Il Fondi a picco, ancora un ko

È notte fonda per il Fondi. Al «XXI Settembre» di Matera i rossoblu subiscono una vera e propria lezione di calcio e devono arrendersi all’ottima prestazione della squadra di casa, autrice di una gara praticamente perfetta. Mister Liquidato stravolge la formazione rispetto alle ultime uscite. In difesa viene concesso un turno di riposo al giovane 

Leggi tutto

È notte fonda per il Fondi. Al «XXI Settembre» di Matera i rossoblu subiscono una vera e propria lezione di calcio e devono arrendersi all’ottima prestazione della squadra di casa, autrice di una gara praticamente perfetta. Mister Liquidato stravolge la formazione rispetto alle ultime uscite. In difesa viene concesso un turno di riposo al giovane terzino Ronny Valerio, sostituito da capitan Dionisio, per l’occasione spostato sulla fascia. A centrocampo si registrano le bocciature più clamorose: restano in panchina Schiavon e La Vecchia, entrambi apparsi appannati la scorsa settimana contro la Vibonese, e viene data fiducia al giovane Vaccaro e a Capogna, che sempre contro la Vibonese aveva invece salvato i suoi dalla sconfitta. In attacco viene rilanciato Improta al posto di Agostinelli. L’undici titolare è inedito ma la filosofia di gioco rimane la stessa: 4-3-3 con Improta e Capogna larghi sugli esterni a supporto della punta centrale Crisci. Modulo speculare anche mister Cadregari, che mette in campo una formazione composta in larga parte da giovanissimi. Le due squadre sembrano decisamente volersi affrontare a viso aperto, senza esclusione di colpi. Infatti al 4’ arriva già la prima occasione: la costruisce Improta con un bel tiro che viene però rimpallato. Due minuti più tardi arriva la risposta del Matera con Del Sorbo, che arriva alla battuta di testa ma si coordina male e manda fuori. Al 10’ ancora Fondi pericoloso con Capogna, il cui tentativo è però abbastanza velleitario. Insomma, l’avvio di gara appare abbastanza equilibrato. Le due squadre si attaccano, ma al tempo stesso si studiano, stando molto attente a non prestare il fianco alle iniziative avversarie.

LA SVOLTA DECISIVA – Alla metà del primo tempo arriva però la svolta che cambia la partita. Sportillo trattiene Giannone sulla trequarti e l’arbitro decreta il calcio di punizione. Si incarica della battuta lo stesso Giannone, che con un tiro teso e preciso trova incredibilmente libero in area Logrieco, il quale può battere a rete indisturbato. Sorprende che il giovane attaccante sia riuscito ad aver ragione della difesa rossoblu nonostante non sia dotato di una grande fisicità. Il Fondi sembra accusare almeno inizialmente il colpo, poi si proietta tutto in avanti alla ricerca del gol del pareggio, collezionando solamente una lunga serie di calci d’angolo che non producono molti pericoli, ma che tengono in costante apprensione la difesa dei biancoazzurri. I rossoblu però si scoprono troppo e al 40’ subiscono il raddoppio. Giannone, autore dell’assist del primo gol, trova il gol personale spingendo in rete una palla vagante rimbalzata dalla traversa. Una brutta botta per il Fondi, che mai avrebbe creduto di trovarsi sotto di due gol a cinque minuti dalla fine del primo tempo. Ma non è ancora finita. Al 44’ arriva anche la terza marcatura, dopo una bella ripartenza conclusa da Ancora. A questo punto il Fondi è totalmente in bambola. Il secondo tempo ha veramente poco da raccontare. Il Fondi ha accennato una timida reazione ma senza credere realmente nella possibilità di riaprire la partita. Anche i cambi operati da Liquidato sembrano  improntati più al contenimento che all’attacco. Al 12’, addirittura, il Fondi rischia di incassare anche il quarto gol: rigore per il Matera, ma Cacchioli ipnotizza Del Sorbo che sbaglia così il secondo rigore nel giro di una settimana. La formazione rossoblu deve quindi rimandare l’appuntamento con la prima vittoria stagionale nonché la prima assoluta della sua storia in un campionato professionistico. Ma quel che è più importante è che dovrà dimenticare subito il pesante passivo subito oggi e ripartire, consapevole che adesso la classifica inizia a farsi pericolosa.

A.S.

MATERA – FONDI 3-0
Matera: Lorello, Fedi, Villagatti (36’st Calà), Malquori, Di Fusco, Provenzano, Capolei, Logrieco, Del Sorbo, Giannone (30’st Alassani), Ancora (41’st Lo Sicco). A disp.: Musacco, Manetta, Stella, Lorini. All.: Cadregari.
Fondi: Cacchioli, Dionisio, Bombara, Vaccaro, Gambuzza, Sportillo (15’st Valerio), Alleruzzo, Quinto, Capogna (25’st D’Urso), Improta, Crisci (24’st Agostinelli). A disp.: Mezzacapo, Di Paola, Schiavon, La Vecchia. All.: Liquidato.
Arbitro: Zeoli di Napoli; collaboratori: Vitelli di Vasto e Bisbano di Lanciano.
Marcatori: 24’pt Logrieco, 40’pt Giannone, 44’pt Ancora.
Note: Ammoniti: Quinto (F), Gambuzza (F), Agostinelli (F).

Lascia un commento