Pareggi che fanno mentalità

In agosto la tabella di marcia di Sanderra era molto chiara: cominciare con il piede giusto ed acquisire una mentalità che può fare la differenza durante la stagione. Dopo cinque partite e una posizione di classifica eccellente l’allenatore nerazzurro può ritenersi solo che soddisfatto. è vero che contro il Trapani non è stato un Latina 

Leggi tutto

In agosto la tabella di marcia di Sanderra era molto chiara: cominciare con il piede giusto ed acquisire una mentalità che può fare la differenza durante la stagione. Dopo cinque partite e una posizione di classifica eccellente l’allenatore nerazzurro può ritenersi solo che soddisfatto. è vero che contro il Trapani non è stato un Latina esaltante ma è altrettanto vero che dall’altra parte c’era una squadra arrivata al Francioni per vincere con giocatori di grande qualità. Quindi un pareggio che non può essere visto come demerito del Latina ma come grande merito della squadra avversaria. Questi sono pareggi che ti permettono di mantenere la serenità e avere tempo per lavorare e crescere ancora. Sono punti cosìdetti di mentalità perchè per fare buoni campionati c’è bisogno di tanta pazienza, come accaduto con il Trapani. Il tutto perchè di fronte c’era una squadra che sicuramente lotterà per i vertici fino in fondo. Sanderra nel post partita ha sottolineato proprio questo: «Fare quattro punti con avversarie come Avellino e Trapani è sicuramente un dato positivo». Quindi se questo Latina con le grandi dà filo da torcere e a tratti anche spettacolo bisognerà cominciare a vedere quanta costanza avrà con le squadre di mezza classifica. Difficile trovare il pelo nell’uovo in un inizio di campionato così ma è anche difficile a volte tenere i piedi per terra in situazioni del genere. Su questi aspetti dovrà lavorare il tecnico in questi 15 giorni e cercare allo stesso tempo di tenere alti i giri nelle gambe dei giocatori visto che sarà difficile poter organizzare amichevoli. Una cosa è certa però, questo è un Latina che tutti temono, lo hanno confermato i giocatori del Trapani non lo ha nascosto nemmeno il tecnico. «Per quello che si è visto in campo questo è un Latina tosto – Giuseppe Perrone, ex nerazzurro ed ora punta del Trapani – si tratta di una squadra molto organizzata. Noi favoriti? è presto per dare la pretendente al titolo. Bisognerà aspettare, certo il Latina o l’Avellino sono squadre che come blasone possono fare bene». Questo Latina insomma ha voltato pagina ora spetterà al gruppo cercare continuità per dare voce ad un Francioni che sta tornando l’anima della squadra.
Stefano Scala

Lascia un commento