R11, opportunità Coppa Lazio

E’ partita la stagione dell’R11 Latina del neo presidente Pierluigi Ottocento. Il tecnico Maurizio Pinti ha accettato con grande entusiasmo questa scommessa. “Abbiamo iniziato con qualche giorno di anticipo perché c’è la reale possibilità di partecipare alla Coppa Lazio visto che il San Pietro e Paolo è stato ripescato in Promozione – dice il tecnico 

Leggi tutto

E’ partita la stagione dell’R11 Latina del neo presidente Pierluigi Ottocento. Il tecnico Maurizio Pinti ha accettato con grande entusiasmo questa scommessa. “Abbiamo iniziato con qualche giorno di anticipo perché c’è la reale possibilità di partecipare alla Coppa Lazio visto che il San Pietro e Paolo è stato ripescato in Promozione – dice il tecnico Maurizio Pinti – Il primo obiettivo è quello di mantenere il titolo anche con le tante difficoltà che ci sono, essendo la nostra una società a conduzione familiare. Allo stesso tempo l’altro obiettivo è quello di dare la possibilità ai nostri giovani di giocare e di mettersi in mostra. Noi facciamo leva prima di tutto sull’entusiasmo, questo deve essere alla base di ogni cosa. La nostra rosa è composta per gran parte da giovani con l’inserimento di giocatori di esperienza che devono essere da esempio sia nello spogliatoio che fuori”.
Chi vede favorite alla vittoria finale? «Ci sono diverse squadre che si stanno attrezzando spendendo cifre che nulla hanno a vedere con questi campionati. E’ chiaro che ognuno è libero di fare quello che vuole, ma i campionati non si vincono solo con i grandi nomi. Per quanto mi riguarda un elemento per fare bene in questi tornei è quello del gruppo, della compattezza tra i giocatori. Spesso durante la stagione sentiamo dell’esistenza di problemi all’interno del gruppo, con risultati che più delle volte non portano gli obiettivi prefissati dalle società, ogni anno succede sempre questo e a fine stagione giocatori che avanzano almeno tre mensilità. Per fare bene bisogna remare tutti nelle stessa parte, questa è la prima cosa che ho detto ai ragazzi. L’importante è aver dato tutto in campo, poi si può anche perdere. Ritornando alle favorite partono in prima fila Sermoneta, San Michele e Sa.Ma.Gor.: lo hanno dichiarato senza mezzi termini. Hanno delle rose di qualità con giocatori pronti a cambiare in qualsiasi momento la partita, attenzione però anche al Sonnino e soprattutto all’Hermada, possono essere le mine vaganti del campionato».
Sul fronte mercato può arrivare ancora qualcosa? «Non ho molto da dire, quello che posso confermare è che in questi giorni la dirigenza si sta muovendo per provare a chiudere tre trattative. Tre elementi in grado di puntellate la rosa attuale. Però lo sappiamo bene fino a quando non ci sono le liste firmate fare dei nomi non è corretto. Se verranno confermati questi arrivi allora potrà uscire un R11 Latina pronto a giocarsela con tutte alla pari. Sono molto fiducioso perchè sto vedo i ragazzi lavorare molto bene».
P.A.

Lascia un commento