Pontinia, la strada è quella giusta

LA strada è quella giusta. E’ un Pontinia in crescita, questo è il dato che emerge dopo dodici giorni di lavoro. L’atmosfera familiare, volti stanchi ma distesi, non c’è alcun tipo di pressione. Questa potrebbe essere l’arma vincente degli amaranto. «Stiamo lavorando bene», sintetizza il tecnico Massimo Cosimi, grande lavoratore. «Siamo solo al l’inizio, ci 

Leggi tutto

LA strada è quella giusta. E’ un Pontinia in crescita, questo è il dato che emerge dopo dodici giorni di lavoro. L’atmosfera familiare, volti stanchi ma distesi, non c’è alcun tipo di pressione. Questa potrebbe essere l’arma vincente degli amaranto. «Stiamo lavorando bene», sintetizza il tecnico Massimo Cosimi, grande lavoratore. «Siamo solo al l’inizio, ci sono ancora tante cose da migliorare – ha tenuto a precisare il tecnico del Pontinia -Il lavoro estivo serve proprio a questo, sarei meravigliato se fossimo già al top della condizione. I ragazzi interpretano sempre meglio le situazioni che proviamo negli allenamenti, ma c’è ancora tanto da lavorare ». Evita di stilare graduatorie. «Guardo più al complesso di squadra, osservo l’impegno di tutti, i progressi evidenziati, il nuovo modulo». Sarà il solito 4-4-2, in cui Massimo Cosimi crede fortemente. «E’ un modulo che offre l’esatto concetto di squadra, dandole ampiezza e profondità. Per ottenerlo c’è bisogno di tanta attenzione ». Adesso si parte con una lunga serie di amichevoli. «Mi aspetto prestazioni generose, dove prima di tutto nessuno si dovrà fare male. Vedremo quali saranno gli errori e su quelli continueremo a lavorare per eliminarli quasi del tutto». E’ fiducioso l’esordiente tecnico Massimo Cosimi che vuole conquistare al più presto la fiducia dei tifosi. Quella del patron  Malandruccolo e di tutta la dirigenza, già ce l’ha. Intanto sta l avorando con grande intensità l’attaccante Davide Dian che viene da una stagione in chiaroscuro dal Bassiano. «Io non faccio mai previsioni prima del via del campionato, ma parto sempre con lo stesso proposito che è quello di migliorarmi. Dove sono stato, ho sempre dato il massimo. Ritorno a Pontinia con grande entusiasmo, la chiamata del direttore sportivo Alberto Roscioli mi ha fatto molto piacere. Ho trovato un clima completamente diverso, la
società ci è sempre vicina. Il rispetto è alla base, quello che viene pattuito, mantenuto sino alla fine. Ritorno a Pontinia per dare come sempre il  massimo. Da attaccante il mio primo obiettivo è quello di regalare più gol possibili alla tifoseria che mi è stata sempre vicina, sto lavorando ogni giorno proprio er questo. Non è il Pontinia la squadra che deve vincere il campionato, ma le favorite dovranno fare i conti con noi. Sto vedendo dei giovani di Lega veramente bravi e in questi campionati gli under fanno la differenza. Per il Pontinia il problema giovani non  esiste, saranno il nostro valore aggiunto». Sarà quindi una stagione importante per Davide Dian che vorrà di certo confermarsi.

Paolo Annunziata

Lascia un commento