Polani gol, il Latina resta nei quartieri alti

La legge del Francioni punisce anche il Melfi. Dopo il pari con il Trapani Latina torna alla vittoria avvicinando ancora di più la vetta e confermandosi grande squadra sul proprio campo. Domenica ci sarà una sfida davvero importante per i nerazzurro che al Flaminio con il Pomezia potranno davvero capire se poter stanziare a lungo 

Leggi tutto

La legge del Francioni punisce anche il Melfi. Dopo il pari con il Trapani Latina torna alla vittoria avvicinando ancora di più la vetta e confermandosi grande squadra sul proprio campo. Domenica ci sarà una sfida davvero importante per i nerazzurro che al Flaminio con il Pomezia potranno davvero capire se poter stanziare a lungo nei quartieri alti o se puntare a qualcos’altro. Per battere il Melfi però non è stato facile dato che la squadra di De Gennaro fa subito capire di essere arrivato a Latina pronto a vendere cara la pelle: nei primi 5 minuti di gioco Berardi e Tortolano vengono colpiti duro, ma per vedere il primo cartellino giallo sventolato in faccia ad un giocatore ospite bisogna attendere il 9’: sulla lista dei cattivi finisce Vignati dopo un’entrata killer su Polani. Il primo intervento di un portiere arriva al 10’: Martinuzzi manda in angolo una punizione di Guazzo. Al 16’ si registra il primo vero sussulto nerazzurro: sinistro dal limite di Giannusa che sfiora il palo a Pozzato battuto. Fino al 25’ il Latina esercita una buona pressione: al 20’ Polani innesca Cafiero che si fa ribattere il tiro-cross da un difensore ospite, al 22’ buono spunto di Mancosu che fa tutto bene tranne il debole sinistro che Pozzato blocca senza problemi, al 25’ Mariniello non arriva per un soffio, ad un metro dalla porta, sul cross di Berardi. Il Melfi si difende bene, atleticamente quella potentina si conferma squadra molto preparata e riesce a coprire bene in tutti i reparti.

SUPREMAZIA NERAZZURRA – Il Latina, dal canto suo, esercita la supremazia territoriale senza trovare il guizzo vincente fino al 46’, quando la pressione nerazzurra porta al meritato vantaggio: Toscano, dalla sinistra, crossa in area gialloverde, Mancosu spizza di testa per Polani che stoppa col petto e in mezza girata fulmina Pozzato. Si va al riposo con il Latina avanti. La ripresa parte con il Latina in avanti: sul cross al bacio di Polani, Pozzato anticipa in uscita alta Mancosu. Nerazzurri in pressione: Pozzato blocca il destro dalla distanza di Tortolano (3’), Mancosu costringe Vignati al salvataggio in angolo (5’). All’8’ Pozzato si salva sul destro di Merito, Mariniello interviene sulla respinta corta dell’estremo lucano e deposita in rete, ma da posizione di fuorigioco e il direttore di gara annulla giustamente su segnalazione dell’assistente. All’11 Mancosu si divora una palla gol clamorosa: a tu per tu con Pozzato spara addosso al portiere ospite, sulla respinta si avventa ancora l’attaccante sardo, ma stavolta a negargli la gioia del gol è il salvataggio sulla linea di porta di Marino. Al 20’ ancora Mancosu mette paura al Melfi: il sinistro del numero 11 nerazzurro termina sull’esterno della rete. Al 28’ si infortuna Polani costretto ad abbandonare il campo, al suo posto entra Martinez. A 10’ dal triplice fischio il Melfi resta in dieci uomini: il rosso è per Marino per fallo di reazione su Tortolano. Al 42’ Pozzato è miracoloso sul sinistro ravvicinato di Mancosu. Dopo 6’ di recupero termina con la vittoria del Latina.

LATINA-MELFI 1-0
Latina: Martinuzzi, Cafiero, Toscano, Tortolano (38’ st Ricciardi), Mariniello, Farina, Merito, Berardi, Polani (28’ st Martinez), Giannusa, Mancosu (48’ st Chiavaro). A disp.: Gaudino, Gasperini, Ruiz, Cinelli. All.: Sanderra
Melfi: Pozzato, Milella, Vanacore, Scarsella, Marino, Vignati, Mangiacasale (41’ Scalzone), Maisto (28’ st Mitra), Chiaria, Naglieri (13’ st Russo), Guazzo. A disp.: Ameltonis, Sicignano, Contessa, Manco. All.: De Gennaro
Arbitro: Giallanza di Catania. Assistenti: Di Guglielmo di Ariano Irpino e Allegra di Messina
Marcatori: 46’ Polani
Note – Ammoniti: Vignati, Cafiero, Polani, Pozzato, Merito, Milella, Mitra. Espulso 37’ st Marino per fallo di reazione.

Lascia un commento