I commenti di Terracina e Formia

Altro che partenza tranquilla, quest’anno in Eccellenza non c’è posto per i deboli di cuore. La prima giornata del nuovo campionato riserva diverse sfide stellari e tra queste spiccano sicuramente San Cesareo – Terracina e Monte San Giovanni – Formia. Le due formazioni pontine sono chiamate  subito a due grandi prestazioni il 5 settembre ma 

Leggi tutto

Altro che partenza tranquilla, quest’anno in Eccellenza non c’è posto per i deboli di cuore. La prima giornata del nuovo campionato riserva diverse sfide stellari e tra queste spiccano sicuramente San Cesareo – Terracina e Monte San Giovanni – Formia. Le due formazioni pontine sono chiamate  subito a due grandi prestazioni il 5 settembre ma entrambe le società si sono espresse positivamente sul calendario diramato ufficialmente lunedì sera a Tivoli. «Iniziamo da un campo difficile contro un club molto ostico da  affrontare in trasferta – ha affermato il direttore sportivo del Formia, Antonio Miele – Non c’è motivo di lamentarsi per il calendario per un semplice fatto  che tutte le partite dal 5 settembre a maggio saranno difficili, non esiste la  domenica facile. Il fattore positivo per noi forse è quello di incontrare le tre formazioni accreditate alla vittoria finale quindi Frascati, San Cesareo e Sora
tutte e tre a metà campionato e a distanza di un mese l’una dall’altra. Questo ci darà modo di trovare sempre più la quadratura del cerchio, e una volta  trovata questa squadra può dire la sua». Anche in casa Terracina, nonostante la partenza shock con il big match contro il San Cesareo, uno squadrone per molti addetti ai lavori, il calendario è stato accolto con il sorriso: «Non ci aspettavamo una partenza così forte contro una squadra davvero  competitiva, era meglio incontrarla più tardi ma sarà per noi subito un banco di prova importante per capire molto della nostra squadra e delle nostre  possibilità nell’arco di tutta la stagione – spiega il diesse gaetano del  Terracina, Carlo Magliozzi – Riteniamo questo calendario molto onesto e anzi, apprezziamo molto il lavoro svolto dalla Federazione. Ritornando comunque
sulle partite, se la partenza è shock, l’arrivo non è da ritenersi in discesa». Esattamente perchè ne ll’ultima giornata della stagione, il giorno 15 maggio 2011, al «Nicola Perrone» si giocherà proprio il derby tra Formia e  Terracina. Un match che potrebbe regalare colpi di scena e scenari  impensabili a questo punto della stagione che ancora deve prendere il via. E intanto il Formia di Piero Tersigni ha pareggiato la sfida amichevole sul
neutro di Lenola contro la Pro Calcio Fondi. Reti per il Formia di Borrelli e Scipione, doppietta di Martucci per i rossoblu.

DUBBI UNDER PER PERNARELLA – Per mister Pernarella sono già tanti i pensieri alle porte del nuovo campionato di Eccellenza. Oltre a dover cominciare a preparare la prima trasferta stagionale in casa del San Cesareo e l’esordio in Coppa tre giorni dopo, il mister tigrotto infatti deve ancora portare in biancazzurro i classe ‘92 per completare il “pacchetto giovani di Lega”. Sono quattro gli under obbligatori (un ‘90, due ‘91 e un ‘92) per il campionato di Eccellenza. In porta ci sarà l’ex Formia Fusco (1990 di nascita), per i ‘91 Trillò, Girolami, Borelli, Macchiusi e gli ultimi arrivati Ballerino e Salomone mentre per i ‘92 ancora niente di ufficiale. Pernarella così prosegue così a seguire tante piste su tanti fronti anche se di tempo ce nè davvero poco. Domani alle 17:30 al Colavolpe arriverà la primavera del Frosinone. Il programma di amichevoli continua fino a domenica contro lo Scauri con la presentazione ufficiale della squadra la sera stessa sempre al Colavolpe.

Lascia un commento