Pirozzi: “Ripartiamo dalla ripresa di Fidene”

“Dobbiamo ripartire dal secondo tempo di domenica”. Esordisce così l’allenatore dell’Aprilia Sergio Pirozzi dopo il secondo pareggio ottenuto in altrettante gare di campionato. Il mister biancazzurro l’ha sottolineato più volte alla vigilia del campionato e lo conferma ora: “Sarà dura nelle prime gare – afferma il tecnico delle rondinelle – abbiamo una squadra con molti 

Leggi tutto

“Dobbiamo ripartire dal secondo tempo di domenica”. Esordisce così l’allenatore dell’Aprilia Sergio Pirozzi dopo il secondo pareggio ottenuto in altrettante gare di campionato. Il mister biancazzurro l’ha sottolineato più volte alla vigilia del campionato e lo conferma ora: “Sarà dura nelle prime gare – afferma il tecnico delle rondinelle – abbiamo una squadra con molti giocatori nuovi. Purtroppo stiamo pagando il ritardo di conoscenza reciproca dovuta alla serie di problemi avuti in preparazione che non ci ha permesso di poter disputare quella serie di amichevoli necessarie per conoscersi meglio in mezzo al campo”. Sicuramente sarà questo il muro da scalare dall’Aprilia visto che la qualità della rosa non è mai stata in dubbio. Nell’attesa della prima vittoria in campionato però una cosa è certa: questa squadra ha carattere da vendere: “Ci abbiamo creduto fino alla fine – continua il tecnico – sia con il Fidene sia con il Monterotondo, un sintomo che il carattere c’è. Non è facile andare in svantaggio in trasferta e poi reagire come abbiamo fatto noi raggiungendo poi il pari. Quello è l’atteggiamento giusto, anche perché il punto guadagnato è molto importante vista la caratura della nostra avversaria. Abbiamo incontrato due ottime squadre che sicuramente punteranno ad essere nella parte sinistra della classifica”. Con due giornate già alle spalle sicuramente c’è da essere ottimisti: “Siamo comunque in crescita, ovviamente domenica sarà importante ottenere i tre punti, sappiamo da dove dobbiamo ripartire cercando di migliorare magari la gestione della palla il vero problema del primo tempo contro il Fidene”. Domenica infatti sarà subito scontro diretto contro il Selargius, formazione che lo scorso anno ha lottato per il vertice fino all’ultimo. Quest’anno però la formazione sarda avrà molta più compagnia per il primato: “Avendo un anziano in più in campo è normale che il livello si sia alzato ancora certo però per avere un quadro più chiaro bisognerà attendere almeno la settima giornata”.

Stefano Scala

Lascia un commento