Latina sconfitto ma ottimista (NON PERDERE IL VIDEO)

Il Latina esce sicuramente rinvigorito dal triangolare con il Sora e la Lazio. Il risultato vede la formazione nerazzurra ultima nella giornata di Fiuggi ma Sanderra può davvero essere ottimista per l’inizio del campionato. Una squadra solida, caratteriale e che non disdegna l’offensiva. Questo il primo Latina targato Lega Pro visto sul manto erboso di 

Leggi tutto

Il Latina esce sicuramente rinvigorito dal triangolare con il Sora e la Lazio. Il risultato vede la formazione nerazzurra ultima nella giornata di Fiuggi ma Sanderra può davvero essere ottimista per l’inizio del campionato. Una squadra solida, caratteriale e che non disdegna l’offensiva. Questo il primo Latina targato Lega Pro visto sul manto erboso di Fiuggi nel triangolare con Sora e Lazio. La cronaca dice sconfitta ai rigori con il Sora e 0-1 contro la Lazio ma l’obiettività dice che questo Latina ha davvero ben figurato contro una formazione di serie A e contro una di Eccellenza ha tenuto sempre il pallino del gioco sfiorando il gol in varie occasioni. In mediana Berardi è già un leader, stesso ruolo ritrovato da Farina in difesa. Questi i due uomini cardine che prenderanno in mano la formazione di Sanderra. Insieme a loro il tanto movimento di Tirelli e Cinelli sempre pericolosi e tutto ciò di buono che ha mostrato Bonacquisti a centrocampo. Per il resto deve essere ben controllato il carattere dei terzini e si aspetta la migliore forma di Merito e Polani mentre Martinez sembra essere se stesso più quando in avanti è l’unico terminale. Dietro è una lotta tra Gaudino e Martinuzzi anche se quest’ultimo in molti lo danno come favorito numero uno per difendere la porta del Latina. Insomma questa squadra ha fatto la sua buona impressione, ora Sanderra dovrà proseguire il suo dettagliato lavoro e cercare di presentare al meglio la squadra per l’esordio in Coppa Italia con il Pomezia.

LA DISFATTA AI RIGORI CON IL SORA – Primi 45’ del triangolare di Fiuggi: in campo Latina e Sora. Sanderra manda in campo la squadra col modulo a lui più caro: 4-4-2 con Gaudino tra i pali, linea di difesa con Gasperini e Toscano esterni e Farina con Moretto al centro, in mezzo al campo Bonacquisti e Berardi, ai lati Merito e Cinelli, con Martinez e Polani in avanti. La prima occasione capita al Latina: è il 1’ quando Martinez ruba palla ad un avversario e serve Merito, ma il colombiano viene rimpallato da Lisi. La risposta del Sora arriva al 4’ con Simeoli che spara alto. Poi è un monologo nerazzurro. Al 14’ un malinteso tra Neccia ed un compagno di squadra favorisce Cinelli che dalla linea del fallo laterale prova il pallonetto ma, col portiere ciociaro ormai fuori causa, la palla termina di un soffio sopra la traversa. Al 16’ Berardi crossa in area per Merito, tocco corto per Cinelli che calcia a botta sicura, ma Galasso devia in angolo. Al 18’ è il palo a dire di no alla squadra nerazzurra: il montante salva Neccia sul destro da fuori di capitan Berardi. Al 23’ Cinelli, dalla sinistra, scodella in area bianconera un cross che Polani spedisce in fallo di fondo con un’improbabile girata al volo. Al 30’ il Latina resta in inferiorità numerica: Bonacquisti rivolge qualche parola di troppo al direttore di gara e guadagna anzitempo gli spogliatoi. Sanderra corre ai ripari: richiama in panchina una punta, Martinez, e manda in campo De Santis. Con un uomo in più il Sora prende coraggio e si va vedere con più insistenza dalle parti di Gaudino, che resta comunque sempre inoperoso. Al 40’ secondo cambio in casa Latina: fuori Cinelli, dentro Tirelli. Si arriva al 45’ senza altre emozioni e si va, così ai calci di rigore. Dal dischetto vince il Sora: dopo 18 rigori finisce 8-7 per i bianconeri

ZARATE CONDANNA IL LATINA- I nerazzurri si arrendono alla Lazio puniti da un gran gol di Zarate al 30’: destro ad incrociare che non lascia scampo a Martinuzzi. Prima del gol del talento biancoceleste la squadra di Sanderra aveva retto bene il confronto, sfiorando anche la rete con Tirelli (6’): sul tentativo del giovane di Anguillara è stato superlativo Berni. Dall’altra parte del campo era stato bravo anche Martinuzzi, abilissimo ad ipnotizzare Kozac. Dopo il gol di Zarate la gara non ha offerto altre emozioni e si è trascinata fino al 45’ senza tiri nello specchio della porta.

Stefano Scala


I TABELLINI

LATINA-SORA 7-8 dcr (0-0)
LATINA: Gaudino, Gasperini, Toscano, Bonacquisti, Moretto, Farina, Merito, Berardi, Polani, Cinelli (40’ Tirelli), Martinez (32’ De Santis). A disp.: Martinuzzi, Mariniello, Cafiero, Di Emma, Rea, Konè, Mancosu. All.: Sanderra
SORA: Neccia (45’ De Robertis), De Santis F., Cancelli, Pagnani, Lisi, Galasso, Fiorini, Ferreira, Volante, Tornatore, Simeoli. A disp.: De Robertis, Castellucci, Sibilia, Basilico, Sisonna, Ruocco, Di Stefano. All.: Luiso
ARBITRO: Martinelli di Roma1. Assistenti: Risa e Mencocci di Roma2
NOTE – Ammoniti: Pagnani, Martinez. Espulsi: Al 30’ Bonacquisti
RIGORI: Polani gol, Ferreira gol, Farina gol, Simeoli parato, Berardi gol, Pagnani gol, Toscano parato, Cancelli gol, Merito gol, Tornatore gol, Tirelli gol, Fiorini gol, Moretto gol, Lisi gol, Gasperini gol, De Santis A. gol, De Santis F. parato, Galasso gol

LATINA-LAZIO 0-1
LATINA: Martinuzzi, Di Emma, Cafiero, Konè, Mariniello, Farina, Merito, Berardi, Mancosu, Tirelli, Martinez. All.: Sanderra
LAZIO: Berni, Zauri, Liechstainer, Diaz, Cribari, Matuzalem, Mauri, Brocchi, Foggia, Zarate, Kozac. All.: Reja
ARBITRO: Martinelli di Roma1. Assistenti: Risa e Mencocci di Roma2
MARCATORE: 29′ Zarate

Lascia un commento