Il carattere del Sermoneta brilla

UN Sermoneta dal grande carattere. Sotto di un gol fino al 90’ la formazione di Marco Campagna è riuscita a capovolgere il risultato nei minuti di recupero grazie ai gol di Alessandro Coia e Petrussa. Una vittoria che tiene il Sermoneta al comando della classifica a punteggio pieno insieme al Montello e alla Sa.Ma.Gor. La 

Leggi tutto

UN Sermoneta dal grande carattere. Sotto di un gol fino al 90’ la formazione di Marco Campagna è riuscita a capovolgere il risultato nei minuti di recupero grazie ai gol di Alessandro Coia e Petrussa. Una vittoria che tiene il Sermoneta al comando della classifica a punteggio pieno insieme al Montello e alla Sa.Ma.Gor. La vittoria ottenuta in casa della Virtus Pomezia rende orgoglioso il tecnico Marco Campagna. «Quello che mi ha m a g g i o rmente impressionato  è stato il  carattere con cui la squadra è riuscita a raggiungere questo importantissimo risultato: sono stati tre punti conquistati con il cuore, era importante vincere. Già  da queste prime partite contro il Sermoneta le avversarie scendono in campo con il coltello tra i denti, ma va bene così». E’ un Sermoneta deciso a vincere il campionato? «Non ci siamo mai nascosti, il presidente Antonio Aprile è stato chiaro il giorno della presentazione. La squadra è stata costruita per un campionato da vertice, sappiamo bene che  vincere un campionato è sempre difficile. Adesso dobbiamo continuare come stiamo facendo, lavorare duro, solo così raggiungeremo l’obiettivo che ci siamo prefissati». Sulla stessa lunghezza d’onda anche il diesse Dante De Santis, soddisfatto di come la sua creatura costruita in estate stia dando i suoi frutti. «Quella in casa del Pomezia è stata una gara difficile. Alla fine ad avere la meglio è stata la nostra determinazione, la volontà di arrivare alla vittoria fino all’ultimo respiro. Il cuore dei ragazzi ha fatto la differenza, in una partita che non si era messa bene per noi. Ora, però non dobbiamo cullarci sugli allori, ma continuare a lavorare anche perché la concorrenza non scherza, in uno dei campionati più difficili degli ultimi anni. La squadra ha risposto bene, ora dovrà essere brava a non allentare la presa».

Paolo Annunziata

Lascia un commento