Presentati Samagor e “progetto Samagor”

Nel giorno della presentazione e del «ritorno a casa» di Daniele Mariani la Samagor si proietta in un progetto che va sicuramente più in là dell’obiettivo stagionale in campionato. La formazione gialloblù infatti annuncia il «progetto Samagor» così come conferma il primo responsabile Daniele Mariani . «Un progetto che parte dalla realizzazione di un campo 

Leggi tutto

Nel giorno della presentazione e del «ritorno a casa» di Daniele Mariani la Samagor si proietta in un progetto che va sicuramente più in là dell’obiettivo stagionale in campionato. La formazione gialloblù infatti annuncia il «progetto Samagor» così come conferma il primo responsabile Daniele Mariani . «Un progetto che parte dalla realizzazione di un campo sintetico, l’unico a Latina. Una cosa di alto livello che comprenderà otto spogliatoi, palestra ed una sala proiezioni ». Una serata che di colpo cancella gli ultimi anni di sofferenza di questa società anche se i principali protagonisti non dimenticano: «Sono stati anni
davvero difficili – afferma l’allenatore Gennaro Ciaramella – solo con la passione siamo andati avanti. Ora speriamo di dare a questi ragazzi la categoria superiore, vogliamo raggiungere il nostro obiettivo». Alla serata c’erano proprio tutti, dal capitano Gencarelli, che si è unito alle parole del suo allenatore, al presidente Luciano Chiappini: «Speriamo che la squadra faccia un grande risultato – afferma il presidente della Samagor – se lo meritano soprattutto Ciaramella e Mariani per i loro sforzi. Vogliamo divertire voi come del resto ci divertiremo noi».

IL PROGETTO SAMAGOR – Poi un pensiero al progetto Samagor, argomento principale della serata: «Un grande progetto – prosegue il numero uno della società – che andrà in porto il prossimo anno». La parola poi passa al figliol prodigo Daniele Mariani che dopo tre anni ha deciso di lasciare l’Us Latina. «Sono stati anni bellissimi – afferma l’ex dirigente nerazzurro – all’inizio eravamo molti di più io poi ho lasciato a giugno per impegnidi lavoro che mi hanno sottratto troppo tempo. Sono uscito come nel mio stile, in silenzio e senza alcun problema. Quando Ciaramella mi ha riproposto di tornare non ci ho pensato due volte, c’è voglia di ricostruire. Per vincere le ricette sono ben poche – prosegue Mariani – dalla Serie A fino alla Terza Categoria non ci sta nessuno a perdere, si vince solo con il gruppo» . Mariani poi torna suil progetto Samagor: «Il progetto è stato già approvato, bisogna solo aspettare la gara d’appalto. Un progetto importante per la Samagor ma anche per il quartiere. L’obiettivo non è tanto essere seconda o terza squadra di Latina ma creare dei piccoli campioncini che poi possono permetterti di disputare dei campionati praticamente a costo zero». Intanto però bisogna pensare a questo di campionatoperchè se gli arrivi di Luceri, La Penna, Di Marco, Lampacrescia hanno dato grande qualità alla squadra le avversarie si sono rinforzate a loro volta. Sarà ancora una volta una bella battaglia per la vittoria di questo campionato di Prima categoria anche se la truppa di Ciaramella forse ha l’esperienza ideale per poter prevalere sulle altre.

Stefano Scala

Lascia un commento