Littoria e San Raffaele, ecco il giorno più atteso

Il gran giorno è arrivato, anche se è stato contornato da una settimana di polemiche accese. Questa sera al Francioni (alle 20:30 il calcio d’inizio) Atletico Littoria e San Raffaele Fondi si giocheranno l’accesso diretto in Seconda Categoria. Ed è stata proprio la designazione del terreno di gioco a scatenare qualche protesta in casa fondana. E’ 

Leggi tutto

Il gran giorno è arrivato, anche se è stato contornato da una settimana di polemiche accese. Questa sera al Francioni (alle 20:30 il calcio d’inizio) Atletico Littoria e San Raffaele Fondi si giocheranno l’accesso diretto in Seconda Categoria. Ed è stata proprio la designazione del terreno di gioco a scatenare qualche protesta in casa fondana. E’ vero che l’atto conclusivo della Coppa Latina ha avuto come teatro il “Francioni” anche lo scorso anno, ma probabilmente il San Raffaele non si aspettava di doversi giocare una finale praticamente fuori casa. Sarà però l’occasione per gustarsi il clamoroso ritorno della Brigata Littoria nel proprio stadio, dopo una stagione di “auto-esilio”.

POCHI DUBBI IN CASA LITTORIA – Con ogni probabilità l’anno prossimo potrebbero trovarsi entrambe a scontrarsi in Seconda categoria ma una finale è sempre una finale e si scende in campo per poter vincere. Motivazioni ce ne sono tantissime: il San Raffaele ha organizzato dei pullman per i propri sostenitori mentre per l’Atletico il Francioni è casa propria ed in una serata di festa (così spera la società nerazzurra) sono attesi davvero in tantissimi sugli spalti. L’Atletico Littoria può scendere in campo praticamente al completo dato il rientro dalla squalifica di Bortolin. Insieme a lui potrebbe anche essere recuperato Vincenzo Troiano che fino all’ultimo deciderà se scendere in campo o no. Per la coppia Troiano-Del Serrone però ci sono pochi dubbi sull’undici da mandare in campo.

LA PROMESSA DI ZAZA – Sicuro della maglia da titolare il protagonista di questa bella cavalcata nerazzurra, quel Fabio Zaza pronto alla sua ultima apparizione con la maglia dell’Atletico: «Sarà la mia ultima partita con il Littoria – afferma il fantasista pontino – ho davanti l’ultimo ostacolo prima di riuscire a mantenere la promessa che ho fatto il primo giorno che sono arrivato qui, ovvero quella di portare la squadra in Seconda. Ovviamente spero anche di poter andare in rete ma l’importante resta la vittoria. Non conosciamo bene i nostri avversari ma giocheremo la nostra partita come abbiamo sempre fatto. In più sappiamo di giocare nel nostro stadio e davanti ai nostri tifosi».

SAN RAFFAELE CON TANTE ASSENZE – I problemi maggiori quindi sembrano per il San Raffaele oggi in campo senza Accappaticcio, Di Nardo e Sacchetti. Mister Dell’Anno però conta sulle grandi motivazioni dei suoi ragazzi e di certo nessuno mollerà la presa.

Stefano Scala

Lascia un commento