Serafino rovina la “prima” del Podgora

Un esordio amaro che più amaro non si può: il nuovo Borgo Podgora targato Moreno Mancini stecca la prima, uscendo dal campo sconfitto per 2-1 dal Montespaccato. In un «Pietro Buongiorno» gremito come non si vedeva da tempo, i gialloblu giocano sostanzialmente meglio degli avversari (ed è proprio questo ad aumentare il rimpianto), ma restano 

Leggi tutto

Un esordio amaro che più amaro non si può: il nuovo Borgo Podgora targato Moreno Mancini stecca la prima, uscendo dal campo sconfitto per 2-1 dal Montespaccato. In un «Pietro Buongiorno» gremito come non si vedeva da tempo, i gialloblu giocano sostanzialmente meglio degli avversari (ed è proprio questo ad aumentare il rimpianto), ma restano all’asciutto perché puniti dal cinismo del team capitolino, capace di approfittare di entrambe le ingenuità commesse dalla difesa borghigiana e poi condurre in porto una vittoria quanto mai preziosa.

BUON PODGORA – Dopo venti minuti di sostanziale equilibrio, la partita si scuote al 27’, quando Casaburi centra il palo alla sinistra di Giuliano: Armeni difende palla ai sedici metri, vede il taglio del compagno di squadra e lo serve con la punta del piede, ma la conclusione di Casaburi impatta il montante della porta avversaria prima di essere allontanata dalla retroguardia capitolina. Un minuto più tardi è ancora il Borgo Podgora a rendersi pericoloso: Bassani addomestica un buon pallone in prossimità della linea di fondo, crossa a centro area per l’accorrente Armeni, il quale però calcia alto da posizione favorevolissima.

LA DOCCIA FREDDA – Proprio nel momento in cui l’inerzia della partita sembra volgere a favore dell’undici di mister Mancini, il Montespaccato passa in vantaggio, complice anche una clamorosa dormita della difesa gialloblu: Di Meglio si incarica della battuta di un calcio di punizione della linea mediana, la palla attraversa tutta l’area di rigore ed arriva dalle parti di di Serafino che, inspiegabilmente lasciato solo, è libero di battere Carbone con un colpo di testa sotto misura. Incassato il colpo, i padroni di casa si riversano subito nella metà campo avversaria e centottanta secondi più tardi costruiscono un’altra clamorosa opportunità: il solito Armeni serve nello spazio Lubirati, il quale prende il tempo all’avversario, arriva davanti a Giuliano, ma lo grazia sfiorando soltanto il palo alla sua destra.

ILLUSIONE BASSANI – La ripresa si apre con l’1-1 borghigiano. Bassani viene atterrato in area sugli sviluppi di un corner di Armeni e l’arbitro concede il rigore: dal dischetto va lo stesso Bassani, che realizza con una potente conclusione centrale. Ma come già accaduto nel corso della prima frazione, nel miglior momento del Borgo Podgora, gli ospiti vanno nuovamente a segno, sfruttando un’altra disattenzione difensiva: defilato sul lato sinistro dell’area di rigore, Tempera si libera di due avversari e serve un comodo pallone a Serafino, il quale, colpevolmente dimenticato da tutti a centro area, non ha alcun problema ad insaccare a porta praticamente sguarnita. La risposta dei padroni di casa arriva otto minuti più tardi: Bassani apre sulla destra per Cifra, il quale stoppa la sfera e lascia partire un cross col contagiri per Lubirati appostato sul palo più lontano, ma la sua schiacciata di testa scavalca sia Giuliano sia la traversa e si spegne sul fondo. Da quel momento in poi non è successo praticamente più niente: la stanchezza ha cominciato a farsi sentire e il ritmo è progressivamente calato. Prima del triplice fischio c’è stato giusto il tempo per il neo-entrato Cinicia di divorarsi il gol del 3-1, calciando clamorosamente fuori da due passi a Carbone di fatto già battuto.

Simone D’Arpino

IL TABELLINO

BORGO PODGORA 1950 – MONTESPACCATO 1-2
Borgo Podgora 1950:
Carbone, Badini, Tenaglia, Forzan, Rossetti, Salaro, Casaburi (11’st Cifra), Cannariato, Bassani (38’st Barbierato), Armeni (28’st Rieti), Lubirati. A disp.: Ristic, Bragazzi, Calvani, Guerra. All.: Mancini.
Montespaccato: Giuliano, Di Meglio, Fabbri, Avanzi, Marucci, Liveli, Cucè, Gambacurta, Tempera (41’st Cinica), Serafino (15’st Galieti), Rotella (27’st Mattiuzzo). A disp.: Doto, Giovannetti, Porcu, Tirinnanzi. All.: Vignoli.
Arbitro: Ragone di Ciampino; collaboratori: Popolla e Valenzi di Ciampino.
Marcatori: 39’pt Serafino, 3’st Bassani, 11’st Serafino.
Note: ammoniti: Badini (BP), Tempera (M).

Lascia un commento