiaschetti, Pupulin, Paoletti, Marcelli V. (30’st Campoli), De Angelis (29’st Melato), Tammaro, Castello, Di Giorgio. A disp.: Paradisi, Banin M., Banin O., Zanella. All.: Galassi.
Arbitro: Serra di Tivoli.
Marcatori: 7’pt Di Giorgio, 22’pt Tammaro, 35’st Paolella, 37’st Tammaro, 45’st Paolella, 48’st Di Giorgio (rig.)
Note: espulsi: mister Bartolomeo A. al 40’pt e Bartolomeo F. al 40’st.
ATLETICO BAINSIZZA – SERMONETA 2-4
Atletico Bainsizza: Mandolini, Ambrosi, Fabrizi, Milani T., Milani M. (19’st Nevigato), Tomassi, Mangiapelo (1’st Marocchetti), Durastanti (17’st Ciarmatori), Trabacchin, Giarola, Cappelli. A disp.: Imperato, La Penna, Picano, Ramiccia. All.: Colucci.
Sermoneta: Perna, Bozza, Notari, Paniccia, Cargnelutti, Martellacci, Sampaolo (28’st Cappelletti), Petrussa, Bego (42’st Coia), Pinti, Pantuso (30’st Aquilani). A disp.: Santone, Lucci, Ruzza, Tittoni. All.: Campagna.
Arbitro:
Marcatori: 7’pt Giarola, 13’pt Pantuso (rig.), 10’, 14’st Bego, 20’st Cappelli, 47’st Coia.
Note: espulsi: Marocchetti al 23’st per condotta antisportiva, Picano al 25’st.

Lascia un commento