L’Aprilia non gira e va fuori dalla Coppa

L’Aprilia non gira. Impallata e ancora alla ricerca di un’identità, la squadra di mister Sergio Pirozzi stecca all’esordio ufficiale in Coppa Italia, perdendo di misura per mano di un’Anziolavinio che ha fatto il minimo sindacale per espugnare il Quinto Ricci. I biancoazzurri escono dalla Coppa Italia continuando così la striscia negativa iniziata nelle gare di 

Leggi tutto

L’Aprilia non gira. Impallata e ancora alla ricerca di un’identità, la squadra di mister Sergio Pirozzi stecca all’esordio ufficiale in Coppa Italia, perdendo di misura per mano di un’Anziolavinio che ha fatto il minimo sindacale per espugnare il Quinto Ricci. I biancoazzurri escono dalla Coppa Italia continuando così la striscia negativa iniziata nelle gare di pre-campionato dove non sono mai riusciti a trovare il successo. Manca qualcosa, non tanto a livello tattico, quanto nel rendimento dei singoli che lasciano comunque intravedere dei margini di miglioramento. Arriveranno tempi migliori, quindi, anche se adesso bisogna fare i conti con una momento di forma non certo esaltante.

LAMPO NELLA RIPRESA – Pirozzi manda in campo le rondinelle con il suo classico 4-2-3-1, con Franzese e Pietrucci a schermo della difesa e Sias, Foderaro e Palma a sostegno dell’ariete centrale Branicki. E’ proprio il polacco il migliore dei suoi, dannandosi l’anima e aprendo gli spazi per le incursioni delle ali. Il più pericoloso è Foderaro, che, dopo una grossa occasione dei portodanzesi nei primi minuti fallita da Gagliarducci, sfiora il gol con due incursioni dalla destra ben sventate da Papagna. Poi il gioco si addormenta, complice una condizione fisica non al top da entrambe le parti. Il match si accende nella ripresa, quando i due tecnici cominciano a cambiare qualcosa nei propri assetti. La mossa giusta la azzecca Caputo, che manda nella mischia Zanni, autore del gol partita. E’ l’11’, quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla giunge sulla testa dell’attaccante ospite che spinge comodamente in fondo al sacco. Il resto lo fa un ispiratissimo Papagna, che nel finale ‘doma’ la sfuriata apriliana con almeno tre interventi decisivi su Branicki, Siclari e ancora Foderaro. Un Aprilia certamente da rivedere, ma non del tutto bocciato.

Gianpiero Terenzi

IL TABELLINO

APRILIA – ANZIOLAVINIO 0-1
Aprilia
: Pergamena, Esposito, Oliva, Pietrucci, Galluzzo, Bianchi, Foderaro,
Franzese, Branicki, Sias (1’st Siclari), Palma (36’st Avagliano). A disp.: Di
Mario, Zara, Avagliano, Salese, Fratangeli, Sorgi. All.: Pirozzi
Anziolavinio: Papagna, Giordani, Cataldi (30’st Rubino), Lupi, Raho,
Fioravanti, Gamboni, Guida, Antonelli (9’st Giuffrida), Gagliardini, Triola (9’
st Zanni). A disp.: Rizzaro, Trippa, Piccheri, Dell’Aguzzo. All.: Caputo
Arbitro: Laporta di Frosinone
Marcatori: 11’st Zanni
Note: Ammoniti: Gamboni, Esposito, Giuffrida, Zanni, Franzese

Lascia un commento