Sanderra: “Tifosi fantastici”

SANDERRA (Latina-Melfi 1-0) – La squadra di è comportata davvero bene, dall’inizio alla fine. Un segnale di grande solidità concedere un solo tiro contro avversari di assoluto valore. In fase di non possesso siamo stati bravissimi creando anche molto. Se vogliamo cercare il pelo nell’uovo sono state le tante occasioni create fallite, in fase realizzativa 

Leggi tutto

SANDERRA (Latina-Melfi 1-0) – La squadra di è comportata davvero bene, dall’inizio alla fine. Un segnale di grande solidità concedere un solo tiro contro avversari di assoluto valore. In fase di non possesso siamo stati bravissimi creando anche molto. Se vogliamo cercare il pelo nell’uovo sono state le tante occasioni create fallite, in fase realizzativa siamo mancati. Peccato per Matteo (Mancosu ndr) perchè ha giocato una granda gare ed il gol l’avrebbe meritato. Ha aperto la difesa avversaria in maniera perfetta dandoci grande profondità. Polani? Ha fatto un gran gol ed ha giocato per la squadra come fa sempre. Sono contento per lui, ormai è vicino alla condizione migliore. Noi siamo una buona squadra, ci fa piacere stare lì ma dobbiamo restare con i piedi per terra, al Flaminio ci attende una battaglia contro un’avversaria che ci ha battuto al Francioni. Volevo fare un applauso ai nostri tifosi che sono stati eccezionali, ci hanno spinto alla grande, li voglio ringraziare pubblicamente.

POLANI (Latina-Melfi 1-0) – Bel gol, frutto del movimento di Mancosu, è stato bravissimo nell’occasione come del resto in tutta la partita. La cosa che mi rende più felice è aver riportato gente allo stadio, questi sono tifosi che possono darci la marcia in più per continuare sulla strada giusta.

DE GENNARO (Latina-Melfi 1-0) – Nel primo tempo siamo andati bene anche se abbiamo preso un gol assolutamente evitabile. Nella ripresa però abbiamo sofferto troppo e il Latina in contropiede poteva punirci. Non posso dire molto ai miei ragazzi perchè questo Latina ha giocatori validi ed è stata costruita per restare al vertice.

LIQUIDATO (Aversa Normanna-Fondi 0-1) –Tre punti meritati. Si tratta di tre punti importantissimi presi su un campo difficile dove poche squadre riescono a fare risultato. Oggi tra l’altro è il giorno del santo patrono di Fondi, che ormai considero a tutti gli effetti la mia città, quindi per noi si tratta di una festa doppia. Questa per noi è la seconda vittoria consecutiva in trasferta, pertanto non possiamo che essere pienamente soddisfatti. Sapevamo che con il gioco e l’impegno i buoni risultati sarebbero arrivati anche se l’avvio del campionato non è stato esaltante . L’Aversa ha prodotto un’ottima mole di gioco ma, di fatto, non è mai riuscita seriamente a impensierirci. Il nostro portiere è rimasto inoperoso per quasi tutta la partita. É stata una gara di sofferenza, come accade sempre fuori casa specie quando si gioca su campi così difficili. Forse potevamo fare il secondo gol, ma gli avversari non hanno mai dato l’idea di poter pareggiare. Con questo risultato possiamo proseguire nella bella striscia positiva e avvicinarci ancora di più all’obiettivo finale, una salvezza quanto più possibile tranquilla. I tifosi? Sono venuti fin qui, sobbarcandosi chilometri e facendo sacrifici anche economici solo per sostenerci ed è per questo che ogni trionfo è dedicato a loro. Sono onorato e orgoglioso di avere la possibilità di giocare in Coppa contro la Ternana. Vuol dire che abbiamo fatto qualcosa di importante in questa stagione e intendiamo continuare su questa strada. Per una piccola squadra andare a giocare nello stadio di Terni è un evento storico. Teniamo alla Coppa Italia e vogliamo andare avanti il più possibile. Ora rientreremo a Fondi ma avremo pochissimo tempo per riposarci. Domani riprenderemo gli allenamenti e poi partiremo  immediatamente alla volta di Terni, sperando di continuare a far bene.

PIROZZI (Budoni-Aprilia 2-0) – A casa non è rimasto nessun campione. Ho dei giocatori normali, non dei campioni e, come faccio da 15 anni a questa parte da quando alleno, convoco e faccio giocare chi è più in forma e chi si è allenato meglio. Branicki era ancora leggermente infortunato e, come Siclari, non proprio in perfetta forma fisica: entrambi dunque sono rimasti a casa ad allenarsi. Per quanto riguarda Palma, Pietrucci (lasciato in panchina n.d.r.), Salese ed Esposito il motivo è presto spiegato: erano tutti infortunati. Non vedo perchè la società dovrebbe togliermi la fiducia. Oggi è mancato solo il gol. Abbiamo giocato bene ma ormai questo è un leit motiv dell’inizio di questo sciagurato campionato. Ne usciremo e passerà anche questo periodo, ne sono certo. Lavorando e con la fiducia di tutti, anche se qualcuno non sembra averlo ancora capito. So che questa squadra può fare bene e la mia esperienza ed i 9 campionati vinti in carriera mi danno questa sicurezza. Campionato compromesso? Non penso proprio. Possiamo ancora tornare lassù ed impensierire le prime.

MELCHIONNA (Francavilla-Gaeta 1-1) – Sapevamo che non era una partita facile. Avevamo visto la prova dei nostri avversari contro il Boville e avevamo capito quali erano le difficoltà di questo incontro. Molti di loro giocano insieme da tempo e giocano un buon calcio. Noi però siamo scesi in campo con la giusta mentalità, abbiamo dimostrato di voler vincere ed anche se non ci siamo riusciti è una cosa positiva. Forse non abbiamo avuto quel cinismo necessario in alcune occasioni ma siamo partiti molto forte e abbiamo mantenuto le giuste distanze, i ragazzi si sono ben comportati. Abbiamo rischiato davvero poco con un buon possesso palla certo il gol loro è arrivato su palla inattiva per di più su una nostra distrazione, un peccato. Il momento è ottimo però, stiamo lavorando alla grande ed i ragazzi stanno dando il massimo. Noi vogliamo recitare un ruolo da protagonista anche in questo girone, lo meritano i tifosi ed i dirigenti.

MANCINI (Olimpia-Podgora 1-2) – Abbiamo affrontato la partita nella maniera giusta e con il giusto atteggiamento mentale. Penso che il risultato sia meritato perchè siamo stati bravi ad interpretare la gara. La classifica ancora non è il momento di guardarla: fino a dicembre l’importante è rimanere agganciati al treno di testa e soltanto dopo la pausa natalizia tireremo il primo bilancio.

GESMUNDO (Ostiantica-Atletico Sabotino 1-0) – Un vero peccato purtroppo come ci è già capitato in altre occasioni nel corso di questa prima parte di campionato, abbiamo stentato a concretizzare la immane mole di gioco che abbiamo profuso soprattutto nel secondo tempo. Fallite tante palle gol e alla fine abbiamo pagato, crudelmente, alla prima vera occasione dei nostri avversari in nel secondo tempo.

DE FELICE (Borgo Flora-Grottaferrata 0-0) – Le nostre occasioni da gol le abbiamo avute ma non siamo riusciti a concretizzarle: inutile sottolineare che se avessimo segnato adesso staremmo facendo tutto un altro discorso. La partita era assolutamente alla nostra portata pur in una condizione di assoluta emergenza, visto che mancavano trequarti della difesa titolare, abbiamo fatto un buona gara e vorrei sottolineare le ottime prestazioni di Caputi e Petitti.

CAMPAGNA (Sermoneta-Sonnino 2-1) – Abbiamo sofferto la corsa del Sonnino non ci ha permesso di giocare nel modo che sappiamo loro, dimostrandosi una buona squadra. La vittoria è bella perchè arrivata soffrendo e per questo siamo ancora più contenti.

DE ANGELIS (Sermoneta-Sonnino 2-1) – Ho visto una squadra in crescita rispetto alla scorsa domenica abbiamo tenuto testa ad una delle squadre più forti del campionato: purtroppo stiamo pagando lo scotto di una formazione rinnovata per otto undicesimi.
Simone D’Arpino

MORBIDELLI (Bella Farnia-Sporting Terracina 4-1) – Cosa dire? Oggi siamo stati praticamente perfetti. Ci siamo divertiti, ma, cosa ancora più importante, abbiamo fatto divertire il nostro pubblico. Un plauso a questi ragazzi e a mister Iannarilli che ha saputo metterli in campo nel migliore dei moduli sciorinando 90’ di grande gioco come è raro vederli in Seconda categoria. Insomma, sono davvero soddisfatto.

CARINGI (Bella Farnia-Sporting Terracina 4-1) – Questo Bella Farnia mi ha davvero impressionato. Riassumendo in due parole la partita di oggi direi: loro troppo forti, ma noi troppo ingenui. Abbiamo preso i primi due gol per due nostre disattenzioni. Che ci serva da lezione.

CONTESTABILE (Real Vallemarina-San Donato 3-0) – Nel primo tempo loro si sono difesi e noi ci siamo mangiati qualche gol nel secondo tempo è stata partita a senso unico. Vogliamo ancora migliora ma la strada è quella giusta specialmente quando i risultati danno ragione. L’allenatore, poi, sembra avere in mano la situazione cosa non facile visto la rosa lunga che comprende 27 elementi.

Lascia un commento