Vellocci è subito protagonista, Italia avanti

L’Italia batte la Danimarca e conquista tre punti grazie al gol di Tiberio Velocci nel secondo tempo. LA CRONACA – Gara subito viva con la Danimarca (4-4-1-1) che parte bene e senza alcun timore reverenziale al cospetto dell’Italia. Al 13’ Lezzerini manda in angolo un calcio di punizione di Jensen. Al 15’ risposta degli Azzurrini 

Leggi tutto

L’Italia batte la Danimarca e conquista tre punti grazie al gol di Tiberio Velocci nel secondo tempo. LA CRONACA – Gara subito viva con la Danimarca (4-4-1-1) che parte bene e senza alcun timore reverenziale al cospetto dell’Italia. Al 13’ Lezzerini manda in angolo un calcio di punizione di Jensen. Al 15’ risposta degli Azzurrini con Mattiello: il numero 7 di azzurro ruba palla a Tramberg ma sbaglia il cross dalla linea di fondo campo. Al 16’ si vede Rocco Giordano, il figlio d’arte spedisce a lato un sinistro calciato da buona posizione. Al 20’ è Frugoli a mettere paura alla Danimarca con un destro a giro sul palo lontano che esce di un soffio a Nybo battuto. Poi torna a farsi vedere la Danimarca: al 21’ ci vuole un grande Lezzerini per mandare in angolo un insidioso diagonale dalla destra di Victor Nielsen. Il portiere azzurro si ripete al 23’ mandando in angolo il tentativo di Blabjerg, sul tiro dalla bandierina si scatena una furibonda mischia in area azzurra sbrogliata fortunosamente. Al 34’ buona azione azzurra con Rocco Giordano che fa fare bella figura a Nybo: il portiere danese vola e smanaccia in angolo. Sul seguente tiro dalla bandierina incorna bene Mattiello, ma il suo colpo di testa si perde in fallo di fondo. Si va al riposo sullo 0-0. La ripresa inizia con Tiberio Velocci, ragazzo di Sermoneta in forza al Genoa, in campo al posto di Frugoli. I primi minuti sono, però, tutti di marca danese: al 3’ Lezzerini devia sulla traversa un bolide di Victor Jensen, al 5’ lo stesso Jensen si fa respingere il destro sempre dall’attento Lezzerini. Un minuto dopo, invece, Mikkel Jensen spara altissimo sulla traversa a due passi da Lezzerini.

UN GOL A TINTE NERAZZURRE – Dopo il buon avvio danese esce fuori l’Italia: gli azzurri iniziano a macinare gioco e passano al 14’ con un gran gol di Velocci. Iniziativa di Giordano che serve in area Velocci: il ragazzo di Sermoneta, spalle alla porta, si gira in un fazzoletto e con il destro infila imparabilmente alle spalle di Nybo. L’Italia cresce ancora e crea un paio di buone occasioni da rete con il neo entrato Cristante. L’Italia della ripresa è meglio messa in campo rispetto alla prima frazione e ne beneficia lo spettacolo. Ma al 27’ ci vuole un miracoloso Lezzerini per negare il pari ai danesi: il portiere azzurro con un colpo di reni manda in angolo un bolide dell’attaccante biancorosso. Al 29’, quando Lezzerini non ci arriva, c’è Rondanini a salvare sulla linea di porta sul destro a botta sicura di Knudsen, il migliore in campo dei danesi. Al 33’ Italia pericolosa ancora con Velocci: l’attaccante se ne va in progressione, rientra sul destro e prova il tiro a giro sul palo lontano che termina a lato. Dopo 5’ di recupero, che registrano l’espulsione di Wohlgemuth per un intervento falloso a metà campo su Rosa, termina con la vittoria dell’Italia.

DOPO GARA – Pasquale Salerno: “Nel primo tempo non siamo stati brillantissimi, nella ripresa siamo andati molto bene. Bisogna ricordare che questi ragazzi non avevano mai giocato prima insieme ed molti erano alla prima vera gara ufficiale con l’Italia. Nel complesso sono andati molto bene. Faccio i complimenti anche alla Danimarca che si è dimostrata una bella squadra di ragazzi. Il nostro gruppo ha dimostrato di essere formato da elementi validi che hanno bisogno di crescere: i vivai italiani sono ricchi di talenti e questa partita l’ha dimostrato ancora una volta. Somma e Velocci? Sono andati bene, poi Velocci ha anche segnato, quindi…”

ITALIA-DANIMARCA 1-0
Italia: Lezzerini, Paramatti, Rondanini (34’ st Penna), Del Fabro, Somma, Mattiello, Rosa, Cannataro (20’ st Cristante), Frugoli (1’ st Velocci), Giordano, Mira (12’ st Perrone). A disp.: Perilli, Perrone, Cretella, Petagna. All.: Salerno
Danimarca: Nybo, Crone, Tramberg, Andersen, Blabjerg, Wohlgemuth, Felfel (12’ st Hojbjerg), Knudsen, Nielsen V., Nielsen M. (24’ st Hjulsager), Jensen (31’ st Solberg). A disp.: Jorgensen, Thomsen, Hansen, Rasmussen. All.: Frank
Arbitro: Valente di Roma. Assistenti: Passero e Tiberzi di Roma. Quarto uomo: Castignana di Brindisi
Marcatori: 14’ st Velocci
Note: Al 42’ st Espulso Wohlgemuth per gioco falloso

Lascia un commento