L’Eire apre il “Pierro” con un successo

Il Memorial Pierro si apre con il successo dell’Eire contro l’Ucraina al Quinto Ricci di Aprilia. Primo tempo equilibrato con l’Eire che esercita un maggior possesso palla e l’Ucraina che riesce comunque a farsi vedere in area avversaria. La prima azione pericolosa è dell’Eire che al 12’ mette paura ai gialloverdi con un destro di 

Leggi tutto

Il Memorial Pierro si apre con il successo dell’Eire contro l’Ucraina al Quinto Ricci di Aprilia. Primo tempo equilibrato con l’Eire che esercita un maggior possesso palla e l’Ucraina che riesce comunque a farsi vedere in area avversaria. La prima azione pericolosa è dell’Eire che al 12’ mette paura ai gialloverdi con un destro di Byrno che finisce alto sopra la traversa. Al 16’ si vedono i gialloverdi di Oleksandr con un colpo di testa alto di Karetnyk. L’Eire gioca bene ma a rendersi più pericolosa è l’Ucraina al 25’ con Gabelok che, servito dalla destra da un traversone di Kacharaba, spara un destro a lato da ottima posizione. Due minuti dopo si rivede l’Eire con Byrno: destro alto dal limite dell’area.

CI PROVA SHICHKA – Nel finale grande azione personale di Shichka che, dopo aver superato due avversari, impegna Fagan con un destro a mezza altezza bloccato in presa plastica dall’estremo della Repubblica d’Irlanda. La ripresa parte con l’Eire che presenta una nuova coppia di centrali di centrocampo e si presenta subito in area gialloverde. Al 2’ i biancoverdi passano in vantaggio con O’Neil: il numero 10 della Repubblica d’Irlanda, servito da un traversone basso di Wixted dalla sinistra, infila Staviacky con un piatto destro sotto misura. Al 15’ l’Eire va vicinissima al raddoppio: traversone dalla destra, Byrno di prima intenzione coglie il palo a Staviacky battuto. Nella ripresa la supremazia dell’Eire è netta, con l’Ucraina che accusa un evidente calo fisico. Al 24’ è ancor Eire con un assolo di Long che conclude angolato ma debolmente tra le mani di Staviacky. Al 28’ l’Eire ha l’occasione per chiudere il conto ma Byron calcia sulla traversa un calcio di rigore concesso per fallo di Burda sul neo entrato Grelish. L’Ucraina prende coraggio e al 35’ sfiora il pareggio con un sinistro di Vetrov che termina a lato di un soffio. Proprio allo scadere l’Ucraina viene fermata da un intervento di Fagan, mentre sulla ripartenza è Grelisch a divorarsi il raddoppio solo davanti all’estremo gialloblu. Al Quinto Ricci termina con la vittoria per 1-0 dell’Eire.

EIRE-UCRAINA 1-0
Eire: Fagan, Long, Coyne, Mc Fadden, O’ Reilly, Mullaney (1’ st Mc Grath), Mc Glade (23’ st Grelish), Marphy (1’ st Mulroney), Byrno, O’Neil, Wixted (23’ st Hayes). A disp.: Lyons, Grimes, O’Reilly. All.: Molting
Ucraina: Staviacky, Kacharaba, Burda, Tychenko, Gabelok, Karetnyc (10’ st Rusyn), Shichka (11’ st Sytenky), Sobol, Bilonog (30’ st Vetrov), Lazarovich, Sagaydak. A disp.: Sarnavskiy, Sheyka, Yastrub, Kuzyk. All.: Oleksandr
Arbitro: Ceccarelli di Terni. Assistenti: Caprari di Roma, Garito di Aprilia. Quarto uomo: Pasqua di Tivoli
Marcatori: 2’ st O’ Neil

Lascia un commento