Ne rimarranno solamente due

Bar Katy/Villa Meravigliosa, Alessandro Style, Frutta Verdura Di Matteo e Scuola Calcio Buonamano: sono loro le fantastiche quattro rimaste a giocarsi il titolo del settimo Memorial Mirko Usai. Venerdì sera, al termine delle due gare di semifinale in programma, ne rimarranno solamente due, ovvero le regine di questo torneo che si contenderanno il trofeo «dalle 

Leggi tutto

Bar Katy/Villa Meravigliosa, Alessandro Style, Frutta Verdura Di Matteo e Scuola Calcio Buonamano: sono loro le fantastiche quattro rimaste a giocarsi il titolo del settimo Memorial Mirko Usai. Venerdì sera, al termine delle due gare di semifinale in programma, ne rimarranno solamente due, ovvero le regine di questo torneo che si contenderanno il trofeo «dalle grandi orecchie» e il premio di 4mila euro nella finalissima di domenica.

BAR KATY: FORZA E COMPATTEZZA – Insomma, lo spettacolo è assicurato, venerdì, a partire dalle ore 21, orario fissato per il calcio di inizio quando scenderanno del match tra i campioni in carica di Bar Katy e Frutta Verdura Di Matteo. Due squadre che hanno sicuramente rispettato i favori del pronostico lungo il loro cammino. I campioni in carica di Bar Katy, infatti, hanno primeggiato nel girone A, chiudendo con 7 punti in classifica. Nei quarti di finale, poi, lo scontro dal sapore di finale anticipata contro Di Fazio Gomme, match in cui è uscito tutto il carattere di Bar Katy, trascinato da un super Mario Sorrentino, autore della tripletta decisiva. Punto di forza del team che veste con la maglia bianca della nazionale Italiana, certamente, la compattezza, la forza fisica e l’affiatamento di un gruppo che gioca insieme da anni. Gruppo infarcito di giocatori forti che sanno completarsi ed aiutarsi: nessuna prima donna, ma tanti ottimi giocatori che di perdere davvero non ne vogliono sapere.

DI MATTEO, LA TECNICA – Dall’altra parte Frutta e Verdura Di Matteo non è certo da meno. I gialloverdi hanno conquistato il primo posto nel girone B, con 7 punti ed una migliore differenza reti nei confronti di Alessandro Style. Nei quarti, Di Matteo e compagni, hanno battuto 3-0 Mafer (unico quarto di finale non terminato ai supplementari) grazie anche ad una ottima prestazione del giovane portiere Lampacrescia. Forza di questo team le individualità: Cocuzzi (6 gol), Bosneagu, Cifra, Di Matteo), senza contare la colonna portante, ovvero Sandro Luceri: quantità e qualità in difesa, oltre ad un rendimento inaudito per un giocatore arretrato in termine di gol realizzati: ben sette.

ALESSANDRO STYLE, VENTO LEPINO/ARGENTINO – Non sarà da meno il match a seguire (presumibilmente alle ore 22). In campo Alessandro Style di mister Loverso contro Scuola Calcio Buonamano di Mimmo Peluso. I viola di Alessandro Style sono arrivati secondi nel girone B, battendo ai quarti di finale lo Studio Legale La Starza dopo ben 22 calci di rigore. Trascinati dai talenti lepini Pellerani, Capucilli e Tammaro, e completati dalla solidità di Bovolenta e la freddezza di Cristofoli sotto porta, i viola hanno salutato, ai quarti, l’arrivo del talento argentino Marcelo Gimenez: un acquisto che potrebbe rivelarsi decisivo ai fini della vittoria finale.

SCUOLA CALCIO BUONAMANO, LO SPETTACOLO – Di certo non la penserà così Scuola Calcio Buonamano. La squadra di casa, dopo aver vinto il girone C, ha avuto la meglio ai quarti di finale sul littoria grazie al gol di Giordani allo scadere del secondo tempo supplementare. Squadra spumeggiante e spettacolare, quella di Peluso, in cui Delle Donne è il trascinatore, Petrucci la saracinesca e Campagna il motore. Senza dimenticare i vari Prosseda, Alibardi e Sorrentino a completare questa squadra davvero insidiosa da affrontare. Ma, adesso, è tempo che la parola passi finalmente al campo.

LE SEMIFINALI – Venerdì ore 21: Bar Katy/Villa Meravigliosa – F.V. Di Matteo. Ore 22: S.C. Buonamano – Alessandro Style

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento