Le azzurra impattano con l’Ucraina al Francioni

Al Francioni la Nazionale femminile di Pietro Ghedin pareggia 0-0 contro l’Ucraina e si qualifica al turno successivo della seconda fase dei playoff per accedere al Mondiale di Germania 2011, grazie al 3-0 con cui aveva vinto la gara d’andata in Ucraina. L’Italia parte senza la giusta convinzione, forte del rassicurante vantaggio di tre gol. 

Leggi tutto

Al Francioni la Nazionale femminile di Pietro Ghedin pareggia 0-0 contro l’Ucraina e si qualifica al turno successivo della seconda fase dei playoff per accedere al Mondiale di Germania 2011, grazie al 3-0 con cui aveva vinto la gara d’andata in Ucraina. L’Italia parte senza la giusta convinzione, forte del rassicurante vantaggio di tre gol. Le azzurre iniziano al piccolo troppo e i primi 10 minuti sono di marca ucraina, con le gialloverdi che riescono spesso a superare il centrocampo e in un paio di occasioni è provvidenziale Picarelli in uscita. Al primo affondo la nazionale di Ghedin si rende pericolosa con Panico: il capitano serve un assist al bacio alla Gabbiadini, che sbaglia il controllo a due passi dalla linea di porta. Al 14’ ci prova Zorri con un destro al volo dalla distanza che termina alto. Al 18’ le azzurre rischiano grosso: destro da posizione defilata da parte di Boichenko che Picarelli devia in angolo con l’aiuto del palo. Poi la gara entra in periodo di stanca e non offre più nulla fino al 40’, quando ancora Panico in veste di donna assist serve alla Camporese un pallone molto invitante che la numero 7 azzurra spedisce di un soffio a lato. Proprio allo scadere del primo tempo Panico con un colpo di testa fa fare bella figura al portiere ucraino.

LA RIPRESA – La ripresa parte con l’Italia in avanti: al 5’ la Gabbiadini si divora una palla gol clamorosa con un destro sparato alle stelle a tu per tu con il portiere gialloblu. L’Italia gioca bene e crea ancora due buone occasioni con la solita Gabbiadini: al 15’ il suo destro termina a lato, al 25’, invece, è brava la Zvarych a deviare in angolo un rasoterra angolato. La gara scivola via senza troppi patemi, l’Italia forte del vantaggio conquistato nella gara d’andata si accontenta e non spinge più di tanto. Il finale è 0-0.

ITALIA-UCRAINA 0-0
Italia: Picarelli, Gama, D’Adda, Tuttino, Tona, Schiavi, Camporese, Gabbiadini (32’ st Pini), Panico, Zorri (45’ st Parisi), Conti (23’ st Domenichetti). A disp.: Marchitelli, Manieri, Neboli, Vicchiarello. All.: Ghedin
Ucraina: Zvarych, Masalska, Vasylyuk, Vashchenko, Kyshafai, Chorna, Pekur, Boichenko (19’ st Korniievets), Dyatel (45’ st Frishko), Apanashechenko, Romanenko (42’ st Yakovyshyn). A disp.: Baranova, Lemeshko, Samson. All.: Kutsev
Arbitro: Heikkinen (Finlandia). Assistenti: Paavola e Jokela (Finlandia)

Lascia un commento