Fondi, solo la vittoria

Oggi il Fondi finalmente saprà se la sua avventura nella Poule scudetto è destinata a continuare o se rimarrà solamente una bella parentesi. Al “Domenico Purificato” arriva il Neapolis Mugnano, reduce da una vittoria per 3-2 ottenuta domenica scorsa in casa contro il Milazzo. La situazione del mini-girone vede adesso proprio la formazione campana in 

Leggi tutto

Oggi il Fondi finalmente saprà se la sua avventura nella Poule scudetto è destinata a continuare o se rimarrà solamente una bella parentesi. Al “Domenico Purificato” arriva il Neapolis Mugnano, reduce da una vittoria per 3-2 ottenuta domenica scorsa in casa contro il Milazzo. La situazione del mini-girone vede adesso proprio la formazione campana in vetta a quota 3 punti, con Fondi e Milazzo che seguono appaiate con un punto a testa. Situazioni simili anche negli altri due gironi. Nel gruppo 1 domina il Savona a quota 3, con Montichiari e Tritium che inseguono (alla prossima c’è Montichiari – Savona) mentre nel gruppo 2 in prima posizione c’è il Pisa davanti a Chieti e Gavorrano (prossima partita Pisa – Chieti). Con il Milazzo di fatto già fuori dai giochi, con un solo punto in due partite, a giocarsi il primato saranno proprio il Neapolis e il Fondi. I rossoblu potranno contare su quel fattore casalingo che è stato spesso garanzia di risultato positivo ma è anche vero che saranno obbligati a vincere per sorpassare i diretti avversari. Qualsiasi altro risultato, infatti, qualificherebbe la formazione guidata da mister Castellucci.

UNO SGUARDO AGLI AVVERSARI – Il Neapolis, squadra vincitrice del girone H con ben tre turni d’anticipo, è guidata da una dirigenza giovane, nata nel 2008 dalle ceneri della Sangiuseppese. Si schiera in campo con un 4-4-2 classico e caratterizzato da una forte spinta sulle fasce. Il maggior punto di forza dei campani è sicuramente riscontrabile nel folto gruppo degli under, tra i quali spicca l’esterno destro offensivo Francesco Bonanno, classe ‘90, autore di ben 13 reti e convocato anche per il Torneo di Viareggio con la rappresentativa Serie D insieme al fondano Vaccaro. Notevoli anche gli esterni bassi Antonio Mannoni, classe ‘88, e Giuseppe Attanasio, classe ‘91, arrivati in prestito dalla Juve Stabia. Insomma, un’ottima squadra con un collettivo di tutto rispetto, corroborato anche da un campionato condotto in maniera assolutamente autorevole. Per il Fondi, che ha recuperato Luca Pannozzo, non sarà facile fare bottino pieno.

Alessandra Stefanelli

Lascia un commento