Gesmundo al Sabotino, Montarani saluta la Vigor

L’Atletico Sabotino ha già cominciato a preparare la prossima stagione nel campionato di Promozione partendo dal mister. Chiuso il rapporto con Pino D’Andrea, a cui evidentemente non è bastato portare la squadra alle soglie della promozione in Eccellenza (perdendo solo allo spareggio il secondo posto per mano dell’Anitrella), i borghigiani aprono il sipario su un 

Leggi tutto

L’Atletico Sabotino ha già cominciato a preparare la prossima stagione nel campionato di Promozione partendo dal mister. Chiuso il rapporto con Pino D’Andrea, a cui evidentemente non è bastato portare la squadra alle soglie della promozione in Eccellenza (perdendo solo allo spareggio il secondo posto per mano dell’Anitrella), i borghigiani aprono il sipario su un nuovo ciclo, quello di Francesco Gesmundo.

E’ COSA FATTA – Niente di ufficiale, beninteso, ma la notizia che è trapelata dalle mura dell’Andriollo sembra molto più che un’eventualità. Il tecnico, reduce dalla vittoria del campionato di Prima categoria con il Borgo Flora, ha raggiunto nei giorni scorsi l’accordo con il sodalizio biancoverde dopo la chiamata del diggì Micheletti. Ora manca solo l’ufficialità da parte della società del presidente onorario Maurizio Cavaricci e poi si potrà cominciare con il mercato.

MONTARANI SALUTA – Evaporano, dunque, le voci che volevano lo stesso Gesmundo vicino ad una panchina importante come quella della Vigor Cisterna, in Eccellenza. Proprio in casa Vigor, intanto, arriva la prima vera novità della post-season. Il presidente Capitani pare infatti aver finalmente sciolto il nodo riguardante la conferma del tecnico Francesco Montarani, artefice di una splendida stagione con i biancocelesti con cui ha alzato la Coppa Italia Regionale, approdando fino alle semifinali della fase Nazionale.

VIGOR: CENCIA O CAPUTO – A questo punto sulla panchina cisternese è pronto a scatenarsi il toto-allenatore, anche se il novero dei papabili successori sembrerebbe essere ristretto a due nomi. Il primo, (che pare in pole position) è quello di Fabrizio Cencia, scelta che rappresenterebbe una più comoda alternativa interna. Alternativa più che degna, sia chiaro, soprattutto dopo che il mister di Latina si è guadagnato la fiducia dell’entourage biancoceleste sul campo, grazie ad una splendida stagione trascorsa sulla panchina della Juniores D’Elitè. L’altro papabile (ma probabilmente l’ipotesi meno percorribile) è Paolo Caputo, tecnico esperto che ha chiuso la stagione appena terminata sulla panchina del Fregene.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento